.duearchitetti .

Architect Varese / Italy

65
.duearchitetti . 65
.duearchitetti .
duearchitetti

Nicoletta binello (Roma 1964) studia architettura presso l'università La Sapienza di Roma dove di laurea nell'anno accademico 1992.
Paolo Gelso (Varese 1968) studia architettura presso il Politecnico di Milano dove si laurea nell'anno accademico 1993/94. Tra le varie esperienze nel 2006 participa a Sydney al "Glenn Murcutt Master Class".

Con il nostro lavoro mettiamo a disposizione competenze tecniche e umanistiche per rispondere alle esigenze fisiche ed emotive dell'abitare.

Progettiamo partendo sempre dall'osservazione dell'uomo e dell'ambiente che lo circonda con lo scopo di risolvere in modo diverso necessità specifiche.

L'uomo è per noi parte attiva nello spazio, dentro il quale deve trovare benessere nello stare e ricevere energia, nel muoversi.
È questo dinamismo spontaneo che crea l'ossatura primaria del nostro progetto.
Crea percorsi e direttrici che traguardano verso l'esterno prima di richiudersi nell'intimità di un interno.
Crea ambienti integrati perché reciprocamente necessari, crea incontro e sorpresa, crea circolaritá.

Siamo attratti dall'eleganza che nasce dalla semplicità intesa come punto di arrivo di una serie di prove ed esperienze
.duearchitetti .
.duearchitetti .

duearchitetti Nicoletta binello (Roma 1964) studia architettura presso l'università La Sapienza di Roma dove di laurea nell'anno accademico 1992. Paolo Gelso (Varese 1968) studia architettura presso il Politecnico di Milano dove si laurea nell'anno accademico 1993/94. Tra le varie esperienze nel 2006 participa a Sydney al "Glenn Murcutt Master Class". Con il nostro lavoro mettiamo a disposizione competenze tecniche e umanistiche per rispondere alle esigenze fisiche ed emotive dell'abitare. Progettiamo partendo sempre dall'osservazione dell'uomo e dell'ambiente che lo circonda con lo scopo di risolvere in modo diverso necessità specifiche. L'uomo è per noi parte attiva nello spazio, dentro il quale deve trovare benessere nello stare e ricevere energia, nel muoversi. È questo dinamismo spontaneo che crea l'ossatura primaria del nostro progetto. Crea percorsi e direttrici che traguardano verso l'esterno prima di richiudersi nell'intimità di un interno. Crea ambienti integrati perché reciprocamente necessari, crea incontro e sorpresa, crea circolaritá. Siamo attratti dall'eleganza che nasce dalla semplicità intesa come punto di arrivo di una serie di prove ed esperienze