Campus 2010

1° campus universitario internazionale Milan / Italy / 2010

0
0 Love 4,701 Visits Published
Il progetto di realizzazione della nuova casa per studenti è previsto in sostituzione di un complesso edilizio esistente oggi costituente la sede della fondazione Rizzoli non più operante per l’istruzione di nuovi operatori tipografici, ragione principale di attività della Fondazione.
L’intero isolato fra le vie Botticelli, Saldini, Mangiagalli e Colombo comprende anche il contiguo un fabbricato di diversa qualità estetica oggi in parte utilizzato dal Politecnico.
Il progetto si inserisce dal punto di vista urbanistico in un contesto a margine delle strutture universitarie e del quartiere, in un comparto fittamente urbanizzato e di elevata qualità ambientale con edifici ottocenteschi condomini più recenti e residenze di diversa databilità.
L’esigenza di accoglienza per studenti è ben manifesta e raggiunge cifre di decine di migliaia di carenze giustificando ampiamente l’iniziativa che si intraprende.
Anche l’individuazione degli strumenti urbanistici in vigore identificano il ruolo funzionale della destinazione per studenti non ponendo limiti di vincolo specifico sulle cubature o SLP edificabili.
Il progetto edilizio proposto si fonda quindi su presupposti di fruizione per studenti ma altresì con l’ambizione di realizzare strutture funzionali al quartiere con l’intento di immaginare un luogo di incontro e di servizio per l’intero ambito territoriale offrendo servizi alle persone del quartiere.
Una sorta di “agorà” capace di offrire qualità e funzioni pubbliche e private in un complesso che comprende la ristorazione,l’intrattenimento con il salone auditorium per congressi e incontri, il bar, e spazi commerciali al livello stradale in continuità appunto con la città a livello stradale.
L’accessibilità è localizzata sul fronte della piazza dove la maggior profondità dello spazio pubblico meglio favorisce l’interesse delle funzioni previste favorendone l’accesso.
Anche l’elevazione del fabbricato che è progettato lungo i fronti viari è portato alle dimensioni massime rispettando i regolamentari coni d’ombra.
L’affaccio principale sulla piazza ha invece l’ambizione architettonica di elevarsi ulteriormente a formare un volume lirico di altezza fino a m. 65 dal suolo dando al complesso la verticalizzazione che costituisce elemento significante e caratterizzante dell’architettura di progetto.
Un’architettura che tiene conto delle necessità costruttive di contenimento energetico con parametri d’ambito a doppia parete coibentata e facciate di tipo ventilato pur non trascurando l’aspetto qualitativo che le superfici vetrate in vario modo conferiscono al fabbricato.
Il gioco dei vetri, la loro cromaticità, la composizione delle campiture che alternano vetro e ceramica ambiscono a conferire leggerezza e dinamicità a tutti i fronti che si concludono con la gronda orizzontale di dimensioni importanti che risulta continua con le coperture piane dei corpi meno elevati.
Il rivestimento serigrafato che disegna superfici ora con balconi ora di facciata ancor più la “magia” che il plesso esprime e che offre suggestione sia di giorno che di sera/notte.
Il fronte più elevato verso la piazza supera i limiti previsti dal vincolo aeroportuale occorrendo quindi benestare dagli Enti preposti alla navigazione aerea (che hanno già espresso benestare informale).
Ai livelli interrati sono previsti i quattro piani destinati all’accoglienza dei veicoli e altresì dei volumi tecnici occorrenti lasciando anche spazio per la sala meeting che occupando altezza maggiore d’interpiano interferisce in parte su due livelli.
L’organizzazione complessiva del funzionamento gestionale del complesso prevede la necessaria separazione delle funzioni aperte al pubblico da quelle proprie dell’accoglienza per studenti che hanno ingresso separato e autonomo con guardiola e gestione indipendente pur con le indispensabili scale e ascensori regolamentari con sbocco diretto stradale come previsto dai V.V.F.
Le camere sono integrate da spazi comuni di piano, da collegamenti fra anditi ai diversi livelli, da spazi filtro e di permanenza comune così come opportuno per strutture di questa destinazione.
Sono previste camere a doppio letto per l’accoglienza di due studenti con servizi in comune ai due utilizzatori nonché camere singole con dotazione individuale di bagno e angolo cottura avendo rispondenza dimensionale superiore ai limiti minimi della normativa vigente.
Ogni camera è fornita di impianti elettrici adeguati, servizi di informatizzazione con cablaggio e derivazioni in corrispondenza dei tavoli di studio, di alimentazione elettrica per la cottura di vivande, di sistemi di sicurezza e di allarme per servizio di antincendio con le segnalazioni centralizzate; servizio di telecamere a circuito chiuso e dotazione di impianti tecnologici convenzionali per il caldo e per il freddo.
Il cortile interno che si eleva fino alla copertura semitrasparente conferisce luce zenitale all’interno qualificandone l’involucro che in interno offre spazi insonorizzati e “protetti” acusticamente.
Anche le camere in affaccio stradale ovviamente sono realizzate con protezione acustica importante sia per la doverosa rispondenza alle vigenti norme, sia per l’elevata qualità ambientale che s’intende offrire al confort di ogni residenza.
Sul fronte della piazza ancora è prevista la presenza di alberature esterne in sede propria degli ingressi principali.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il progetto di realizzazione della nuova casa per studenti è previsto in sostituzione di un complesso edilizio esistente oggi costituente la sede della fondazione Rizzoli non più operante per l’istruzione di nuovi operatori tipografici, ragione principale di attività della Fondazione.L’intero isolato fra le vie Botticelli, Saldini, Mangiagalli e Colombo comprende anche il contiguo un fabbricato di diversa qualità estetica oggi in parte utilizzato dal Politecnico.Il progetto si inserisce dal...

    Project details
    • Year 2010
    • Work finished in 2010
    • Status Current works
    • Type Colleges & Universities
    Archilovers On Instagram