Piero Castiglioni

Designer Milano / Italy

3
send a message
Piero Castiglioni 3
Piero Castiglioni
Italian Pavilion at Expo 2015 Luci su Via Veneto (con P. Castiglioni) San Pellegrino Flagship Factory La Chiesa sul Sangue Versato Palazzo Grassi Muse - Museo delle Scienze Eni Headquarters Snam Headquarters Museo Hotel Monastero di Viboldone Cattedrale di St. Pierre Edifici Ex-Chiattone Conservatorio di Musica Museo Fondazione Luigi Rovati Fortaleza De San Juan De Ulua Istituto Emilio e Scilla Isgrò Palazzo Te Sala del Gran Consiglio Eca Headquarters Palazzo Papadopoli - Aman Resort Brera Orto Botanico Aeroporto San Francesco D' Assisi Palazzo Branciforte Palazzo Vetus Fori Imperiali Aeroporto di El Prat Palazzo Klotild Expo 2015 Jil Sander Showroom Ahvaz Cascata di Luce Yacht Mangusta 130 Mao Yacht Mandrake Palazzo Venezia Palazzo Barberini Expo 2015 - Itinerari di luce Palazzo Schifanoia Biblioteca Comunale Tilane Chiesa di St. Pierre Area Portello Chiesa di Santa Maria Rossa Campanile San Marco Chiesa di St. Martin e St. Jhon Lungolago di Varenna Vicem Luxury Compound Terme di Diocleziano - Planetario Teatro degli Arcimboldi Opera de La Bastille Centro Ricerche Italcementi Stazione Ferroviaria Cadorna Sede de Il Sole 24 Ore Centro Servizi Vulcano Buono Centro Culturale Belem Palazzo Pubblico Palazzo Marino - Sala Alessi Genova - Porto Antico Siena - Città Vecchia Expo 1992 - Palazzo Italia Palazzo d'Arte Triennale Stazione Termini Hotel Nhow Santuario San Pio da Pietralcina St. Giles Viktor & Rolf Showroom Expo 1998 Pinacoteca do Estado de Sao Paulo Museo Bernareggi Museo Nazionale di Palazzo Abatellis Museo Poldi Pezzoli - Sala d'Armi Scuderie Papali Museo di Bretagna - Champ Libre Palazzo Rosso Galleria d'Arte Giovanni e Marella Agnelli Parrocchia di Santa Lucia Scala Santa Maria del Monte Christian Dior Couture - Bijoux Giolielleria Adler Frette Showroom Loro Piana Showroom Chaumet Showroom Sala degli Spettacoli Pays D'Aix Sancaklar Camii Complesso Porta Nuova Garibaldi Corso e Galleria Vittorio Emanuele Banca Popolare di Lodi Museo Groningen Musée D'Orsay Centro G. Pompidou Museu d'art de Catalunya Camuzzi Gazometri Percorso Gonzaghesco
Pietro Maria Castiglioni, detto Piero, si laurea in architettura nel 1970 a Milano, dove vive e lavora dedicandosi, quasi esclusivamente alla progettazione illuminotecnica (abitazioni private, showrooms, gallerie d'arte, musei, centri commerciali e sportivi, illuminazione pubblica e di esterni).
Dal 1973 al 1979 é contitolare dello studio in Via Presolana con il padre Livio: lavorano per la progettazione dell'illuminazione di gallerie d'arte, alberghi, uffici, showrooms, negozi, abitazioni. Gli apparecchi illuminanti, sono realizzati artigianalmente, in esecuzione speciale, in piccola serie nello studio. Il sistema "Scintilla", prodotto da Fontana Arte dal 1983, è frutto dell'esperienza acquisita in questi anni, alla quale ha fatto seguito il design di apparecchi per l'illuminazione di interni ed esterni per diverse aziende. Per Fontana Arte ricordiamo tra gli altri: Parola (1980), Canna (1981), Nina (1981), Edy (1982), Sillaba (1987), Palio (1988). Per iGuzzini ricordiamo: Cestello (1986), Edge (1992), Radius (1997), Platea (1998), Light Shed (2000), Glim Cube (2005). Per Promemoria: Higgs (2017)
Dopo la morte del padre Livio (1979) l'attività continua con nuovi giovani collaboratori. All'attività di progettazione si affianca l'attività di docenza presso l'Università di Ginevra, la Domus Accademy e il Politecnico di Milano e l'attività letteraria tra cui direttore della rivista Flare-architectural lighting megazine (1989-2009) e coautore di libri e manuali di illuminotecnica e l'attività scientifica tra le quali membro Plda (Professional Lighting Design Association), membro Apil (Associazione Professionisti di Illuminazione) del quale ricopre la carica di presidente 2005-2008.
