riqualificazione del Waterfront di Letojanni (ME)

104-LTJrl-DL Letojanni / Italy / 2008

2
2 Love 3,237 Visits Published
Il progetto di riqualificazione del “waterfront” di Letojanni mira a restiruire al lungomare una dimensione prevalentemente pedonale che valorizzi la splendida spiaggia e favorisca lo sviluppo delle attività commerciali e turistiche.
Il progetto prevede l’ampliamento dei marciapiedi, il nuovo impianto di pubblica illuminazione, la realizzazione di attrezzature di arredo urbano quali
panchine, sedili, cestini gettacarte, pensiline in legno lamellare e rame acidato, opere a verde, etc.
Il progetto è stato redatto in conformità con i criteri di Bioarchitettura ed è stata rilasciata una certificazione di qualità da parte dell’I.N.B.A.R. (Istituto Nazionale di Bioarchitettura sede di Catania)
Il progetto esecutivo generale riguarda tutto il waterfront di Letojanni dal confine sud presso la frazione Mazzeo (Taormina) al confine nord determinato dal campo sprotivo e dal cimitero. Il presente lotto funzionale n° 1 riguarda circa il 40% della superficie complessiva interessata dall'intervento ed in particolare il tratto compreso tra le vie Adua e Messina.
il progetto prevede una serie integrata di opere finalizzate alla riqualificazione di Via Michelangelo Garufi mediante i seguenti interventi:
• il rifacimento della pavimentazione (carrabile e pedonale);
• la realizzazione di un nuovo impianto di pubblica illuminazione;
• la piantumazione di nuove alberature e la ricollocazione funzionale di alcune alberature esistenti;
• la fornitura e la posa di nuovi elementi di arredo urbano fissi e mobili;
• la riqualificazione di alcune discese a mare esistenti;
• l’eliminazione dei marciapiedi est ed ovest di tutto il lungomare e la realizzazione di un piano unico in cui le superfici carrabili e pedonali sono differenziate dalla pavimentazione, dai dissuasori di sosta e/o dalle fioriere;
• Il conseguente rifacimento delle pendenze ed il potenziamento dell'impianto di smaltimento per le acque meteoriche con griglia in ghisa lineare continua; particolare attenzione è stata rivolta alla predisposizione di un impianto di smaltimento delle acque che possa ridurre al minimo i disagi durante eventi di forza maggiore quali le mareggiate invernali al fine di ottimizzare il drenaggio e la pulizia dell'impianto da residui di sabbia.
• La predisposizione per l’interramento dei cavi ENEL e Telecom relativi alle utenze private e tuttora collocati lungo i prospetti degli edifici prospicienti il lungomare mediante la posa di cavidotti sotto il marciapiede ovest.

Il progetto esecutivo generale è suddiviso in nove tratti con altrettante tavole di dettaglio sia per il rilievo che per il progetto.
Il presente progetto stralcio prevede la realizzazione di parte degli interventi previsti nei primi cinque tratti (dalla frazione di Mazzeo a Via Catania). Per una migliore lettura grafica, i cinque tratti corrispondono ad altrettante tavole di rilievo contrassegnate dalle sigle da “R.01” ad “R.05”,e da altrettante tavole di progetto contrassegnata dalle sigle da “A.01” ad “A.05”. I quadri di unione sono presenti in scala ridotta in ogni tavola ed in particolare nelle tavole R.00 ed A.00 rispettivamente per lo stato attuale e per il progetto.
I particolari architettonici esecutivi sono contenuti nelle tavole contrassegnate con la sigla “C”. Le linee guida generali del progetto sono di seguito riassunte:
1. Negli ultimi anni si è manifestata una esigenza in costante crescita da parte dell’Amministrazione comunale, di chiudere al traffico il lungomare nei periodi estivi allo scopo di una migliore fruizione pedonale da parte del cittadino e/o turista. In quest’ottica il progetto prevede di favorire la pedonalizzazione di tutto il lungomare restringendo di 50 cm la carreggiata a favore di una maggiore ampiezza del marciapiede est (lato mare) e di eliminare il dislivello tra strada e marciapiede sopraelevando la sede stradale; la distinzione tra le superfici carrabili ed i percorsi pedonali (in particolare sul lato est) avverrà mediante l’inserimento di dissuasori di traffico (colonnine e paletti), aiuole, vasi con fioriere e pali di illuminazione stradale.
2. Molte alberature presenti sul lungomare sono seccate ed alcune versano in uno stato di salute piuttosto mediocre. La causa è dovuta prevalentemente ad una irrigazione scarsa o pressoché assente oltre che alla presenza di salsedine marina in notevole quantità vista la vicinanza con il mare. Si prevede pertanto di integrare le alberature presenti con specie autoctone a forte adattabilità e di realizzare un impianto di irrigazione con la predisposizione all’allaccio a vasche di accumulo interrate da realizzare negli stralci successivi. Per una ottimizzazione dei consumi energetici e delle risorse idriche si prevede inoltre di convogliare le acque meteoriche “bianche” (provenienti da tetti o superfici pedonali) nelle suddette vasche interrate per il successivo riuso a fini irrigui.
3. L’attuale illuminazione di tipo “stradale” di certo non si addice al lungomare che si presta ad essere fruito ad uso prevalentemente pedonale; in quest’ottica si prevede si sostituire gli attuali pali alti sul lato ovest (altezza 12 mt, interasse mt 40-50) con pali più bassi (altezza 6 metri, interasse 11-13 metri) a carattere più pedonale e di migliore effetto illuminotecnica, con proiettori a parabola riflettente; tali pali saranno posizionati sul marciapiede est ad interassi alternati rispetto alle fioriere. Per altri dettagli si consiglia di consultare la relazione di progetto degli impianti elettrici (Rel.El.).
4. Il progetto prevede la realizzazione di sedute, fioriere, cestini gettacarte, dissuasori di traffico (o di sosta) ed altri elementi di arredo urbano.
5. Sarà riqualificato il muro che divide il marciapiede dalla spiaggia mediante la ricostruzione del copriferro sul lato mare, la tinteggiatura della superficie verticale lato strada ed il rivestimento della seduta in pietra di mirto in alcuni tratti.
2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il progetto di riqualificazione del “waterfront” di Letojanni mira a restiruire al lungomare una dimensione prevalentemente pedonale che valorizzi la splendida spiaggia e favorisca lo sviluppo delle attività commerciali e turistiche. Il progetto prevede l’ampliamento dei marciapiedi, il nuovo impianto di pubblica illuminazione, la realizzazione di attrezzature di arredo urbano quali panchine, sedili, cestini gettacarte, pensiline in legno lamellare e rame acidato, opere a verde, etc.Il...

    Project details
    • Year 2008
    • Work started in 2006
    • Work finished in 2008
    • Client COmune di Letojanni
    • Status Completed works
    • Type Public Squares / Waterfront / Urban Furniture / Beach Facilities
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users