CONCORSO "PIAZZA NUOVA"

Riqualificazione della Piazza Nuova nel Comune di Aisone Aisone / Italy / 2012

3
3 Love 3,167 Visits Published
La presente proposta progettuale riguardante la Riqualificazione della Piazza Nuova di Aisone nasce da alcune considerazioni di carattere generale sul ruolo della piazza come “fulcro generatore” del tessuto urbano e sociale di un centro abitato e sulla sua centralità come spazio fisico e relazionale. Da sempre le piazze hanno ospitato gli edifici che accolgono le principali funzioni civiche, amministrative, religiose e commerciali, manifestazioni tangibili dell’operato e dell’organizzazione di una determinata comunità.Troppo spesso però negli ultimi anni politiche di decentramento commerciale ed amministrativo hanno determinato lo svuotamento dei centri storici delle principali città e relegato le loro piazze a meri vuoti urbani occupati in molti casi esclusivamente da parcheggi, privandole della loro funzione di luoghi di socialità e aggregazione. E’ proprio forse nei piccoli comuni come quello di Aisone che la piazza sembra ancora essere il luogo “principe” della vita dei suoi abitanti, vuoi perchè raccoglie tutte le attività del paese, vuoi perchè rappresenta in molti casi l’unico spazio “fisico” di una certa dimensione soprattutto per quegli abitati che si sviluppano principalmente lungo un’unica strada '>http://principale.Partendo'> da queste considerazioni e attraverso un’attenta analisi della situazione attuale sono statieindividuate le criticità da risolvere e le potenzialità da sviluppare che hanno guidato il presente progetto di riqualificazione. Il primo obiettivo è stato quindi quello di ridare centralità ed importanza agli edifici principali che si affacciano sulla piazza e che attualmente risultano essere poco collegati con essa anche a causa della conformazione attuale del terreno che genera dei veri e propri ostacoli fisici e visivi. Abbiamo a tale scopo deciso di rimodellare i terrapieni attualmente presenti partendo dalla quota più bassa dell’attuale piazza ed aprendo nuovi canali prospettici che mettano in evidenza i fronti del Palazzo Comunale e della Casa del Parco: attraverso la realizzazione di una nuova scalinata che prendendo forma compositivamente dal prolungamento del fronte del municipio sulla piazza da un lato e dal muro in pietra lungo la Via Fossà dall’altro, inquadra con precisione e simmetria la facciata con lo stemma comunale e mediante la creazione di una nuova piazza rialzata ricavata allargando l’attuale strada di servizio che collega Via del Municipio con l’ingresso del Deposito comunale posto al piano terra della Casa del '>http://Parco.Questo'> ha permesso di ottenere due piazze vere e proprie: la prima posta alla quota di quella attuale (livello “0”) è direttamente collegata con la Via Maestra e ospita un’area adibita a parcheggio e degli spazi esclusivamente pedonali e di sosta; la seconda posta a quota + 4,60 metri dalla prima (livello 1), ospita anch’essa una parte da adibire a parcheggio ma si configura come uno spazio rialzato più raccolto e più protetto dalla viabilità sottostante, una sorta di “Belvedere” dal quale si gode di una vista privilegiata sul contesto circostante e sulla '>http://vallata.Questa'> soluzione ci ha permesso di ricavare nella parte sottostante un grande spazio seminterrato che può ospitare un parcheggio coperto, collegato e accessibile dalla piazza del livello “0” che può essere utilizzato all’occorrenza come sala polivalente a disposizione degli abitanti per le manifestazioni e gli eventi culturali del paese. Il secondo obiettivo di primaria importanza richiesto dal bando è stato quello di prevedere un accesso facilitato alla Casa del Parco. A tale scopo è stato creato un percorso pedonale ipogeo che dalla piazza posta al livello “0” parte in linea retta e porta ad un vano scale/ascensore. Tale accesso è stato pensato come una propaggine della Casa del Parco, una sorta di ingresso turisitico “dedicato” con all’interno delle bacheche tematiche sul Parco delle Alpi Marittime e sul Comune di Aisone. Lo spazio è illuminato (così come lo spazio adiacente) da una serie di lucernai “strambati”che fanno filtrare la luce dall’alto. In fondo al percorso è situato un corpo scale con al centro un ascensore panoramico che sbarca proprio di fronte all’ingresso della Casa