Matteo Thun: la collaborazione con Baxter @ iSaloni 2013

Un'estetica h24 sul modello di una bellezza che non tramonta

by Valentina Ieva
0

Una delle chiavi di successo del brand Baxter si identifica nella propensione alla ricerca e alla sperimentazione, come lo dimostra la collaborazione con l'architetto e designer Matteo Thun ai Saloni 2013.

Le parole di Thun: “Baxter usa una concia che altri non hanno, una concia che noi chiamiamo high touch, ossia un materiale che si presta alle finiture più svariate. (…) L’ispirazione era la Belle du Jour, quando Catherine Deneuve nel suo famoso film lavorava con un’estetica di giorno e un’estetica di notte. Qui ci troviamo di fronte ad un’estetica di 24 ore. Le 24 ore di Baxter si riferiscono ad una bellezza che non tramonta.

"In futuro con Baxter vogliamo realizzare degli imbottiti in pelle piccolissimi per le camere d’albergo, in quanto lo spazio delle camere e delle suites è pur sempre molto ridotto e questo è per noi un tema affascinanate al quale stiamo già lavorando”.

La collezione per la zona living, realizzata da Baxter su progetto di Matteo Thun e Antonio Rodriguez, comprende poltrone, divani, tavolini liberamente combinabili e cuscini con preziose lavorazioni, uno scrittoio, contenitori e librerie.

Colori caldi e tenui. Lavorazioni uniche eseguite con una tecnica speciale di plissettature e piegature della pelle che creano differenti configurazioni, da quelle a petalo, a zig-zag, fino a quelle a strisce.

La continua ricerca condotta da Baxter introduce di anno in anno delle novità assolute nel mondo della pelle e del cuoio, (materiali naturali di origine storica), con l'obiettivo di mettere la propria capacità ed esperienza al servizio dei designers con cui l'azienda collabora per realizzare prodotti e oggetti esclusivi.

Comments
    comment
    Author
    • Valentina Ieva

      Architect

      Bari / Italy

      Laureata in Ingegneria edile-architettura, giornalista per professione, web writer per diletto. Amante di architettura, design, fotografia e libri di carta. Dipendente dai social, Instagram e InstaStories su tutti. Affamata di vita, viaggi e storie da scoprire. Qualunque forma d'arte mi affascina da sempre e non posso pensare una vita senza: emozioni forti, immaginazione, buona musica, cucina pugliese, sole e gatti. Per dirla con le parole di Battiato, non potrei vivere senza: ‘un soffio al cuore di natura elettrica’!)

    References