Visitor Center in Delhi_India

Architectural Competition Nuova Delhi / India / 2013

1
1 Love 1,235 Visits Published
Obiettivo del concorso di idee, apertosi il 10 giugno 2012, è la progettazione di un piccolo centro visitatori emblematico da inserire attorno al percorso chiamato Heritage Walk e al Chausath Khamba, che farà parte degli interventi che attualmente si stanno portando avanti nell’area che comprende il giardino di Sunder Nursery, la tomba di Humayun (Patrimonio dell’umanità) e il rinnovo urbano e sociale dell’area di Nizamuddin. Questo progetto richiede una presa di posizione consapevole del ruolo dell’architettura contemporanea nella sua relazione con la città e la storia. Il progetto ha preso ispirazione dalla cultura del luogo, dalle tradizioni, dai suoi simboli (l’esagono) e dalla sua religione . Agli elementi della tradizione autoctona , quali jaali , corti ombreggiate e spazi interni a gradinate coperti da un velo d’acqua, si sono unite le tecniche costuttive e i materiali contemporanei il più possibile nel rispetto dell’ambiente. Questi elementi sono diventati fulcro e cuore del progetto, diventandone il concept principale attorno a cui tutto il resto è ruotato e si è sviluppato. Il tema della sostenibilità è stato uno stimolo per lo sviluppo del progetto a partire dal suo stato embrionale determinando il carattere di un edificio fortemente attento ai criteri di progettazione bioclimatica. In estate a Delhi le temperatura possono raggiungere i 45 gradi,e la già seria carenza idrica si è ulteriormente aggravata dopo la crescita esponenziale della città , in effetti la popolazione ha raggiunto i 16 milioni di abitanti. L’obiettivo è quello di costruire un visitors center economico ed ecosostenibile, che divenisse un modello per le altre istituzioni. L’edificio impiega strategie passive di raffreddamento particolarmente con l’impiego di jaali, ossia pareti traforate, corti ombreggiate e spazi interni a gradinate, coperti da un velo d’acqua. Ognuno di questi elementi è parte integrante del vocabolario architettonico e della tradizione locale e vengono reinterpretati progettando un basso volume allungato che, seppure saldamente piantato nel terreno, sembra fluttuare. STRADA_La strada rappresenta l’elemento principale nella società indiana. E’ lo spazio della prossimità fisica e sociale. E’ il luogo dello scambio commerciale e culturale. Seguendo questa logica all’interno del lotto è conservato il percorso che riprende il concetto di strada, divenendo la spina dorsale dell’intero progetto. L’andamento della linea permette ai due lati del lotto di entrare in contatto fra loro consentendo in questo modo di collegare la strada principale con il quartiere retrostante al lotto. Questo percorso ripropone tutte le caratteristiche che il concetto di “strada” ha per la società indiana: ai lati di essa si troveranno laboratori, spazi per la vendita di prodotti, aree di riposo ombreggiate, luoghi di incontro e di gioco. La presenza delle attività rendono vivo e pulsante questo ambiente, portando diverse persone a popolare questo spazio comune. STEPWELL_Il progetto prevede lo scavo del sito fino ad una profondità di 3 metri, creando un ampio spazio aperto sormontato da una struttura ad un piano sospesa su pilotis in cui si trovano la sala di esposizione , di proiezione e di conferenza (80 mq).Nella parte interna una parete vetrata e i passaggi aperti circondano questo blocco che definiscono affacci sui livelli inferiori. Divengono luogo di incontro per gli abitanti del quartiere e raccolgono le abbondanti piogge dei monsoni estivi, evitando però gli allagamenti, mentre durante i mesi di siccità danno spazio ad un sottile specchio d’acqua. Qui circola aria più fresca e le gradinate conducono ad una vasca poco profonda di acqua riciclata dall’impianto di trattamento di acque di scarto, alimentate anche dalle piogge, che funge da moderatore climatico. Con l’abbassamento termico notturno, l’acqua disperde il calore accumulatosi durante il giorno, e perfino in estate, la corte rimane un piacevole luogo di ritrovo per uno spettacolo, un’esposizione, un pranzo all’aperto, oppure dove incontrare gli amici. JAALI_ Questo tipo di sistema offre ombra e ma lasciano passare aria fresca. I tre lati del primo piano sono rivestiti da questo sistema di pannelli traforati ed esagonali applicati su un telaio metallico, fissato ad una distanza di 1,20 metri all’esterno della facciata per ottenere la massima protezione dal sole diretto. Lo spazio tra Jaali ed il muro funge da barriera termica e da passerella che conduce alla terrazza panoramica. L’insieme riesce a ridurre le temperature interne fino a 20 gradi Celsius, minimizzando l’utilizzo di aria condizionata. Il colore arancio delle superfici esterne in laterizio dona risalto ai pannelli traforati, mentre quelle interne sono grigie e, oltre a ridurre l’assorbimento del calore, offrono una quieta cornice alla vita frenetica del luogo e ai colori brillanti dei sari femminili. L’evoluzione compositiva parte dalla scelta di una tipologia a corte interna (catusala) che è la pianta preferita in India in cui tutti i locali si aprono sulla corte interna. Il sito è stato scavato fino ad una profondità di 2 metri creando un ampio spazio aperto sormontato da una struttura sospesa su pilotis con un piano di sale espositive, per conferenze e videoproiezioni. Tre lati del primo piano sono rivestiti da una struttura irregolare di pannelli traforati, jaali, applicati su un telaio metallico, fissato ad una distanza di 1,4 metri all’esterno della facciata. La grana dei trafori e la collocazione dei pannelli orizzontali e verticali sono calibrati con precisione per ottenere la massima protezione dal sole diretto.
1 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image
    Project Authors
    • Mariangela Brando

      Mariangela Brando

      Principal Architect

    Obiettivo del concorso di idee, apertosi il 10 giugno 2012, è la progettazione di un piccolo centro visitatori emblematico da inserire attorno al percorso chiamato Heritage Walk e al Chausath Khamba, che farà parte degli interventi che attualmente si stanno portando avanti nell’area che comprende il giardino di Sunder Nursery, la tomba di Humayun (Patrimonio dell’umanità) e il rinnovo urbano e sociale dell’area di Nizamuddin. Questo progetto richiede una presa di posizione consapevole del ruolo...

    Project details
    • Year 2013
    • Main structure Masonry
    • Status Research/Thesis
    • Type Multi-purpose Cultural Centres / Theatres / Museums / Exhibition Design / Showrooms/Shops / Tourist Facilities / Bars/Cafés / Art Galleries / Exhibitions /Installations
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users