Nuova Sede Caritas

Civitanova Marche / Italy / 2009

2
2 Love 1,568 Visits Published
Premessa Civitanova Marche ha attivo da anni il Centro CARITAS “Il Samaritano” fino a pochi mesi fa con sede in via Parini fino a quando lo stabile fu dichiarato fatiscente dal comune di Civitanova Marche. La Provincia di Macerata recentemente ha messo a disposizione della Caritas Diocesana, in via provvisoria, alcuni locali dell’ex liceo scientifico lungo la strada nazionale SS16. In tali ambienti molto più ampi è stato istituito anche il servizio mensa oltre a quello già attivo, nella precedente sede, della raccolta e distribuzione di indumenti usati .Purtroppo la localizzazione attuale non risulta rispondere alle effettive esigenze dei fruitori di tale centro, infatti le persone con disagi e bisogno di assistenza trovano difficoltà a recarsi in tale istituto per la lontananza dello stesso dal centro cittadino, raggiungibile facilmente solo con mezzi pubblici o privati. Solo ora, con seduta del Consiglio comunale dello scorso ottobre 2009, è stato definitivamente approvato il Piano Particolareggiato in variante parziale al P.R.G. vigente relativo alla zona stadio (ex-Micheletti e A1). Sarà possibile dar corso alla realizzazione di un nuovo centro sociale CARITAS nell’area prospiciente a via Zavatti, nei pressi della linea ferroviaria. Normativa di Riferimento Si tratta di un intervento contemplato alla lettera P dell’elaborato “Sintesi delle aree” allegato al Piano Particolareggiato in variante parziale al P.R.G. vigente relativo alla zona stadio (ex-Micheletti e A1). L’elaborato di Piano “tav.C.1.1.1 sintesi Normativa prevede per l’area oggetto di intervento i seguenti parametri urbanistici F0.16, L2, Sr; inoltre il lotto presenta una superficie fondiaria Sf = 1.819 mq. ed un indice di edificabilità fondiaria Ef=0,6 quindi la Sul realizzabile è pari a mq. 1.091. Il numero di piani massimo realizzabile è pari a 3 e l’altezza massima a 10,50 ml. L’introduzione della fascia di rispetto stradale ha determinato una ridefinizione, tra l’adozione del Piano e la sua approvazione definitiva, degli spazi effettivamente edificabili all’interno del lotto sopra descritto pertanto, volendo utilizzare al massimo la superficie utile proposta dal Piano Particolareggiato in variante parziale al P.R.G. vigente, risulta necessario edificare la Superficie Utile Lorda su tre livelli. L’area, completamente pianeggiante, è attualmente delimitata a sud dalla nuova palazzina tecnologica del Comune di Civitanova Marche, ad ovest dalla linea ferroviaria Milano – Lecce a nord dal corso d’acqua di deflusso acque irrigue, e ad est da via Marinetti, quale strada di accesso al lotto. Progetto Il progetto della nuova sede della Caritas Diocesana si inserisce all’interno dell’area ex-Micheletti nella zona stadio già ricca di servizi ed attrezzature pubbliche. La viabilità prevista dal Piano è in parte già stata realizzata pertanto risulta facilmente accessibile sia pedonalmente che attraverso l’utilizzo di mezzi pubblici o privati. E’ inoltre prevista dal Piano la prosecuzione di via Vela in direzione sud che permetterà un più agevole accesso dal centro soprattutto pedoni e le biciclette. L’idea progettuale del nuovo edificio ruota intorno alla caratteristica fondamentale della struttura CARITAS e cioè quella di essere un edificio polivalente per sua natura; ne consegue l’attribuzione della potenzialità edificatoria complessiva a 3 gruppi principali di attività: -accoglienza, informazione, assistenza e centro di ascolto; -zona refettorio, mensa, cucina e preparazione; -ospitalità al pernottamento ed alloggi operatori. Questo concetto unito all’ottimizzazione dell’uso della struttura dal punto di vista temporale e cioè breve, medio, lungo termine, ha portato