San Francesco in Cuneo: un cantiere per la storia , la memoria e l'arte

Cuneo / Italy / 2004

1
1 Love 975 Visits Published
San Francesco in Cuneo, un percorso di storia, memoria e arte La mostra che questa mattina viene presentata è il prologo di una avventura emozionante, ovvero i lavori di restauro e rifunzionalizzazione di San Francesco. Il recupero dell’Identità della ex Chiesa medievale sarà il tema principale e il principale obbiettivo da perseguire San Francesco costituisce parte integrante del complesso conventuale che documenta il precoce insediamento dei Francescani a Cuneo. Il Complesso monumentale in parte già occupato dal Museo Civico che considera la ex Chiesa la sua principale opera esposta non può essere in alcun modo diviso,né fisicamente, né culturalmente. Deva essere prima di tutto mantenuto, ambientato quale contenitore e contenuto, va protetto. Dunque si deve pensare prima di tutto a San Francesco come museo di se stesso, esso stesso materiale di ricerca per la ricostruzione della propria identità, ma anche San Francesco contenitore degli arredi propri della chiesa stessa e di tutti i materiali conservati, oggi nei depositi che non potrebbero trovare altra collocazione e contenitore per ospitare grandi mostre temporanee, principale strumento di comunicazione. Quella di cui parliamo oggi è la prima. Si è scelto per questa mostra un linguaggio semplice il cui supporto si è materialmente concretizzato nell’uso del legno e dei chiodi. Di legno è il grande pavimento rialzato che vuole testimoniare questa fase di indagine che presuppone una sospensione di giudizio, con la disponibilità a correggere sempre il tiro in base alle nuove conoscenze. Di legno sono anche gli arredi che invece accennano all’assetto planimetrico dell’antica chiesa. Entrando una netta assialità centrale conduce lo sguardo verso l’abside dove su una vetrina/altare è sospesa una grande croce in legno come doveva essere quella originale. Piccole costruzioni attorno alle colonne ricordano gli antichi luoghi di devozione (piccoli altari, quadri intorno alle colonne…) delle famiglie cuneesi. Anche il pulpito è al suo posto come viene descritto nella relazione della visita pastorale di Mons. Scarampi il 3 marzo 1583, così come il coro del quale si indica la posizione planimetrica. L’allestimento prevede di procedere nella ricerca della perduta spiritualità del luogo esaltandone il carattere sacrale. La mostra propone in sequenza a partire dalla navata sinistra una prima sezione che riguarda l’archeologia dell’architettura e l’architettura di San Francesco attraverso la presentazione d frammenti di materiali lapidei e decorazioni con un apparato scientifico che racconta le vicende storiche, culturali, e architettoniche dell’edificio Una seconda sezione che attraverso l’apporto di epigrafi e di altro materiale archeologico tratta delle famiglie e delle sepolture in San Francesco. Nella zona del coro viene proposto un approfondimento sulla vita quotidiana francescana anche qui con un apparato scientifico accompagnato dalla presentazione di materiale archeologico proveniente dagli scavi del 1981. Nella navata sinistra invece troveremo le anticipazioni delle collezioni che in futuro potrebbero essere esposte. Viene proposta una selezione di materiali che potrebbero essere ospitati nelle cappelle seicentesche, una volta restaurate, attraverso percorsi tematici sul territorio (il percorso del gotico, del barocco, delle feste religiose, delle confraternite…) In particolare ad esempio nella cappella restaurata a destra dell’abside legata alla famiglia Mocchia, verrà riproposta l’intera collezione di quadri che l’adornava con opere della collezione dell’ospedale S. Croce. Procedendo ancora verrà proposto la Madonna degli Angeli e la collezione di Ex Voto sempre degli Angeli opere che devono tornare all’altro importantissimo complesso conventuale per creare una doppia polarità con San Francesco. E poi ancora preziose opere pittoriche di Defendente Ferrari, Dolce e Tarocco. Nella navata centrale una eccezionale raccolta di fotografie ci invita a scoprire le innumerevoli unicità di capitelli chiavi di volta dei capitelli e delle cappelle In generale la mostra prevede diversi tipi di lettura Una macrolettura che prevede una comunicazione a pavimento a caratteri cubitali per orientare il visitatore Una lettura scientifica con l’approfondimento dei principali temi presenti in mostra. E ancora quattro istallazioni multimediali che presentano: - una sequenza di immagini proiettate di San Francesco a partire dai documenti più antichi - una ricostruzione virtuale della Chiesa negli anni antecedenti la visita di Mons. Scarampi - una ricostruzione virtuale con il completamento delle campiture colorate della cruciata di Pietro da Saluzzo - una consultazione virtuale della biblioteca di San Francesco i volumi della quale riprodotti possono essere consultati con il supporto di un pc a disposizione del visitatore Tutto quello di cui abbiamo parlato si svolgerà in una penombra medievale come quando la chiesa era illuminata dai fuoco dei bracieri Di qui parte un nuovo percorso, la storia in parte svelata del complesso monumentale è l’inizio di un progetto che apre le pagine di una storia nuova che nei prossimi tre anni riconsegnerà alla città San Francesco Il cantiere di restauro in programma sarà ancora un evento ed ogni momento cruciale dei lavori sarà seguito documentato e presentato alla città con il supporto delle strutture che utilizziamo ora, dagli assi di legno ai computer alle telecamere e i video proiettori, materiale con il quale ogni volta si potrà costruire il teatro adatto a raccontare le scoperte o a mostrare gli affreschi che verrano riportati alla luce.
1 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    San Francesco in Cuneo, un percorso di storia, memoria e arte La mostra che questa mattina viene presentata è il prologo di una avventura emozionante, ovvero i lavori di restauro e rifunzionalizzazione di San Francesco. Il recupero dell’Identità della ex Chiesa medievale sarà il tema principale e il principale obbiettivo da perseguire San Francesco costituisce parte integrante del complesso conventuale che documenta il precoce insediamento dei Francescani a Cuneo. Il Complesso monumentale...

    Project details
    • Year 2004
    • Client Comune di Cuneo
    • Status Completed works
    • Type Exhibitions /Installations
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users