Pavimentazione Piazza d'Italia Sassari

Sassari / Italy / 2005

0
0 Love 1,781 Visits Published
1.ripristinare un buon grado di coerenza con l'impianto e con lo stile originario della piazza.

2.assicurare un nesso con la tradizione locale.

3.esprimere massima semplicità e chiarezza nel disegno del pavimento rinunciando a ogni velleita decorativa.

Il disegno della pavimentazione

Nella piazza. Sarà dettato dalle lastre di forma rettangolare. La misura più appropriata è quella di cm. 50×90, la più ambita in passato ( alcuni esempi in Largo Ittiri, via Luzzati e di fronte alla chiesa della Trinità). La disposizione che appare più coerente è quella a corsi con lastre “a correre” disposte ortogonalmente al fronte del Palazzo della Provincia.

Nelle strade. Si conserverà la pavimentazione superstite sotto l’asfalto. Altrimenti si adotterà un lastricato in granito a spina com’ è nella gran parte delle strade di quest’epoca.

I materiali

La soluzione più idonea è quella di ricorrere al granito di Gallura, preferito storicamente ad altre pietre. Se si fosse potuto completare la piazza all’epoca, il materiale prescelto sarebbe stato il granito. E’ plausibile intervallare liste di granito di diversa cava, quindi con differente intensità cromatica, una soluzione adottata con buon effetto in alcune strade anche, con ricorso alla trachite. E' possibile affinare l'effetto anche mediante diversi trattamenti: le lastre dello spessore di cm. 6-8 potranno essere bocciardate a punta fine o fiammate.
La posa

La soluzione dovrà essere valutata con cura dal progetto esecutivo anche sulla base delle esperienze svolte (quella nel corso Vittorio Emanuele, sopratutto). In linea di principio sarà opportuno adottare le tecniche di posa in opera della tradizione così come si sono evolute, in relazione alle necessità.

Il livello dei piani di calpestio.

A-Nella quota inferiore. Non si vedono ragioni che inducano a modificare in modo significativo i livelli convalidati dall'uso. Non si esclude di ridurre il dislivello tra piazza e strade, ma sembra utile evidenziare il confine tra strade e piazza con un segno luminoso a terra nelle ore notturne.

B-Nella quota elevata. Il piazzale antistante al Palazzo è stato sistemato in modo casuale negli anni. Si ritiene indispensabile l'eliminazione del parcheggio. Per rafforzare questa scelta si decide l'introduzione di due aree verdi di forma regolare, mantenendo un percorso carrabile. In quest'area le lastre sono disposte parallelamente alla linea del Palazzo.
L'aiuola centrale e il monumento.
E' opportuno ridare rilievo al monumento riportando interamente alla luce il basamento a gradoni, oggi interrato, che sarà semplicemente posato sul terreno vegetale. Si ripropone l'assetto evidente nelle foto storiche, ripristinando la soluzione della ringhiera, che definisce l'ambito di rispetto, con la sola variante di una seduta in pietra chiara ( o di granito come il piedistallo).L'unica vegetazione che si conserva è il gruppo delle quattro palme. A terra un prato con semplici fioriture stagionali
a gambo corto.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    1.ripristinare un buon grado di coerenza con l'impianto e con lo stile originario della piazza.2.assicurare un nesso con la tradizione locale.3.esprimere massima semplicità e chiarezza nel disegno del pavimento rinunciando a ogni velleita decorativa.Il disegno della pavimentazioneNella piazza. Sarà dettato dalle lastre di forma rettangolare. La misura più appropriata è quella di cm. 50×90, la più ambita in passato ( alcuni esempi in Largo Ittiri, via Luzzati e di fronte alla chiesa della...

    Project details
    • Year 2005
    • Client Comune di Sassari
    • Status Competition works
    • Type Public Squares
    Archilovers On Instagram