NUMERO TRENTA

Arezzo / Italy / 2017

52
52 Love 1,333 Visits Published

La villetta rappresenta l’archetipo dell’abitare postmoderno in Italia. Il luogo è quello della toscana interna, il contesto quello di uno sprawl suburbano diluito nel paesaggio. I caratteri architettonici dell’edificio assecondano tutti gli stereotipi dello stile toscano, aggiornato alle tecnologie ed alle esigenze di questo secolo.


L’architettura insegue il proposito di vivere la casa come una narrazione fluida, distingue l’atmosfera dei vari spazi e mantiene al contempo alcune soluzioni di continuità tra di essi.


Il progetto si concentra in un importante revisione degli interni con l’intento di qualificare e restituire all’abitazione spazi aperti per l’utilizzo conviviale e luoghi privati per esigenze familiari. Dove necessario si rimuove elementi murari incongrui enfatizzando ambienti unici distinti dalle fasce di servizio integrate nella progettazione con rivestimenti e dettagli su misura. Si privilegiano atmosfere differenti nella luminosità e nei colori ma legate da ricordi di finiture e disegno.


L’accoglienza della casa avviene in un nucleo centrale costituito dalla sala giorno, luogo unico longitudinale composto da una successione eterogenea di fondali: libreria, studio, diaframma di disimpegno, armadiatura integrata, seduta in pietra e focolare, cassettiera, guardaroba.


L’ingresso trasposto in asse si pone come inizio e fine di un concetto di arredo che si prospetta continuum vario nei diversi utilizzi ma uniforme-omogeneizzante nella sua composizione.
Il legno di rovere della pavimentazione, che assorbe le ombre sfumandone i bordi, si ritrova nelle superfici degli arredi laccati di bianco o laminati di azzurro nebbia. L’innesto della scala è definito da tre gradini rivestiti in pietra serena spazzolata che continua come grande mensola di appoggio del camino. Il luogo del fuoco descrive un’atmosfera calda e colloquiale grazie ai rapporti tra seduta, illuminazione e poltrone.
La sala pranzo si presenta come spazio piacevole e rilassante nella cromia delle finiture e nel calore delle luci, capace di accogliere numerosi ospiti o semplicemente essere vissuta come convivio nella quotidianità familiare. La pavimentazione in graniglia levigata neutra con punti di colore caldo e la balsa in rovere che segna il perimetro, uniformano ed aumentano la percezione di spazio aperto.


La pavimentazione in rovere chiaro mantiene domestici gli ambienti notte. La camera matrimoniale si colora di grigio sia nelle pareti che nelle armadiature. La grande porzione specchiata all’ingresso cerca di dilatare lo spazio e la luce lineare diffonde un’illuminazione dolce della stanza. I comodini si compongono di un basamento continuo ed una porzione opale fissa, ulteriore fonte di luce e appoggio per la camera.


Il bagno principale si contrappone ai colori caldi e neutri attraverso un rivestimento colore blu avio; la continuità visiva tra il lavabo e l’ambiente doccia, e la dilatazione che la parete specchiata regala, permettono di mantenere inalterata la dimensione utile del servizio. In tutta l’abitazione finiture in ottone brunito risaltano in dettagli puntuali all’interno di un ambiente che ricerca nel complesso delicatezza e carattere. 


 


 

52 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La villetta rappresenta l’archetipo dell’abitare postmoderno in Italia. Il luogo è quello della toscana interna, il contesto quello di uno sprawl suburbano diluito nel paesaggio. I caratteri architettonici dell’edificio assecondano tutti gli stereotipi dello stile toscano, aggiornato alle tecnologie ed alle esigenze di questo secolo. L’architettura insegue il proposito di vivere la casa come una narrazione fluida, distingue l’atmosfera dei vari spazi e mantiene...

    Project details
    • Year 2017
    • Work finished in 2017
    • Status Completed works
    • Type Interior Design / Refurbishment of apartments
    Lovers 52 users