ad organizzare l’intervento su tre livelli: il piano terra svolge la funzione di accoglienza attraverso la presenza di un banco informazioni ed assistenza mediante la predisposizione di ambulatori e centri di ascolto, sala di aspetto e servizi, pertanto tali ambienti sono volti ad un utilizzo di breve durata da parte dei fruitori, il piano primo è dotato di sala cucina per la preparazione dei pasti, di sala mensa e servizi igienici quindi è rivolto ad un utilizzo a medio termine. Infine, il piano secondo, risulta organizzato per l’uso foresteria oltre all’introduzione in 2 miniappartamenti per gli operatori assolve a quelle che sono le funzioni di lungo periodo. L’organizzazione dell’edificio su tre livelli fuori terra quindi, riduce la promiscuità funzionale dell’organismo edilizio e ne agevola la gestione. L’ingombro massimo attribuibile alla struttura è di mq. 376 ed è stato ottenuto lasciando 15 metri di distanza dal lato esterno del binario, prendendo come riferimento il binario rilevato, 5 metri dal limite inferiore della UMU. Ora visto che il Piano Particolareggiato in Variante dispone una Sul di mq. 1091 e quindi diviso tre piani 363 mq. e, preso atto, che il lato inclinato di questo lotto presenta una lieve pancia, si è convenuto di realizzare un edificio di pianta triangolare rettangolare avente lato minore di 20.50 ml e lato maggiore di 32.50 ml per un totale di Superficie Utile Lorda (Su) pari a (20.60x33.60)/2=346 mq x 3 = 1038 mq.. Il piano terra della struttura è dotato di ingresso con banco informazioni ed accoglienza ed è strutturato in tre aree funzionali: a sinistra sono presenti i servizi di circa 16 mq., due ambulatori di 10 mq. ciascuno, una sala d’aspetto, a destra è collocata la zona diurno di circa 30 mq. con docce, spogliatoi, bagni, oltre agli spazi relativi al magazzino raccolta e distribuzione materiali ed indumenti con banco distribuzione di circa 65 mq., un ufficio di 17 mq. ed i servizi per gli operatori di 10 mq. Al piano primo sono presenti gli ambienti di servizio relativi alla cucina di circa 90 mq., dispensa di 17 mq., spogliatoio e servizi operatori 20 mq., Un ampia sala mensa pari a 150 mq., servizi comuni 16 mq. Il progetto propone inoltre un ampio terrazzo pari a 50 mq. dove è possibile anche mangiare tranquillamente all’aperto. Il piano secondo è organizzato in due grandi aree: l’una con la previsione di due miniappartamenti per gli operatori di 74 e 53 mq. rispettivamente, l’altra con la previsione di tre grandi camerate la prima di 44 mq con la possibilità di ospitare 4/5 posti letto dotate di 10 mq. di servizi, la seconda di 43 mq. per ospitare anch’essa 4/5 posti letto dotate di 6 mq. di servizi ed infine un ulteriore stanza di 20 mq. per due posti letto con 6 mq. di servizi. Il piano secondo si completa per la presenza di uno spazio comune per la lettura e relax oltre a riproporre l’ampio terrazzo di 50 mq già previsto al piano sottostante.
2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Premessa Civitanova Marche ha attivo da anni il Centro CARITAS “Il Samaritano” fino a pochi mesi fa con sede in via Parini fino a quando lo stabile fu dichiarato fatiscente dal comune di Civitanova Marche. La Provincia di Macerata recentemente ha messo a disposizione della Caritas Diocesana, in via provvisoria, alcuni locali dell’ex liceo scientifico lungo la strada nazionale SS16. In tali ambienti molto più ampi è stato istituito anche il servizio mensa oltre a quello già attivo, nella...

    Project details
    • Year 2009
    • Main structure Reinforced concrete
    • Cost 970.000
    • Status Unrealised proposals
    • Type multi-purpose civic centres / Social Housing / Nursing homes, rehabilitation centres
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users