del Parco.Si è volutamente scelto di scostarlo leggermente dal perimetro della Casa del Parco perchè un suo posizionamento più ravvicinato avrebbe comportato un considerevole aumento dei costi per il consolidamento strutturale dell’edificio e avrebbe comunque comportato la parziale demolizione dello spazio porticato esistente e della capriata, i cui travi orizzontali più bassi non consentono il posizionamento del vano ascensore. Per proteggere la zona di arrivo e il corpo scale dalle intemperie soprattutto nei mesi invernali, è stata ipotizzata una tettoia in legno a doppia falda pensata come il naturale prolungamento dello spazio porticato esistente della casa, in modo da far dialogare l’edificio esistente con le nuove parti '>http://realizzate.Tale'> spazio porticato risulta integrato con un un sistema di gradoni, percorsi e scalinate utilizzabili anche come arena per gli spettacoli e collegati con il parco retrostante e la residenza comunale. In sostanza si è voluto ricreare una piazza a più livelli pensata come una sorta di “giardino pensile” che scende gradatamente verso la strada principale e media il rapporto con il verde del Parco esistente, attualmente separato dalla piazza. Si è voluta garantire un’ampia flessibilità di utilizzo degli spazi e degli ambiti ricreati, che possono essere sfruttati per il mercato settimanale, per le manifestazioni, o come parcheggi. Il progetto prevede in totale una quarantina di posti auto con la possibilità di sfruttare all’occorrenza il retrostante campo da bocce come posteggio '>http://aggiuntivo.Tale'> flessibilità può essere sfruttata nella Piazza al livello “1” per allestire alcuni campi da bocce seguendo gli allineamenti dati dai ricorsi paralleli in pietra che riquadrano e disegnano le pavimentazioni in lastre di Luserna. A tale proposito si fa presente che in un’ottica di contenimento dei costi di realizzazione dell’intervento di riqualificazione si e’ scelto di utilizzare materiali della tradizione locale come evidenziato nella Tavola 5 di progetto e si è limitata la realizzazione di spazi verdi e piantumazioni che richiederebbero un dispendio ulteriore di risorse economiche per la loro manutenzione. Viene sostanzialmente mantenuta l’area di parco esistente, razionalizzando i percorsi di collegamento pedonale con il campo bocce/parcheggio, prevedendo l’impiego di illuminazione pubblica con organi illuminanti che utilizzano la tecnologia LED a basso consumo alimentati da pannelli fotovoltaici, e utilizzando elementi di arredo urbano essenziali disposti lungo i principali percorsi pedonali.In quest’ottica si è scelto di ricavare la “sala polivalente” e alcuni locali di servizio all’interno del parcheggio seminterrato, all’occorrenza infatti è possibile aprire tutto il fronte sulla piazza al livello “0” mediante l’apertura di pannelli basculanti “a libro” (vedi Tav.5) e allestire la sala per le manifestazioni. Infine si è ipotizzato di realizzare in uno stralcio successivo un’area ecologica interrata che permetta di nascondere i cassonetti della raccolta differenziata in boxes scavati nel sottosuolo e accessibili dai mezzi di raccolta rifiuti. Tale sistema già ampiamente sperimentato permetterebbe di avere in superficie solo 3/4 mini cassonetti di conferimento dalle dimensioni limitate e dal ridotto impatto visivo. In alternativa e/o in previsione di questo si ipotizza la realizzazione di una schermatura in legno dei cassonetti che verranno disposti lungo uno dei lati della piazza a livello “0”.
3 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La presente proposta progettuale riguardante la Riqualificazione della Piazza Nuova di Aisone nasce da alcune considerazioni di carattere generale sul ruolo della piazza come “fulcro generatore” del tessuto urbano e sociale di un centro abitato e sulla sua centralità come spazio fisico e relazionale. Da sempre le piazze hanno ospitato gli edifici che accolgono le principali funzioni civiche, amministrative, religiose e commerciali, manifestazioni tangibili dell’operato e dell’organizzazione di...

    Project details
    • Year 2012
    • Main structure Mixed structure
    • Client COMUNE DI AISONE
    • Cost 500000
    • Status Competition works
    • Type Public Squares / Urban Furniture / Parking facilities
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users