Giulia Bonelli

Architect Naples / Italy

2
2 Followers 1 Following 1,484 Visits
Giulia Bonelli 2
Giulia Bonelli
Giulia Bonelli si laurea con lode nel marzo del 1998 presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli studi di Napoli Federico II, con una tesi sperimentale in Progettazione Ambientale su recupero e rifunzionalizzazione degli spazi interni ed aperti dell’ ex-ospedale della Cesarea (1601) al centro antico di Napoli.
Nel 1995 vince la borsa di studio europea Erasmus - European Community Action Scheme for the Mobility of University Students che svolge presso l’ Institut d’ Architecture de Genève (Suisse).
Consegue il titolo di Dottore di Ricerca nel 2003 presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II dove svolge anche la ricerca Post- Dottorato che conclude nel 2006.

Negli anni accademici dal 2006 al 2010 è docente a contratto alla Facoltà di Architettura dell’Università degli studi di Napoli Federico II.
Tra il 2003 e il 2012 è tutor di oltre 10 tesi di laurea. Tra il 1998 e il 2009 partecipa come tutor o docente a cinque workshop tenutisi tra Napoli e Milano, tra i cui esisti sono stati selezionati e pubblicati alcuni progetti.

E’ tra i fondatori della rivista Ventre. La rinascita dell’architettura di cui è Direttore Responsabile dal 1995 al 2005. È contributor per ‹‹Domus››, ‹‹d’A, ‹‹Modulo››, ‹‹Industria delle Costruzioni››, ‹‹Compasses››,‹‹Arkeda››.

E’ da sempre interessata al rapporto che la composizione stabilisce con il linguaggio dell’architettura a partire dal confronto con l’ambiente urbano e naturale.
L’impegno scientifico nel campo dei processi di lettura, interpretazione e modificazione dei contesti si è misurato con ricerche, attività didattiche e progetti. L’analisi del progetto urbano e dei processi di trasformazione della città alle diverse scale dimensionali della composizione architettonica sono temi affrontati durante le attività di ricerca, didattica, sperimentazione progettuale e workshop oltre che attraverso gli studi, pubblicati, inerenti alle opere di autori contemporanei.
E' autrice di circa 90 contributi pubblicati.
Nel 2005 vince, in team, Europan 5, nel 2007 è premiata con la Menzione speciale d’onore ad Europan 9, nel 2008 la sua Nuova cittadella carceraria in Campania per 1000 detenuti ottiene il 3° posto. Nel 2013 vince il concorso Una porta per Salerno e i Picentini ed ottiene il 3° posto nel concorso per il Parco urbano di Japigia (BA).

Tra il 2000 e il 2010 partecipa come progettista architettonico alla stesura dell’esecutivo di circa 300 alloggi popolari realizzati, e in corso di costruzione, ad Ancona, Napoli ed Avellino.

Dal 2015 al 2017 è impegnata sul progetto per il restauro, la rifunzionalizzazione e l’allestimento degli interni del Palazzo Caracciolo di Avellino a Napoli, per destinarlo a sede della Fondazione Morra Greco per l’arte contemporanea.
Nel 2018 è progettista dell’esecutivo architettonico per il restauro dell’ Acquario monumentale Anton Dohrn di Napoli.
Nel 2018 Progetto definitivo-esecutivo "lnterventi di riqualificazione e adeguamento funzionale complesso natatorio e Castello dei tuffi presso la Mostra d'Oltremare di Napoli per conto di ARU- Agenzia Regionale Universiadi.
Nel 2019 si occupa del Restauro della Chiesa di Santa Maria dei Greci in Caggiano (SA).
Dal 2000 ad oggi ha progettato per clienti privati la ristrutturazione e l'allestimento degli interni di diverse proprietà.


