Bancarella per il mercato di San Lorenzo | Mirko Bertinotti Architetto

Florence / Italy / 2003

0
0 Love 796 Visits Published

Come richiesto dal bando di concorso, la bancarella prevede il passaggio da una configurazione chiusa ad una aperta. Quattro coppie di ruote gommate per carrelli, dotate di freni, permettono lo spostamento della bancarella chiusa. La struttura è composta da due portali formati da aste telescopiche in alluminio, dotate al loro interno di sistemi a molle e sistemi di termine corsa, che semplificano e consentono i movimenti di apertura. Con un primo movimento, quello verticale, si solleva la struttura da un’altezza di 150 cm della configurazione chiusa fino all’altezza desiderata di 233 cm; con i due successivi movimenti orizzontali la si apre da una larghezza di 120 cm fino a completa estensione, 300 cm di lunghezza. La lunghezza di 175 cm della bancarella chiusa corrisponde alla larghezza della tenda in tessuto di cotone 100% doppio ritorto che la avvolge lateralmente e superiormente. Una volta iniziato il movimento di apertura, la tenda, grazie alla presenza di rulli di avvolgimento, si estende lungo i due portali, avvolgendo lateralmente e superiormente anche la configurazione aperta. La lunghezza di 175 cm della bancarella chiusa, uguale alla larghezza della tenda, corrisponde così alla larghezza di quella aperta. Superiormente la tenda presenta un colmo creato da un’asta trasversale ai portali, che agevola lo scorrimento dell’acqua piovana. Agli angoli superiori dei portali sono previste due aste per appendere la merce in esposizione e per agganciare il sistema di illuminazione, composto da lampade pluridirezionabili fornite di morsetti di aggancio. Gli estremi di ciascuna asta terminano in una scatola di alluminio che alloggia una presa elettrica ad alta protezione per esterni. Si è scelto l’allaccio alla rete elettrica cittadina; non si esclude la possibilità di dotare la bancarella di pannelli fotovoltaici sulla parte superiore della struttura, a patto di metterli in collegamento con la rete urbana, utilizzando questa come accumulatore, dal momento che l’uso di batterie di accumulazione implica il problema del loro smaltimento, vanificando i vantaggi ecologici del fotovoltaico. Due banchi vendita si collocano lungo le larghezze della bancarella, per una lunghezza totale di 350 cm. Ogni banco si compone di un piano superiore largo 52 cm e di tre vani a giorno in multistrato marino nobilitato con uno strato superficiale in rovere, trattato con olio naturale; i vani a giorno,nella configurazione aperta, servono per esporre la merce, nella configurazione chiusa, sono capaci di contenerla. Con l’uso di ulteriori piani estraibili, da inserire nei vani, è possibile soddisfare l’esigenza di una superficie di appoggio maggiore. La bancarella chiusa, alla base, è provvista di un sistema di bloccaggio. Con la disposizione trasversale dei due banchi vendita rispetto alla direzione del percorso dei passanti, si crea uno spazio interno alla bancarella, racchiuso dal nastro della tenda, all’interno del quale il rapporto tra venditore e compratore assume una dimensione diversa; questo nuovo spazio si pone come sottospazio dello spazio mercato, un vero e proprio spazio vendita personale del commerciante, isolato rispetto al flusso esterno delle persone. Eliminata la gerarchia tra fronte e retro rispetto al percorso, la disposizione planimetrica delle bancarelle acquista un notevole grado di libertà, adattandosi alle diverse forme dello spazio lungo il quale si sviluppa il mercato.

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Come richiesto dal bando di concorso, la bancarella prevede il passaggio da una configurazione chiusa ad una aperta. Quattro coppie di ruote gommate per carrelli, dotate di freni, permettono lo spostamento della bancarella chiusa. La struttura è composta da due portali formati da aste telescopiche in alluminio, dotate al loro interno di sistemi a molle e sistemi di termine corsa, che semplificano e consentono i movimenti di apertura. Con un primo movimento, quello verticale, si solleva...

    Project details
    • Year 2003
    • Status Competition works
    • Type Furniture design
    Archilovers On Instagram