I segreti della ceramica: un viaggio “dietro le quinte”

L’azienda spagnola Peronda apre le porte della sua imponente macchina produttiva

by roberta dragone
1

Peronda fa da cicero in un affascinante viaggio “dietro le quinte” del sistema produttivo della ceramica spagnola.  Durante i giorni di Cevisama, il salone internazionale della ceramica e dell’arredo bagno che la Fiera di Valencia ha ospitato dal 5 all'8 febbraio scorsi, l’azienda spagnola ha aperto le porte della sua imponente macchina produttiva – sita nell’area di Castellòn de la Plana, cuore del comprensorio ceramico della penisola iberica – per mostrare i “segreti” del complesso processo di produzione che trasforma argilla e sabbia in sofisticate piastrelle ceramiche di ultime generazione.

Catapultati in una dimensione fiabesca in cui l’imponenza della tecnologia sembra quasi diventare magia, seguiamo il nostro cicero in uno spazio talmente grande da poter udire a stento le voci dei nostri compagni di viaggio, fino a perderli quasi di vista in qualche attimo di esitazione nel percorso guidato.

La complessa catena di impianti e sistemi digitalizzati è indiscussa protagonista in uno spazio in cui raramente si incontra qualcuno, nonostante il numero rilevante di uomini al lavoro, e nel quale risulta decisamente più facile muoversi in bicicletta.

Macchine guidate da sofisticati software per impasto, macinazione a umido, taglio, rettifica, lappatura, decorazione, veicoli ASRV per lo spostamento e lo stoccaggio del materiale. Eppure, nonostante l’automazione dei diversi passaggi produttivi, alla fine di ogni fase diversa di lavorazione, è sempre l’occhio umano ad occuparsi del controllo finale.

Le immagini scattate all’interno dello stabilimento produttivo raccontano il viaggio attraverso le diverse fasi di lavorazione e trasformazione dei materiali, sino allo stoccaggio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments
    comment
    Author