Abilitazione Scientifica Nazionale: Settore Concorsuale 08/D1 Progettazione architettonica, S.S.D. ICAR 14/ Composizione architettonica e urbana . Seconda Fascia, tornata 2013.
(validità abilitazione dal 17/03/2015 al 17/03/2026).
Giulia Bonelli
Giulia Bonelli

Giulia Bonelli si laurea con lode nel marzo del 1998 presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli studi di Napoli Federico II, con una tesi sperimentale in Progettazione Ambientale su recupero e rifunzionalizzazione degli spazi interni ed aperti dell’ ex-ospedale della Cesarea (1601) al centro antico di Napoli. Nel 1995 vince la borsa di studio europea Erasmus - European Community Action Scheme for the Mobility of University Students che svolge presso l’ Institut d’ Architecture de Genève (Suisse). Consegue il titolo di Dottore di Ricerca nel 2003 presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II dove svolge anche la ricerca Post- Dottorato che conclude nel 2006. Negli anni accademici dal 2006 al 2010 è docente a contratto alla Facoltà di Architettura dell’Università degli studi di Napoli Federico II. Tra il 2003 e il 2012 è tutor di oltre 10 tesi di laurea. Tra il 1998 e il 2009 partecipa come tutor o docente a cinque workshop tenutisi tra Napoli e Milano, tra i cui esisti sono stati selezionati e pubblicati alcuni progetti. E’ tra i fondatori della rivista Ventre. La rinascita dell’architettura di cui è Direttore Responsabile dal 1995 al 2005. È contributor per ‹‹Domus››, ‹‹d’A, ‹‹Modulo››, ‹‹Industria delle Costruzioni››, ‹‹Compasses››,‹‹Arkeda››. E’ da sempre interessata al rapporto che la composizione stabilisce con il linguaggio dell’architettura a partire dal confronto con l’ambiente urbano e naturale. L’impegno scientifico nel campo dei processi di lettura, interpretazione e modificazione dei contesti si è misurato con ricerche, attività didattiche e progetti. L’analisi del progetto urbano e dei processi di trasformazione della città alle diverse scale dimensionali della composizione architettonica sono temi affrontati durante le attività di ricerca, didattica, sperimentazione progettuale e workshop oltre che attraverso gli studi, pubblicati, inerenti alle opere di autori contemporanei. E' autrice di circa 90 contributi pubblicati. Nel 2005 vince, in team, Europan 5, nel 2007 è premiata con la Menzione speciale d’onore ad Europan 9, nel 2008 la sua Nuova cittadella carceraria in Campania per 1000 detenuti ottiene il 3° posto. Nel 2013 vince il concorso Una porta per Salerno e i Picentini ed ottiene il 3° posto nel concorso per il Parco urbano di Japigia (BA). Tra il 2000 e il 2010 partecipa come progettista architettonico alla stesura dell’esecutivo di circa 300 alloggi popolari realizzati, e in corso di costruzione, ad Ancona, Napoli ed Avellino. Dal 2015 al 2017 è impegnata sul progetto per il restauro, la rifunzionalizzazione e l’allestimento degli interni del Palazzo Caracciolo di Avellino a Napoli, per destinarlo a sede della Fondazione Morra Greco per l’arte contemporanea. Nel 2018 è progettista dell’esecutivo architettonico per il restauro dell’ Acquario monumentale Anton Dohrn di Napoli. Nel 2018 Progetto definitivo-esecutivo "lnterventi di riqualificazione e adeguamento funzionale complesso natatorio e Castello dei tuffi presso la Mostra d'Oltremare di Napoli per conto di ARU- Agenzia Regionale Universiadi. Nel 2019 si occupa del Restauro della Chiesa di Santa Maria dei Greci in Caggiano (SA). Dal 2000 ad oggi ha progettato per clienti privati la ristrutturazione e l'allestimento degli interni di diverse proprietà. Abilitazione Scientifica Nazionale: Settore Concorsuale 08/D1 Progettazione architettonica, S.S.D. ICAR 14/ Composizione architettonica e urbana . Seconda Fascia, tornata 2013. (validità abilitazione dal 17/03/2015 al 17/03/2026).