Two single-family houses at Vandorno

Biella / Italy / 2011

35
35 Love 5,038 Visits Published
Villa A (horizontal) This villa is laid out on a single floor and is characterized by a large wholly transparent volume which unites two apparently distinct bodies, one for the living area and the other for the sleeping quarters. This transparent area, through which the natural surroundings completely penetrate the house, is the entrance-living area devoted to the most convivial activities of the occupants, enabling them to enjoy the beautiful and natural variations in light during the day. “The two extreme volumes have different designs: the first has a trapezoidal form, the other is a flat block. I tried in this way to interpret the skyline of the mountains onto which the building faces. It is the landscape that I have admired and lived in for over thirty years, living with my family in the house next door. Besides, to me this project represents the conclusion of a personal and professional journey in which I am and will remain deeply rooted....” F.D.   The architecture is white and light, as if it had been placed gently on the ground. The interiors have the lightness of naturalness: concrete for the floors and the color white for the walls. In them are set horizontal slits, at sitting height, which allow the inhabitants to feel constantly connected to the landscape outside. Villa B (vertical) This project is the result of a complete redevelopment, which extended the existing house, designed by Delrosso’s father in the 1970s. The complexity of the work was bound up with the small size of the lot, which is particularly steep: a constraint and at the same time an interesting challenge, to which the architect found an answer with the creation of new volumes on both the vertical and horizontal axes.  In addition to the reduced availability of the living spaces, the house was paradoxically devoid of outdoor relational areas, though immersed in greenery. An articulated metal structure was therefore created to the west, which made it possible to lay out large terraces as extensions to the living and sleeping quarters, so offering the occupants new views and a relation with the setting. The project’s verticality was enhanced with the introduction of a new volume to the south developed over three floors. The top floor is characterized by the absence of the final roof, and the installation of a large solarium, through which one has access to the swimming pool, faced externally in stone. The new villa has developed a totally dissimilar aspect to the initial dwelling and above all has gained a new relation with nature, in which it is immersed, thanks to the large glass walls that illuminate and dilate the various interior spaces. To this is added the compositional design of the structure and the new balance between the parts, with allusions to the illustrious precedent of Richard Meier’s Smith House. [IT] Villa A (orizzontale) La villa si estende su un solo piano ed è caratterizzata da un grande volume interamente trasparente che unisce due corpi apparentemente disgiunti, uno per la zona giorno e uno per la zona notte. Quest'area trasparente, attraverso cui la natura circostante penetra interamente la casa, è l'ingresso-living dedicato alle attività più conviviali degli abitanti che, nell'arco delle 24 ore, possono in tal modo godere delle bellissime e naturali variazioni di luce. "I due volumi estremi hanno un diverso disegno: il primo ha forma trapezoidale, l'altro è a blocco piano. Ho cercato in questo modo di interpretare lo skyline delle montagne su cui si affaccia l'edificio. E' il paesaggio che ho ammirato e vissuto per oltre trent'anni, abitando con la mia famiglia nella casa adiacente. Questo progetto rappresenta del resto per me la conclusione di un percorso personale e professionale al quale sono e resterò profondamente legato…." F.D. L'architettura è bianca e leggera, come fosse stata poggiata con delicatezza sul terreno. Anche gli interni hanno la leggerezza della naturalità: il cemento per i pavimenti e il colore bianco per le pareti. Su queste si aprono tagli orizzontali, ad altezza sedute, che permettono agli abitanti di sentirsi costantemente in connessione con il paesaggio esterno. Villa B (verticale) Questo progetto è il risultato di una ristrutturazione integrale, con cui è stata ampliata l'abitazione preesistente, firmata del padre dello stesso architetto Delrosso negli anni '70. La complessità del lavoro era legata alle dimensioni contenute del lotto, particolarmente scosceso: un limite e al tempo stesso una sfida interessante a cui l'autore ha trovato una risposta con la creazione di nuovi volumi sia sull'asse verticale che orizzontale. Oltre alla ridotta disponibilità di spazi abitativi, la casa iniziale era paradossalmente priva di spazi esterni di relazione, pur essendo immersa nel verde. E' stata quindi creata un'articolata struttura metallica verso ovest, che ha permesso l'apertura di ampi terrazzi utilizzabili dalla zona giorno e notte, offrendo in questo modo agli abitanti una nuova visuale e vivibilità dell'ambiente circostante. La verticalità del progetto è stata accentuata con l'introduzione di un nuovo volume, verso sud, che si sviluppa su tre piani. L'ultimo piano è caratterizzato dall'assenza della copertura finale e dall'allestimento di un ampio solarium, attraverso cui sia accede alla piscina, rivestita esternamente in pietra. La nuova villa ha sviluppato una fisionomia del tutto difforme dell'abitazione iniziale e soprattutto ha guadagnato un nuovo rapporto con la natura in cui è interamente immersa, grazie anche alle grandi pareti vetrate che illuminano e dilatano i diversi spazi interni. A questo si aggiunga il disegno compositivo della struttura e il nuovo equilibrio tra le parti, che citano l'illustre precedente della Smith House di Richard Meier.
35 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Villa A (horizontal) This villa is laid out on a single floor and is characterized by a large wholly transparent volume which unites two apparently distinct bodies, one for the living area and the other for the sleeping quarters. This transparent area, through which the natural surroundings completely penetrate the house, is the entrance-living area devoted to the most convivial activities of the occupants, enabling them to enjoy the beautiful and natural variations in light during the...

    Project details
    • Year 2011
    • Work finished in 2011
    • Status Completed works
    • Type Single-family residence
    Archilovers On Instagram
    Lovers 35 users