Springtecture

Biwa-cho, Shiga pref. / Japan / 2002

8
8 Love 3,299 Visits Published
La struttura costituisce lo spazio richiesto per questo edificio attraverso continue inversioni di una singola striscia continua.
Innanzitutto ho valutato le dimensioni degli spazi necessari e la loro ripartizione nell’area. Quindi ho collegato gli spazi in modo da circondarli con una singola striscia, o continuum. La striscia è costituita da due tipi di materiale semplice: le parti dritte e quelle curve.
In realtà, a essere rigorosi e a contare le curve rovesciate separatamente, i tipi di materiale sono tre.
Attraverso la sequenza continua costituita da queste parti, ho creato uno spazio interrotto. Gli aspetti più rilevanti sono il carattere di striscia continua e, in secondo luogo, il rovesciamento dell’interno e dell’esterno.
Lo scopo di una delle classi di strutture, caratterizzata dalla costruzione in pietra, era di operare una distinzione netta tra interno ed esterno. Tuttavia questa struttura, come le abitazioni create in Asia a partire da materiali tradizionali di origine botanica, forma un continuum privo di chiara demarcazione tra interno ed esterno. Gli spazi ottenuti con questo metodo presentano una nuova apertura e una libertà che generano un rinnovato senso di comfort e di relax. Un’altra caratteristica della natura continua della costruzione è l’assenza di differenziazione tra tetto, muri e pavimento.
In quest’opera tali elementi non risultano separati, ma componenti costitutive dell’edificio. Anche qui, l’interno e l’esterno sui capovolgono. La loro continuità fa pensare alle reti globali con cui ci troviamo sempre più a contato.
I materiali isolanti sono impiegati nei casi in cui l’isolamento risulta necessario per lo spazio interno. Tuttavia, a tale scopo ho impiegato un rivestimento isolante che sviluppato dalla Nasa, un materiale sottile ma molto efficace.
Questa struttura è anche un’incarnazione visiva della nostra epoca, in cui reticoli informativi d’ogni sorta, confini tra società e tra persone e separazioni tra interno ed esterno si fondono l’uno nell’altro. La distinzione tra bene e male e quella tra uomo e donna è ormai amorfa come qualsiasi frontiera. Quest’opera architettonica dà voce a tale situazione nel nostro tempo e nel relativo spazio: essa presenta un misterioso carattere intermedio, in quanto interno ed esterno proseguono l’uno nell’altro come in un’unità e lo spazio interno e lo spazio esterno si fondono per diventare tutt’uno.


8 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La struttura costituisce lo spazio richiesto per questo edificio attraverso continue inversioni di una singola striscia continua.Innanzitutto ho valutato le dimensioni degli spazi necessari e la loro ripartizione nell’area. Quindi ho collegato gli spazi in modo da circondarli con una singola striscia, o continuum. La striscia è costituita da due tipi di materiale semplice: le parti dritte e quelle curve.In realtà, a essere rigorosi e a contare le curve rovesciate separatamente, i tipi di...

    Project details
    • Year 2002
    • Work finished in 2002
    • Client Biwa-cho, Shiga pref.
    • Status Completed works
    • Type Single-family residence / Offices/studios
    Archilovers On Instagram
    Lovers 8 users