Cantina dell'azienda La Macinaia

Cantina per vinificazione Siena / Italy / 2017

14
14 Love 1,343 Visits Published

L’area di intervento è localizzata all’interno delle superfici destinate a vigneto, ed in posizione dominante rispetto allo sviluppo dei filari.

Il complesso edilizio è costituito da due distinti corpi di fabbrica adiacenti e comunicanti, destinati a contenere, l’uno, tutte le attrezzature necessarie alla vinificazione in azienda ed al successivo stoccaggio ed invecchiamento del prodotto finito e, l’altro,  le attrezzature agricole e gli spazi per la loro manutenzione. I due volumi si articolano intorno al vano tecnico posto al centro, occupato dalle apparecchiature per il controllo degli impianti.

I fabbricati sono stati completamente interrati al di sotto del terrazzamento esistente, sfruttando il naturale andamento in sezione della morfologia del terreno, e ricoperti dal terreno proveniente dallo scavo di sbancamento.

I due corpi di fabbrica sono allineati secondo un asse longitudinale Nord-Sud, e leggermente ruotati l’uno rispetto all’altro in maniera da assecondare il naturale movimento circolare delle curve di livello della collina. In tal modo i fronti, non complanari, e non contemporaneamente percepibili nel loro intero sviluppo lineare, tendono piuttosto a ridursi a causa della visione prospettica dovuta allo “scorcio”.

I corpi di fabbrica sono accompagnati alla sommità del fronte esterno da una pensilina rivestita in acciaio corten, a sbalzo sulle pareti esterne, con aggetto variabile da un minimo di 50 cm fino ad un massimo di cm 200 in corrispondenza degli accessi, e che, segno grafico oltre che funzionale, segue lo sviluppo dei fronti con autonomo e differenziato sviluppo narrativo.

L’obiettivo progettuale, teso alla sostanziale “integrazione” con i luoghi, si fonda essenzialmente su due principi caratterizzanti.

Il primo trae ispirazione diretta dalla cantina tradizionale, storicamente di piccole dimensioni, coerentemente proporzionata alle capacità produttive dell’azienda agricola, più calata nel territorio e più capace di esprimere l’identità dei luoghi. Nel progetto si ripropone la funzione primaria della cantina quanto a semplicità compositiva, intesa come mero luogo di trasformazione e conservazione dei vini. La cantina è progettata in maniera “essenziale”, badando alla funzionalità, e limitando l’esercizio della forma allo stretto indispensabile, secondo i tipi dell’architettura rurale, pur continuando a rispondere a precise esigenze funzionali ed operative. Il riferimento all’architettura tradizionale, quasi una “citazione”, è qui evidente nella tipologia dell’accesso alla barricaia direttamente dalla strada interpoderale, attraverso il portoncino in legno a tutto sesto sul fronte seminascosto.

Il secondo principio rimanda direttamente alle tecniche costruttive ipotizzate, sia per quanto concerne il posizionamento della cantina rispetto al contesto, sia per quanto concerne i materiali utilizzati.

L’interramento della cantina riduce al minimo l’impatto ambientale dell’opera nella percezione del paesaggio agrario, favorisce la creazione di un microclima interno ideale per l’invecchiamento dei vini, e contribuisce alla riduzione dell’impegno energetico per la climatizzazione artificiale degli ambienti.

Il processo di integrazione con la semplicità del paesaggio agrario condiziona, infine, la scelta dei materiali utilizzati. E così la pietra locale, materiale tipico dell’architettura rurale storica, è qui adottata per il rivestimento di tutte le superfici esterne.

14 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’area di intervento è localizzata all’interno delle superfici destinate a vigneto, ed in posizione dominante rispetto allo sviluppo dei filari.Il complesso edilizio è costituito da due distinti corpi di fabbrica adiacenti e comunicanti, destinati a contenere, l’uno, tutte le attrezzature necessarie alla vinificazione in azienda ed al successivo stoccaggio ed invecchiamento del prodotto finito e, l’altro,  le attrezzature agricole e gli spazi per la loro manutenzione. I due volumi si...

    Project details
    • Year 2017
    • Work started in 2016
    • Work finished in 2017
    • Main structure Reinforced concrete
    • Contractor Massini & Gori
    • Status Completed works
    • Type Landscape/territorial planning / Factories / Wineries and distilleries
    Archilovers On Instagram
    Lovers 14 users