Celio Apartment

Roma / Italy / 2011

27
27 Love 4,470 Visits Published
This luxurious apartment, located close to the Colosseo area, has been reorganized through a complete and detailed design project. The client's main need of opening the space toward the outside landscape, generated a design characterized by light and airy rooms. Several windows have been reopened and the interior distribution has been changed in order to create multiple perspectives. The main space of the day area is the kitchen volume, which relates directly to both the entrance and the living room. It is designed as an isolated volume, separated from ceiling and floor with continuous LED lights. Two white sliding-glass doors allow the kitchen to be open or closed, depending on the user’s needs. The living room has a minimalist flair and its furniture (designed by the architect) creates a balance with the interior architecture. The lighting system has been carefully studied in order to emphasize perspectives and space depth. A direct relation to the exterior area is underlined by the wooden floor that extends from the interior space into the balcony. The black door and window-frames create a painting-like effect by framing the surrounding natural landscape. The kitchen has a sculptural valence that partially hides its real function. Nevertheless, practical needs are not underestimated thanks to the creation of big cabinets and a white corian kitchen island (ideal for quick meals and as a work top). The night area has three bedrooms, three bathrooms and one office space. The corridor that leads to them has been designed in order to open up the space through the use of niches and lights. A long built-in cupboard, which perfectly merges with the architecture, gives up on classical doors and replaces them with backlit printed plexiglass panels. The master bedroom is naturally lit by two big windows and has a nice banked relaxation area, coated with grey resin. This material creates a continuity with the grey wooden floor. A jacuzzi is situated into the banked platform. Two symmetrical walls lead into the walk-in closet area and then into the master bathroom. The master bathroom has the same colors and geometries as the bedroom. The white bathroom fittings and cabinets stand out against the grey walls and four green wooden cabinets are the only colored elements. The kids’ bedroom, with its coordinated bathroom, creates a fairy tail world separated from the rest of the apartment. Everything recalls play time. Purple is the main colour in both the bedroom and bathroom. The bathroom’s fittings are emphasized through the wall’s purple-resin veneer. In the guest bedroom (also used as a gym area), relaxation, exercise and free-time spaces alternate. The guest bathroom is characterized by a strong red color. It is located close to the gym and has a comfortable hammam space, also usable as a normal shower. The office is placed at the end of the corridor and has its own entrance, which allows for flexible and independent use. The wengé wooden furniture, with its warm and sober colors, is designed by the architect. [IT] Questo importante appartamento situato alle spalle del Colosseo, in una storica via di Roma, è stato completamente ripensato e ridistribuito a seguito di una importante opera di progettazione ed interior design. Il punto di partenza è stata la principale esigenza della committenza di aprire gli spazi fra di loro e verso l’esterno attraverso le ampie finestre, rendendo così gli ambienti (precedentemente bui e appesantiti da obsoleti elementi decorativi) ariosi e generosamente illuminati dalla luce naturale. Questo ha comportato la riapertura di alcune finestre precedentemente murate e la demolizione di partizioni che ha reso sia la zona giorno che la zona notte più fluide e dominate da un susseguirsi di urgenze prospettiche. Elemento cerniera della zona giorno è il volume della cucina che, pur essendo direttamente comunicante con l’ingresso e con l’ampio soggiorno, se ne discosta volumetricamente delineandosi come un corpo galleggiante ed indipendente che non tocca né soffitto né pavimento. La possibilità di aprire (facendole totalmente scomparire all’interno di doppie pareti appositamente realizzate) o chiudere le porte scorrevoli in vetro satinato, restituisce all’occorrenza la privacy e l’isolamento all’ambiente cucina. Il soggiorno è dominato da linee essenziali che si integrano con gli arredi, molti dei quali sono realizzati artigianalmente e su disegno dell’architetto. L’attento studio dell’impianto illuminotecnico valorizza ciascun elemento di questo ambiente, sottolineando simmetrie e volumi. Una