Museo del Monastero di Santa Filippa Mareri

Petrella Salto, Rieti / Italy / 2014

0
0 Love 459 Visits Published

A Borgo S. Pietro di Petrella Salto, a Rieti, nel 1940 l’antico Monastero medievale di S. Pietro de Molito, fondato dalla Baronessa Santa Filippa Mareri, viene sommerso e distrutto dalle acque del lago artificiale del Salto. La cappella sepolcrale di S. Filippa Mareri, smontata con gli affreschi e ricostruita, riutilizzando le pietre originali, nel nuovo Monastero, insieme a numerosi reperti, documenti, a interessanti testimonianze storiche della vita e delle attività monastiche vengono salvati dalle clarisse e dagli abitanti di Borgo S. Pietro dalla distruzione. I materiali assai eterogenei vengono custoditi dalle clarisse fino alla realizzazione del primo museo avvenuta nel 1977 all’interno del nuovo monastero. Nel 2002 e poi nel 2014 l’incarico di riprogettare e rivedere completamente l’intero allestimento esistente del Museo del Monastero di Santa Filippa Mareri. Rievocare nell’allestimento in pochi momenti forti e suggestivi i tratti salienti della vita monastica di preghiera e di lavoro, insieme a ciò che era stato architettonicamente l’antico monastero, è sembrato il percorso da seguire per ricontestualizzare e valorizzare i reperti.In un’atmosfera di penombra i frammenti architettonici rimasti dell’antico monastero, posizionati su una griglia modulare in acciaio, e sullo sfondo, ma in una posizione di primo piano, l’imponente portone ligneo a formelle, illuminati puntualmente, all’inizio del percorso di visita rievocano idealmente l’architettura del monastero e invitano il visitatore a dare inizio al viaggio indietro nel tempo e nella memoria, ancor più sottolineato dalla presenza di tre bauli in cuoio decorato appartenuti alle clarisse, custodia delle loro doti. Oltre il portone la vita dell’antico monastero : la “preghiera” e il “lavoro”. I due momenti sono stati enfatizzati realizzando due vetrine-contenitori particolarmente caratterizzate, quasi come piccole architetture all’interno dell’involucro architettonico. La più grande disposta quasi centralmente all’ampia sala espositiva, un grande tronco di cono rovesciato a base circolare, dal quale aggettano piani orizzontali ellissoidali o circolari a sorreggere gli elementi illuminanti, da cui si aprono varchi d’ingresso per accedere, nicchie per accogliere gli oggetti, piccole aperture sulle quali si innestano le grate in ferro battuto, riccamente lavorate, dalle quali le clarisse potevano assistere alle funzioni religiose, vuole rievocare una sorta di piccola e mistica cappella. Custodisce dunque il “tesoro” . La seconda, sullo sfondo, addossata alla parete perimetrale, è un grosso ed alto volume parallelepipedo, quasi decostruito, dal quale si aprono una teoria di profonde bucature: le celle delle clarisse, gli ambienti intimi, meno caratterizzati e più omogenei del monastero. Guardare da queste bucature è come dare uno sguardo su un frammento di vita domestica e di lavoro del monastero (la tessitura, la filatura, la farmacia) così come rievocato dagli oggetti esposti. Una articolata teca chiusa da alte lastre di vetro temperato, che in qualchemodo ricerca una relazione con il resto dell’allestimento, si snoda al termine del percorso museale lungo la parete perimetrale sinistra e accoglie una sorprendente collezione di dipinti e di sculture di Giorgio De Chirico, lascito prezioso ed inaspettato e perciò da porre in risalto, del maestro al monastero.

0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    A Borgo S. Pietro di Petrella Salto, a Rieti, nel 1940 l’antico Monastero medievale di S. Pietro de Molito, fondato dalla Baronessa Santa Filippa Mareri, viene sommerso e distrutto dalle acque del lago artificiale del Salto. La cappella sepolcrale di S. Filippa Mareri, smontata con gli affreschi e ricostruita, riutilizzando le pietre originali, nel nuovo Monastero, insieme a numerosi reperti, documenti, a interessanti testimonianze storiche della vita e delle attività monastiche...

    Project details
    • Year 2014
    • Work finished in 2014
    • Client Clarisse del Monastero di Santa Filippa Mareri
    • Status Completed works
    • Type Museums
    Archilovers On Instagram