D.U.N.A.

Dynamic Unconventional iNdustrial Area San Benedetto del Tronto / Italy / 2013

3
3 Love 1,437 Visits Published
Il dinamismo è uno dei capi fondamentali del progetto: nessuna sezione è uguale all'altra, l’oggetto si genera seguendo gli aspetti bioclimatici del sito. Sono proprio questi ultimi che modellano l’edificio, che diviene una scultura scolpita dal vento, un girasole che muta la sua posizione in base al percorso del sole, un argine modellato dalla forze delle correnti del mare.
Lo schema tradizionale del capannone industriale è stato completamente stravolto; non esistono più rigide forme legate alla mera funzionalità, l’oggetto si configura come una naturalità artificiale, essa gestisce e sfrutta al meglio gli elementi bioclimatici. L’area è portuale e quindi destinata prevalentemente alla produzione navale. È una delle zone più degradate e cementificate di San Benedetto.
Da questa situazione, nasce a scelta di coniugare la naturalità e
ampi spazi verdi ad una zona industriale, in modo da stabilire una rinascita e una riqualificazione che vuole andare ben oltre alla classica configurazione funzionale delle zone produttive che sono in genere un tessuto ad alta densità composto da volumi rigidi ed identici.

Dynamism is one of the key leaders of the project: no section is equal to the other, the object generates the following bioclimatic aspects of the site. It is these that shape the building, which becomes a sculpture carved by the wind, a sunflower changes its position according to the path of the sun, an embankment shaped by the forces of the currents of the sea.
The traditional scheme of the industrial building has been completely overwhelmed and there are no more rigid forms related to mere functionality, the object appears as a natural reservoir, it manages and leverages the bioclimatic elements. The port area is therefore intended principally for the production and shipbuilding. It is one of the most degraded and cemented of San Benedetto.
From this situation, was born in choice of combining naturalness and
green spaces to an industrial area, so as to establish a rebirth and regeneration that wants to go beyond the classical functional configuration of production zones that are typically a high density fabric composed of identical disks and volumes.
3 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il dinamismo è uno dei capi fondamentali del progetto: nessuna sezione è uguale all'altra, l’oggetto si genera seguendo gli aspetti bioclimatici del sito. Sono proprio questi ultimi che modellano l’edificio, che diviene una scultura scolpita dal vento, un girasole che muta la sua posizione in base al percorso del sole, un argine modellato dalla forze delle correnti del mare. Lo schema tradizionale del capannone industriale è stato completamente stravolto; non esistono più rigide forme legate...

    Project details
    • Year 2013
    • Main structure Wood
    • Status Research/Thesis
    • Type Parks, Public Gardens / Adaptive reuse of industrial sites / Factories / Industrial facilities / River and coastal redevelopment
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users