immediata comunicazione distributiva e visiva con l’ampio balcone esterno è sottolineata dalla continuità della pavimentazione in legno e dalla scelta di infissi di colore scuro che incorniciano dei veri e propri quadri naturali offerti dal panorama circostante. La cucina assume, vista dal soggiorno e dall’ingresso, una valenza scultorea che mimetizza in parte la sua funzione pratica. Quest’ultima tuttavia non è sottovalutata grazie alla presenza di ampi contenitori e di una comoda isola in corian bianco che funge sia da piano di lavoro che da tavolo per veloci pasti in famiglia. Le generose aperture fra soggiorno, ingresso e cucina, oltre ad assicurare una totale flessibilità di utilizzo, creano un gioco di molteplici prospettive architettoniche, evidenziate dalla presenza di fughe luminose realizzate con fasce di led multicolore. La zona notte è organizzata attorno ad un corridoio di distribuzione. Questo è progettato in modo da dilatare gli spazi ed enfatizzare i giochi di luce. Un lungo e capiente armadio a muro che si integra perfettamente con l’architettura e le linee geometriche dell’appartamento, rinuncia ai classici sportelli, per rivestirsi di pannelli in plexiglass stampato e retroilluminato, creando un effetto di dilatazione degli spazi. Nicchie illuminate si alternano alle ante contenitrici in modo da creare un gioco vuoto-pieno che alleggerisce e valorizza ancor più la parete. La camera padronale, illuminata da due ampie finestre è caratterizzata dalla presenza di una pedana rivestita in resina grigia spatolata che crea un continuum con il pavimento in parquet e nella quale è alloggiata la vasca idromassaggio installata a filo pavimento. Si crea così un intimo angolo relax per i momenti più privati. Due pareti verdi simmetriche conducono alle due cabine armadio e al bagno padronale, dando vita anche in questo caso una ben definita fuga prospettica. Il bagno padronale segue cromaticamente i toni della camera da letto e mantiene linee architettoniche essenziali. Il bianco dei sanitari e del mobile dei lavabi (realizzato in rovere tinto bianco su disegno dell’architetto) si staglia contro il grigio spatolato della resina che riveste le pareti e la cabina doccia. Unico elemento cromatico volutamente discordante sono i cubi contenitori in legno laccato verde che, riprendendo il cromatismo della camera da letto, creano un gioco di vuoti e pieni che ben si articola con le nicchie della doccia. Proseguendo nella zona notte si arriva alla camera della bimba che a sua volta conduce nel proprio bagno privato. Si apre qui un mondo separato dal resto della casa, fiabesco, che richiama al gioco e alla giovanissima età della figlia dei padroni di casa. Il viola domina sia nella camera che nel bagno, grazie alla resina spatolata che ne ricopre interamente le pareti. I sanitari vengono così anche qui valorizzati diventando presenze scultoree che si stagliano contro le pareti. Nella camera degli ospiti, utilizzata altresì come palestra, si alternano angoli per il relax, l’esercizio fisico e il tempo libero. Una intera parete è inoltre dedicata ad un ampio armadio contenitore realizzato in legno laccato bianco su disegno. In questa zona della casa è collocato il bagno degli ospiti, caratterizzato da un intenso cromatismo che va dal rosso al bianco del rivestimento in resina. In questo ambiente, prospiciente la zona palestra, è collocato un hammam da utilizzarsi all’occorrenza anche solo come cabina doccia. Nota cromatica di rilievo è il lavabo, unico elemento che si discosta dal doppio cromatismo rosso-bianco dei rivestimenti e degli accessori. Al termine del corridoio vi è lo studio privato del proprietario; questo gode di un secondo ingresso, proprio per favorirne all’occorrenza un utilizzo indipendente dal resto dell’appartamento. Anche in questo caso gli arredi in rovere tinto wengè, sono progettati su disegno ed inseriti in un contesto in cui dominano colori sobri e caldi.
27 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    This luxurious apartment, located close to the Colosseo area, has been reorganized through a complete and detailed design project. The client's main need of opening the space toward the outside landscape, generated a design characterized by light and airy rooms. Several windows have been reopened and the interior distribution has been changed in order to create multiple perspectives. The main space of the day area is the kitchen volume, which relates directly to both the entrance and the...

    Project details
    • Year 2011
    • Work finished in 2011
    • Status Completed works
    • Type Apartments
    Archilovers On Instagram
    Lovers 27 users