marco zanta

Photographer Treviso / Italy

7
send a message
marco zanta 7
marco zanta
Marco Zanta è nato a Treviso il 1° settembre 1962.
Ha iniziato ad occuparsi di Fotografia dalla metà degli anni ’80, con i critici Paolo Costantini e Italo Zannier.
La sua ricerca si muove all’interno della rappresentazione degli spazi urbani, con una forte attenzione rivolta all’architettura e ai siti industriali. All’attività espositiva ha sempre affiancato l’insegnamento scolastico, collaborando con diversi istituti universitari. Dal 2006 al 2011 è stato docente di Fotografia al claVES, facoltà di Arti Visive e al claDIS, facoltà di Design e Arti dell’Università IUAV di Venezia.
Ha collaborato con numerosi studi di architettura per i quali ha realizzato monografie e servizi, tra questi con John Pawson Studio, Afra e Tobia Scarpa, Alberto Campo Baeza, Boris Podrecca. Sybarite, Heinz Tesar, Modus Architects, Studiomas.
L’attività di ricerca è confluita in numerosi volumi di Storia della Fotografia e di Storia dell’Architettura. Ha pubblicato diverse monografie, tra le quali Rumore Rosso (Charta, 2000) e UrbanEurope (Contrasto, 2008). Le sue immagini sono state presentate in gallerie e istituzioni internazionali, tra le quali
Maison Européenne de la Photographie a Parigi, Museo d’Arte Contemporanea di Shanghai, Fondazione Forma a Milano, CCA di Montreal, Espace Contretype di Bruxelles, Triennale di Milano, Maison de l’Architecture di Marsiglia, MAST a Bologna.
Ha esposto più volte alla Biennale d’Arte di Venezia.
Nel 2003 gli è stato assegnato il premio Mosaique dal CNA del Lussemburgo.
Suoi lavori fanno parte di prestigiose collezioni pubbliche e private, tra queste
Collezione Unicredit-Milano, Centro Canadese d’Architettura-Montreal, Fondazione Forma-Milano, Museo della Fotografia-Charleroi, Fondo Fotografia Europea-Reggio Emilia.
marco zanta
marco zanta
  • Address Via Giuseppe Toniolo, 7 Treviso | Italy

Follow marco zanta also on

Marco Zanta è nato a Treviso il 1° settembre 1962. Ha iniziato ad occuparsi di Fotografia dalla metà degli anni ’80, con i critici Paolo Costantini e Italo Zannier. La sua ricerca si muove all’interno della rappresentazione degli spazi urbani, con una forte attenzione rivolta all’architettura e ai siti industriali. All’attività espositiva ha sempre affiancato l’insegnamento scolastico, collaborando con diversi istituti universitari. Dal 2006 al 2011 è stato docente di Fotografia al claVES, facoltà di Arti Visive e al claDIS, facoltà di Design e Arti dell’Università IUAV di Venezia. Ha collaborato con numerosi studi di architettura per i quali ha realizzato monografie e servizi, tra questi con John Pawson Studio, Afra e Tobia Scarpa, Alberto Campo Baeza, Boris Podrecca. Sybarite, Heinz Tesar, Modus Architects, Studiomas. L’attività di ricerca è confluita in numerosi volumi di Storia della Fotografia e di Storia dell’Architettura. Ha pubblicato diverse monografie, tra le quali Rumore Rosso (Charta, 2000) e UrbanEurope (Contrasto, 2008). Le sue immagini sono state presentate in gallerie e istituzioni internazionali, tra le quali Maison Européenne de la Photographie a Parigi, Museo d’Arte Contemporanea di Shanghai, Fondazione Forma a Milano, CCA di Montreal, Espace Contretype di Bruxelles, Triennale di Milano, Maison de l’Architecture di Marsiglia, MAST a Bologna. Ha esposto più volte alla Biennale d’Arte di Venezia. Nel 2003 gli è stato assegnato il premio Mosaique dal CNA del Lussemburgo. Suoi lavori fanno parte di prestigiose collezioni pubbliche e private, tra queste Collezione Unicredit-Milano, Centro Canadese d’Architettura-Montreal, Fondazione Forma-Milano, Museo della Fotografia-Charleroi, Fondo Fotografia Europea-Reggio Emilia.