Casa GM

Palermo / Italy / 2013

6
6 Love 2,645 Visits Published

Il progetto riqualifica l'attico di un edificio di fine anni '70.


Il progetto della casa è espressione della reciprocità che intercorre tra una forma e il suo intorno, tra più forme e gli intervalli che esse stesse descrivono, e anche esperienza del dialogo con la committenza: Casa GM è stata pensata, discussa, immaginata insieme alla coppia che oggi la abita, è il frutto di un processo, a volte dialettico, iniziato in sede progettuale e consolidato nella pratica del cantiere.


L'occasione progettuale ha indagato temi compositivi che coniugano il senso dell'identità legata al luogo, alla tradizione mediterranea dell'abitare, e le istanze della contemporaneità come declinazione della modernità.


La sintesi progettuale condivisa, è caratterizzata dunque da un approccio alla complessità che muove dalla contaminazione, propria della cultura siciliana, di forme, materiali e significati, verso una progressiva e rigorosa semplificazione tesa a produrre bellezza e utilità in modo sostenibile, etico e ludico. La misura di questo agire si è concretizzata nell'uso di un materiale che contiene tutti gli altri: la luce naturale.


La costruzione di uno spazio a partire dal vuoto è ricercare le condizioni che definiscono la distanza tra le cose, che ne evidenziano e ne misurano le relazioni, ed esige chiarezza: gli elementi devono essere ben riconoscibili, coordinati e in relazione tra loro senza confondersi; le funzioni necessarie, riunite e organizzate in un nuovo ordine.


Questo interno, inteso come intervallo tra pareti, solai e pilastri, possiede una propria sostanza e pone delle condizioni a ciò che lo delimita per soddisfare l'esigenza formale della funzione che gli è attribuita; in tal senso, il volume interno originario compreso tra le pareti perimetrali ed i solai, frammentato nei diversi ambienti domestici e disteso longitudinalmente tra il fronte sulla terrazza e la strada, e il fronte sulla corte interna, è stato ridisegnato per recuperarne l'unità primaria, la dimensione di spazio, fluido, continuo. Lo spazio così concepito è modellato da grandi superfici bianche che si piegano e riflettono la luce con intensità diverse. La luce che le bagna, attraverso una sequenza di aperture zenitali, disegna il suo movimento e il trascorrere del tempo. Gli oggetti, posti al suo interno, stabiliscono tra loro e con lo spazio che li accoglie, un sistema di relazioni dinamiche e variabili, che la luce, naturale e artificiale, disegna e descrive.


E' la luce che definisce le forme nella loro chiara semplicità, gli intervalli, i rapporti e riunisce le varie 'circostanze' presenti, le funzioni necessarie, in un nuovo ordine: gli ambienti della casa disposti secondo il principio rigoroso dell'ortogonalità sono connessi dall'assialita dei percorsi longitudinali che accopagnano dall'ingresso allo studio, attraverso il living, e parallelamente, dalla zona giorno alla zona notte, attraverso la cucina.


La luce naturale zenitale delle finestre orizzontali poste in sequenza, secondo le stesse direttrici longitudinali, ne amplifica l'azione dinamica: alle diverse ore del giorno e al variare delle stagioni e delle condizioni atmosferiche, ne modifica sensibilmente le qualità cromatiche, i valori estetici e la loro percezione.


La luce naturale accenta, evidenziandone i diversi significati, la dimensione formale complessiva; definisce la misura e il movimento dello spazio interno in relazione al suo esterno, al paesaggio che lo circonda.


Lo spazio interno 'si muove', si comprime e si dilata in osmosi con lo spazio esterno, come una cassa armonica sotto l'effetto del respiro luminoso.


 


 


Architetto esecutivo/Executive architect: Maria Eliana Madonia Architetto


Gruppo di progettazione/Design team: Madonia Architettura con/with Lo Castro


(strutture dei cupolini/structures for domes); Alessandro Balsano (impianto elettrico/ electrical engineering); Mario D’Antona (impianto idrico/plumbing engineering); Stelbi (riscaldamento a pavimento/floor heating); Mitsubishi Electric Europe B.V. (impianto climatizzazione/HVAC engineering) Illuminotecnica/Lighting: Chiarenza Bulthaup Palermo


Superficie intervento/Site area: 315 mq


Superficie vetrata/Glazed surface: 110 mq


Fase di progetto/Design phase: 2012


Costruzione/Construction phase: 2012-2013

6 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il progetto riqualifica l'attico di un edificio di fine anni '70. Il progetto della casa è espressione della reciprocità che intercorre tra una forma e il suo intorno, tra più forme e gli intervalli che esse stesse descrivono, e anche esperienza del dialogo con la committenza: Casa GM è stata pensata, discussa, immaginata insieme alla coppia che oggi la abita, è il frutto di un processo, a volte dialettico, iniziato in sede progettuale e consolidato nella...

    Project details
    • Year 2013
    • Work started in 2012
    • Work finished in 2013
    • Status Completed works
    • Type Apartments / Interior Design
    Archilovers On Instagram
    Lovers 6 users