Loft in via Bufalini a Firenze

Florence / Italy / 2015

16
16 Love 1,045 Visits Published

Nel cuore di Firenze una ex sala da musica con volte affrescate si trasforma in un loft per una famiglia. La memoria di un ambiente votato all'arte rivive attraverso una soluzione inedita e originale, capace di ricavare gli spazi di vita senza alterare la dimensione poetica del luogo.
Opera di FABBRICANOVE, l'abitazione è il frutto di una solidale interazione fra progettisti e artigiani, nella convinzione che la qualità e l'unicità di uno spazio siano il frutto di un confronto costante fra idea e applicazione, fra cultura progettuale e metodo artigianale. Il Loft in via Bufalini a Firenze, in pieno centro storico, è il frutto della ristrutturazione di una ex sala da musica. Lo spazio a doppia altezza, voltato a botte e affrescato, è diventato un'abitazione per una famiglia con bambini grazie al progetto dello studio fiorentino.


L'idea: la scatola attrezzata. Nella soluzione di FABBRICANOVE, il grande open space viene articolato attraverso l'inserimento di un "core" a doppia altezza con un pavimento in vetro che ne garantisce una percezione unitaria in verticale. Le pareti del "core" sono realizzate in legno e attrezzate, ora verso l'interno ora verso l'esterno, e permettono di separare gli ambienti donando a ciascuno di essi una precisa funzione. Le pareti attrezzate, grazie al loro spessore, si trasformano di volta in volta in libreria e scaffali nell'ufficio, in dispensa nella cucina, in ampi ripiani nella camera da letto. "In questo modo il core attrezzato si tematizza in funzione degli ambienti.


Cucina, soggiorno, pranzo, studio e zona notte sono messi in relazione tra di loro mediante uno scrigno ~erica e poroso, che conferisce continuità visiva e spaziale", spiegano i progettisti. La soluzione, che ricorda il concetto di machine à habiter, si rivela funzionale e al tempo stesso interessante da un punto di vista formale: da un lato rende possibile la distribuzione degli ambienti senza perdere il fascino della memoria legata a un luogo destinato all'arte della musica, dall'altro propone un intervento dal linguaggio contemporaneo che diventa protagonista dello spazio senza ferirlo, anzi esprimendo e arricchendo le sue potenzialità.


Stratificazione, volumi/pareti attrezzati, attenzione al dettaglio. Il progetto del loft esprime tre elementi portanti che ricorrono poi in altri progetti del team: la stratificazione funzionale e storica, che si manifesta nella capacità di interpretare la contemporaneità senza violare la memoria delle preesistenze, l'inserimento di volumi, pareti ed elementi attrezzati che ridefiniscono e articolano lo spazio nei suoi diversi ambienti, la cura per il dettaglio, considerato come elemento degno di attenzione tanto quanto qualsiasi altra parte del progetto. Da qui la ricerca della qualità totale.


Architetti + Artigiani. La scatola costituisce la vera anima dell'abitazione, pensata come un lavoro sartoriale, alla ricerca di una formula capace di identificare l'intero progetto come un pezzo unico. Tutti gli arredi sono artigianali e realizzati secondo i disegni di FABBRICANOVE: ogni dettaglio è il risultato di un rapporto solidale fra progettisti e artigiani, falegnami in particolare, attori alla pari in un confronto reciproco dal quale scaturiscono arredi su misura dalle soluzioni sempre uniche e originali.


GLI ARCHITETTI RACCONTANO IL PROGETTO
"Ogni nostro lavoro, indipendentemente dalla scala, parte con l'ambizione di controllare ogni progresso del progetto e ogni suo elemento di dettaglio, nella stessa modalità in cui un artigiano modella la sua opera. Per questo il nostro studio è organizzato in forma di laboratorio, nel quale ogni architetto si prende estrema cura del proprio progetto, confrontandosi poi con il gruppo di lavoro. L'attività di workshop diviene così uno strumento operativo di ricerca e di confronto, in grado di dare plusvalore al prodotto finito. Così, anche nella progettazione del loft, ogni passaggio progettuale è stato controllato maniacalmente sia dal singolo progettista sia dal gruppo, al fine di massimizzare la qualità del risultato finale. Ciò sia nella fase esecutiva di progetto che nella fase realizzativa dell'opera, dove il confronto è stato serrato, sia con l'impresa esecutrice che con i suoi artigiani. Ed è proprio nel rapporto con gli artigiani che riteniamo di esprimere al meglio il nostro approccio; è con loro che riusciamo a introdurre, nel processo progettuale, tutti i giusti ingredienti, interpretando le loro singole esperienze e peculiarità di lavoro. Quando si attiva questo meccanismo, il risultato finale (anche e soprattutto nel dettaglio) assume sempre una sua dimensione poetica. In questo senso riteniamo che il loft incarni al meglio questo nostro atteggiamento, nel quale la direzione dei lavori diventa parte integrante e irrinunciabile dell'iter progettuale." (FABBRICANOVE)

16 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Nel cuore di Firenze una ex sala da musica con volte affrescate si trasforma in un loft per una famiglia. La memoria di un ambiente votato all'arte rivive attraverso una soluzione inedita e originale, capace di ricavare gli spazi di vita senza alterare la dimensione poetica del luogo. Opera di FABBRICANOVE, l'abitazione è il frutto di una solidale interazione fra progettisti e artigiani, nella convinzione che la qualità e l'unicità di uno spazio siano il frutto di un...

    Project details
    • Year 2015
    • Work finished in 2015
    • Status Completed works
    • Type Apartments
    Lovers 16 users