PROGETTAZIONE DI UN PADIGLIONE ESPOSITIVO TEMPORANEO POLIVALENTE

FORTE SANGALLO DI NETTUNO Anzio / Italy / 2007

1
1 Love 3,891 Visits Published
Realizzazione di un padiglione espositivo temporaneo polivalente all’interno del chiostro del Forte Sangallo di Nettuno con analisi degli aspetti di gestione e sicurezza di un cantiere in zona storica.


L’idea di base nasce dalla necessità di rivalutare l’importanza, la bellezza e la funzionalità dei beni culturali storici all’interno delle realtà locali.
L’osservazione di una carta storica cinquecentesca del litorale laziale mette in evidenza come la difesa delle coste abbia rappresentato uno degli obiettivi principali da perseguire; ne sono dimostrazione le numerose torri di avvistamento, castelli e le fortezze disposte lungo tutta la costa, espressione rinascimentale delle nuove regole dell’architettura militare.
Tra queste, particolare importanza riveste il Forte Sangallo di Nettuno, dichiarato monumento nazionale nel 1910, la cui riqualificazione da parte delle amministrazioni locali ha permesso di raccogliere una significativa quantità di dati e documenti che, uniti alla possibilità di visitare in prima persona la costruzione, ne fanno il sito ideale per la promozione di eventi culturali quali mostre, concerti, convegni.
Da queste considerazioni scaturisce la necessità di sfruttare al meglio gli spazi offerti dalla fortezza ed in particolar modo il chiostro interno.
L’idea progettuale si propone di coniugare tale esigenza alla possibilità di offrire al pubblico un percorso conoscitivo sulle origini della vita e si realizza nella costruzione di un padiglione temporaneo nel quale l’ambiente marino
(culla primordiale e paesaggio a contorno del Forte) diventa elemento caratterizzante.

La geometria che esprime al meglio l’evoluzione della vita è la spirale e la forma concreta che essa assume nell’ambiente marino è la conchiglia.
Dal presente al passato, seguendo un percorso a ritroso nel tempo attraverso le spirali che la compongono, la conchiglia guida coloro che ne esplorano il suo interno verso le origini di qualsiasi tema si desideri esporre:
la vita, l’universo, la storia.
La realizzazione del padiglione rispetta le regole dettate dalla cosiddetta architettura organica, movimento che trae dalla natura e dalle leggi che la regolano i principi fondamentali della sua metodologia progettuale.
Dinamismo, fluidità, armonia sono elementi caratterizzanti di un qualsiasi progetto che abbracci le teorie di tale movimento il cui fine ultimo è quello di rendere più naturali e meno statiche le strutture realizzate dall’uomo.
In contrapposizione alla staticità e al monolitismo rappresentato dal Forte, si inseriscono le forme sinuose e naturali del padiglione, anello di congiunzione tra un passato da ricordare e un futuro da realizzare.
1 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Realizzazione di un padiglione espositivo temporaneo polivalente all’interno del chiostro del Forte Sangallo di Nettuno con analisi degli aspetti di gestione e sicurezza di un cantiere in zona storica.L’idea di base nasce dalla necessità di rivalutare l’importanza, la bellezza e la funzionalità dei beni culturali storici all’interno delle realtà locali. L’osservazione di una carta storica cinquecentesca del litorale laziale mette in evidenza come la difesa delle coste abbia rappresentato uno...

    Project details
    • Year 2007
    • Status Competition works
    • Type Pavilions / Exhibition Design / Exhibitions /Installations
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users