Marco Ortalli

Architect Erba / Italy

23
Marco Ortalli 23
Marco Ortalli
Si laurea alla Facoltà di Architettura di Milano nel 1977; dopo un primo apprendistato presso lo studio del professore Vittoriano Viganò e dello studio Gregotti Associati apre lo studio ad Erba.
Professore a contratto di “Composizione architettonica” all’Università di Architettura di Ferrara dal 2000 al 2004; dal 2004 è docente titolare del laboratorio di progettazione del 3° anno presso il Politecnico di Torino.
Organizza con Pierre-Alain Croset nel 2001 il seminario internazionale di progettazione: “Interventi contemporanei nei Centri Storici Minori della Lombardia”. Nel 2007 l’associazione Archivio Cesare Cattaneo organizza una mostra monografica delle sue opere alla Casa Cattaneo di Cernobbio con la pubblicazione del catalogo e con testi critici di Pierre-Alain Croset e Nicoletta Ossanna Cavadini.
Nel 2010 tiene la lecture finale al seminario internazionale di progettazione di Monte Carasso (CH) diretto dall’architetto Luigi Snozzi.
Alcuni progetti e opere sono stati pubblicati su libri e riviste di settore tra cui: Casabella; Ville e Giardini; Riabita; Costruire; Case di abitare; DDN ; OFX; Edizioni L’Archivolto: Renovated houses.

Progetti e realizzazioni
Tra i progetti di maggior rilievo in ambito di restauro e ristrutturazione si ricordano: recupero complesso “Valle delle Sorgenti” per R.S.A. a Valbrona (2000), recupero ad uso R.S.A. della “Villa Biffi” ad Erba (2001), recupero casali storici per nuovo b&b a Roccalbegna –Gr, ristrutturazione Palazzo Landriani Caponaghi a Seregno con arch. Dario Cazzaniga, arch.ing. Franco Gerosa, arch. Angelo Monti (2006); recupero Palazzo Gallarati Scotti a Bellagio (2007) recupero Filanda Storica a Garbagnate Monastero (2008) recupero urbano via Volta a Erba(2010).
Progetto funzionale e arredi Biblioteca comunale a Seregno con Angelo Monti (2005), biblioteca comunale Erba con arch. Dario Cazzaniga, arch. Angelo Monti (2010)

Concorsi e premi
E’ stato premiato e selezionato ai seguenti concorsi: nuovo centro teatrale a Varese (1981), nuovo assetto del centro di Cernobbio (1984), “Risalire San Marino”(1994), concorso S.P.T. Como (1996), progettazione urbanistica della zona a mare a Genova Voltri (1998), polo espositivo “Lario Fiere” Erba (1998), 50 alloggi di E.R.P. nel comune di La Maddalena (OT) (2008), centro culturale e Biblioteca-Mediateca di Olivadi (Cz) – 2009.
Ha vinto il secondo premio dell’Associazione giovani costruttori di Lecco nel 1990 e il terzo premio “Riabita” nel 1994. Ha vinto nel 1994 e nel 2001 il premio “Maestri Comacini ”( Como ) ed è stato selezionato allo stesso premio nel 1997 e nel 1999. È stato selezionato nel 2008 alla rassegna di architettura “la casa collettiva italiana” per le opere realizzate dal 1995 al 2007. Nel 2009 è stato selezionato al premio “50 idee per l’abitare contemporaneo – 50 progetti di professionisti delle province di Como e Lecco” – Tale&a.
Nel 2011 il progetto della Biblioteca di Erba è stato selezionato per “Italy Now. Architecture 2000-2010” e presentato al Padiglione italiano al Congresso UIA di Tokyo (2011)
Marco Ortalli
Marco Ortalli

Si laurea alla Facoltà di Architettura di Milano nel 1977; dopo un primo apprendistato presso lo studio del professore Vittoriano Viganò e dello studio Gregotti Associati apre lo studio ad Erba. Professore a contratto di “Composizione architettonica” all’Università di Architettura di Ferrara dal 2000 al 2004; dal 2004 è docente titolare del laboratorio di progettazione del 3° anno presso il Politecnico di Torino. Organizza con Pierre-Alain Croset nel 2001 il seminario internazionale di progettazione: “Interventi contemporanei nei Centri Storici Minori della Lombardia”. Nel 2007 l’associazione Archivio Cesare Cattaneo organizza una mostra monografica delle sue opere alla Casa Cattaneo di Cernobbio con la pubblicazione del catalogo e con testi critici di Pierre-Alain Croset e Nicoletta Ossanna Cavadini. Nel 2010 tiene la lecture finale al seminario internazionale di progettazione di Monte Carasso (CH) diretto dall’architetto Luigi Snozzi. Alcuni progetti e opere sono stati pubblicati su libri e riviste di settore tra cui: Casabella; Ville e Giardini; Riabita; Costruire; Case di abitare; DDN ; OFX; Edizioni L’Archivolto: Renovated houses. Progetti e realizzazioni Tra i progetti di maggior rilievo in ambito di restauro e ristrutturazione si ricordano: recupero complesso “Valle delle Sorgenti” per R.S.A. a Valbrona (2000), recupero ad uso R.S.A. della “Villa Biffi” ad Erba (2001), recupero casali storici per nuovo b&b a Roccalbegna –Gr, ristrutturazione Palazzo Landriani Caponaghi a Seregno con arch. Dario Cazzaniga, arch.ing. Franco Gerosa, arch. Angelo Monti (2006); recupero Palazzo Gallarati Scotti a Bellagio (2007) recupero Filanda Storica a Garbagnate Monastero (2008) recupero urbano via Volta a Erba(2010). Progetto funzionale e arredi Biblioteca comunale a Seregno con Angelo Monti (2005), biblioteca comunale Erba con arch. Dario Cazzaniga, arch. Angelo Monti (2010) Concorsi e premi E’ stato premiato e selezionato ai seguenti concorsi: nuovo centro teatrale a Varese (1981), nuovo assetto del centro di Cernobbio (1984), “Risalire San Marino”(1994), concorso S.P.T. Como (1996), progettazione urbanistica della zona a mare a Genova Voltri (1998), polo espositivo “Lario Fiere” Erba (1998), 50 alloggi di E.R.P. nel comune di La Maddalena (OT) (2008), centro culturale e Biblioteca-Mediateca di Olivadi (Cz) – 2009. Ha vinto il secondo premio dell’Associazione giovani costruttori di Lecco nel 1990 e il terzo premio “Riabita” nel 1994. Ha vinto nel 1994 e nel 2001 il premio “Maestri Comacini ”( Como ) ed è stato selezionato allo stesso premio nel 1997 e nel 1999. È stato selezionato nel 2008 alla rassegna di architettura “la casa collettiva italiana” per le opere realizzate dal 1995 al 2007. Nel 2009 è stato selezionato al premio “50 idee per l’abitare contemporaneo – 50 progetti di professionisti delle province di Como e Lecco” – Tale&a. Nel 2011 il progetto della Biblioteca di Erba è stato selezionato per “Italy Now. Architecture 2000-2010” e presentato al Padiglione italiano al Congresso UIA di Tokyo (2011)