Dagli anni 80 la collaborazione con architetti internazionali (tra cui 8 Premi Prizker e 8 Premi Imperiali del Giappone), porta a grandi viaggi e alla progettazione dell'illuminazione per importanti complessi architettonici. Ricordiamo con Gae Aulenti: Parigi, Museo d'Orsay (1986) - Venezia, Palazzo Grassi (1986) - Barcellona, Museo d'Art de Catalunya (1987) - Siviglia, Expo 1992 Palazzo Italia (1992) - San Marino, Palazzo Pubblico (1993) - Milano, Stazione Ferroviaria Cadorna (1999) - Siena, Città Vecchia (2204) - Palermo, Palazzo Branciforte (2012) / con Renzo Piano: Genova, Porto Antico (1992) - Parigi, Centro G. Pompidou (2001) - Torino, Lingotto Galleria d'Arte Agnelli (2002) - Milano, Sede de Il Sole 24 Ore (2005) - Nola, Centro Servizi Vulcano Buono (2007) - Londra, St. Giles (2010) - Trento, Muse Museo delle Scienze (2013) / con Vittorio Gregotti: Lisbona, Centro Culturale Belem (1992) - Milano, Teatro degli Arcimboldi (1997) / con Ricardo Bofill: Barcellona, Aeroporto di El Prat (2009) / con Aldo Rossi: Fontivegge, Centro Direzionale (1987) / con Christian de Portzamparc: Rennes, Museo di Bretagna (2005) / con Paulo Mendes da Rocha: San Paolo, Pinacoteca do Estado de San Paolo (1998) / Expo di Lisbona (1998) / Expo di Milano masterplan (2011) / con Richard Meier: Bergamo, Centro Ricerca Italcementi (2012) / con Alessandro Grassia: Roma, Fori imperiali (2012) / con Carlos Ott: Parigi, Opéra Bastille (1990) / Roma, Palazzo del Quirinale Sala dei Corazzieri (1997) / San Pietroburgo, Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato (2005) / Milano, Corso e Galleria Vittorio Emanuele (2000) / con Atelmann: Buenos Aires, Museo F. Costantini (2001) / con Cesar Pelli: Milano, Complesso Garibaldi Porta Nuova (2013) / con Cino Zucchi e Studio Valle: Milano, Area Portello (2012) / con Emre Arolat: Istanbul, Sancaklar Mosque (2012) fino agli attuali con Thom Mayne: Milano, ENI Headquarter (2014) - Milano, Snam Headquarter (2015) / con Ruffieux-Chehab: Ginevra: Cattedrale di St. Pierre (2017) / con BIG Bjarke Ingels: San Pellegrino, San Pellegrino Flagship Factory (2018) / con Mario Cucinella: Milano, Museo Fondazione Rovati (2018).
Numerosissime sono anche le esposizioni temporanee nelle quali è stata progettata e curata l'illuminazione (circa 200) e le conferenze internazionali e nazionali dove ha partecipato come relatore.

