Sara Mondaini

Interior designer San Vito dei Normanni / Italy

9
Sara Mondaini 9
Sara Mondaini
Finiti gli studi all’Università del Progetto di Reggio Emilia, nel 2000 entro nello studio dell’architetto Ferruccio Laviani. Qui rimango 13 anni e lavoro, tra gli altri, per clienti come: Dolce&Gabbana, Flos, Emmemobili, Piper-Heidsieck, Limonta, Piombo. A fine 2013 io e il mio compagno decidiamo di trasferirci, insieme alla nostra bambina, in Puglia, dove mi è stato proposto di immaginare e progettare XFOOD, un ristorante sociale gestito in parte da persone con disabilità. Diverso per budget, per spirito, diverso in tutto. La collaborazione con lo studio Laviani è stata fondamentale per la mia formazione. Ho imparato tanto. Ho imparato a dare ascolto al mio gusto e criterio estetico, ricercando il giusto equilibrio tra forma e funzione. Occorre sensibilità, eclettismo, saper ascoltare la committenza per raggiungere il corretto equilibrio e permettere all'anima di ciascun progetto di esprimersi e fare emozionare. È facile dire designer, ciò che posso offrire sono collaborazioni e consulenze come responsabile di progetto per: progettazione d'interni, creazione e presentazione del concept; art buying; creazione dell'immagine grafica e coordinata; supervisione e progettazione allestimenti ed eventi.
Sara Mondaini
Sara Mondaini

Finiti gli studi all’Università del Progetto di Reggio Emilia, nel 2000 entro nello studio dell’architetto Ferruccio Laviani. Qui rimango 13 anni e lavoro, tra gli altri, per clienti come: Dolce&Gabbana, Flos, Emmemobili, Piper-Heidsieck, Limonta, Piombo. A fine 2013 io e il mio compagno decidiamo di trasferirci, insieme alla nostra bambina, in Puglia, dove mi è stato proposto di immaginare e progettare XFOOD, un ristorante sociale gestito in parte da persone con disabilità. Diverso per budget, per spirito, diverso in tutto. La collaborazione con lo studio Laviani è stata fondamentale per la mia formazione. Ho imparato tanto. Ho imparato a dare ascolto al mio gusto e criterio estetico, ricercando il giusto equilibrio tra forma e funzione. Occorre sensibilità, eclettismo, saper ascoltare la committenza per raggiungere il corretto equilibrio e permettere all'anima di ciascun progetto di esprimersi e fare emozionare. È facile dire designer, ciò che posso offrire sono collaborazioni e consulenze come responsabile di progetto per: progettazione d'interni, creazione e presentazione del concept; art buying; creazione dell'immagine grafica e coordinata; supervisione e progettazione allestimenti ed eventi.