Piero Castiglioni
Piero Castiglioni
  • Address Via Presolana 5, 20135 Milano | Italy
  • Tel +39 025513223
Teams 1 teams

Pietro Maria Castiglioni, detto Piero, si laurea in architettura nel 1970 a Milano, dove vive e lavora dedicandosi, quasi esclusivamente alla progettazione illuminotecnica (abitazioni private, showrooms, gallerie d'arte, musei, centri commerciali e sportivi, illuminazione pubblica e di esterni). Dal 1973 al 1979 é contitolare dello studio in Via Presolana con il padre Livio: lavorano per la progettazione dell'illuminazione di gallerie d'arte, alberghi, uffici, showrooms, negozi, abitazioni. Gli apparecchi illuminanti, sono realizzati artigianalmente, in esecuzione speciale, in piccola serie nello studio. Il sistema "Scintilla", prodotto da Fontana Arte dal 1983, è frutto dell'esperienza acquisita in questi anni, alla quale ha fatto seguito il design di apparecchi per l'illuminazione di interni ed esterni per diverse aziende. Per Fontana Arte ricordiamo tra gli altri: Parola (1980), Canna (1981), Nina (1981), Edy (1982), Sillaba (1987), Palio (1988). Per iGuzzini ricordiamo: Cestello (1986), Edge (1992), Radius (1997), Platea (1998), Light Shed (2000), Glim Cube (2005). Per Promemoria: Higgs (2017) Dopo la morte del padre Livio (1979) l'attività continua con nuovi giovani collaboratori. All'attività di progettazione si affianca l'attività di docenza presso l'Università di Ginevra, la Domus Accademy e il Politecnico di Milano e l'attività letteraria tra cui direttore della rivista Flare-architectural lighting megazine (1989-2009) e coautore di libri e manuali di illuminotecnica e l'attività scientifica tra le quali membro Plda (Professional Lighting Design Association), membro Apil (Associazione Professionisti di Illuminazione) del quale ricopre la carica di presidente 2005-2008. Dagli anni 80 la collaborazione con architetti internazionali (tra cui 8 Premi Prizker e 8 Premi Imperiali del Giappone), porta a grandi viaggi e alla progettazione dell'illuminazione per importanti complessi architettonici. Ricordiamo con Gae Aulenti: Parigi, Museo d'Orsay (1986) - Venezia, Palazzo Grassi (1986) - Barcellona, Museo d'Art de Catalunya (1987) - Siviglia, Expo 1992 Palazzo Italia (1992) - San Marino, Palazzo Pubblico (1993) - Milano, Stazione Ferroviaria Cadorna (1999) - Siena, Città Vecchia (2204) - Palermo, Palazzo Branciforte (2012) / con Renzo Piano: Genova, Porto Antico (1992) - Parigi, Centro G. Pompidou (2001) - Torino, Lingotto Galleria d'Arte Agnelli (2002) - Milano, Sede de Il Sole 24 Ore (2005) - Nola, Centro Servizi Vulcano Buono (2007) - Londra, St. Giles (2010) - Trento, Muse Museo delle Scienze (2013) / con Vittorio Gregotti: Lisbona, Centro Culturale Belem (1992) - Milano, Teatro degli Arcimboldi (1997) / con Ricardo Bofill: Barcellona, Aeroporto di El Prat (2009) / con Aldo Rossi: Fontivegge, Centro Direzionale (1987) / con Christian de Portzamparc: Rennes, Museo di Bretagna (2005) / con Paulo Mendes da Rocha: San Paolo, Pinacoteca do Estado de San Paolo (1998) / Expo di Lisbona (1998) / Expo di Milano masterplan (2011) / con Richard Meier: Bergamo, Centro Ricerca Italcementi (2012) / con Alessandro Grassia: Roma, Fori imperiali (2012) / con Carlos Ott: Parigi, Opéra Bastille (1990) / Roma, Palazzo del Quirinale Sala dei Corazzieri (1997) / San Pietroburgo, Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato (2005) / Milano, Corso e Galleria Vittorio Emanuele (2000) / con Atelmann: Buenos Aires, Museo F. Costantini (2001) / con Cesar Pelli: Milano, Complesso Garibaldi Porta Nuova (2013) / con Cino Zucchi e Studio Valle: Milano, Area Portello (2012) / con Emre Arolat: Istanbul, Sancaklar Mosque (2012) fino agli attuali con Thom Mayne: Milano, ENI Headquarter (2014) - Milano, Snam Headquarter (2015) / con Ruffieux-Chehab: Ginevra: Cattedrale di St. Pierre (2017) / con BIG Bjarke Ingels: San Pellegrino, San Pellegrino Flagship Factory (2018) / con Mario Cucinella: Milano, Museo Fondazione Rovati (2018). Numerosissime sono anche le esposizioni temporanee nelle quali è stata progettata e curata l'illuminazione (circa 200) e le conferenze internazionali e nazionali dove ha partecipato come relatore.