Riqualificazione del piazzale degli Scogli Rossi ad Arbatax

Arbatax / Italy / 2011

3
3 Love 1,356 Visits Published
Gli intenti principali del progetto sono: mettere in relazione il bastione con il restrostante Capo Bellavista e con l’area delle Rocce Rosse; riqualificare come spazio pubblico l’area portuale attorno alla stazione; conferire all’area delle Rocce Rosse un valore identitario di spazio pubblico fondamentale per l’agglomerato urbano. Questi vengono attuati principalmente decentrando il baricentro di progetto sull’area di ingresso alla piazza/parco delle Rocce Rosse. Il progetto urbano può dunque essere distinto in due parti: una “massiva”, situata ad est dell’area d’ingresso al parco, ed una “leggera”, sul grande piazzale antistante le Rocce Rosse che andrà ad ospitare un grande spazio pubblico aperto a diversi “scenari” ed usi. Gli intenti progettuali prima elencati vengono attuati in questo modo: il piano del bastione viene prolungato in quota creando al livello sottostante una pensilina che svolge una funzione di passaggio trasversale tra l’area portuale e quella del parco delle Rocce Rosse. Al livello superiore invece (quello del bastione), questo elemento si trasforma in uno spazio di percorrenza pedonale e ciclabile, che permette di collegare il centro storico sia con il molo principale che con le strutture presenti sul promontorio. La stazione ferroviaria viene dunque riqualificata, diventando un edificio che funge da fulcro tra diversi elementi: l’area verde della pineta che viene riorganizzata a partire dalla torre costiera; la linea ferroviaria che viene nuovamente riqualificata come rete di trasporto urbana leggera; inoltre è di grande importanza l’arrivo della SS 125. Viene inserito un nuovo edificio complementare situato a nord della stazione, che andrà ad ospitare una foresteria e alloggi polifunzionali, che connettendosi alla riqualificazione della stazione ferroviaria vanno così a creare una nuova testata a carattere pubblico che permette di far ricongiungere diversi flussi dell’area urbana del porto di Arbatax. Un aspetto importante è la definizione del “limite” fisico e antropico del piazzale, che viene attuata tramite il posizionamento di un muro attrezzato (arredi urbani e risalite) che seguendo in maniera razionale l’andamento orografico del tratto costiero, rispetti il carattere del luogo e permetta la facile individuazione degli spazi di accesso agli spazi per la balneazione sottostanti gli scogli rossi. Uno degli elementi di indagine della proposta è la possibilità di configurare spazi dal carattere chiaro e fortemente orientativo rispetto alla portata dei processi indotti, senza ricorrere a grandi ed impegnative fabbriche. Al contrario, la possibilità di una possibile riconversione degli spazi, rispetto agli usi previsti, è uno dei temi di riferimento. L’uso di materiali e tecniche costruttive eco compatibili si affianca ad un processo di configurazione spaziale dei singoli episodi progettuali trovando nel confronto con il sistema ambientale le proprie logiche costitutive. In questo senso viene posta particolare attenzione al mantenimento e, dove necessario, all’incoraggiamento delle dinamiche vegetazionali dei suoli compresi i processi eliodinamici e la mobilità dei paesaggi costieri. Al di là dell’implicazione scientifica di tali premesse, sono state tenute in alta considerazione anche le componenti percettive rilevabili nello specialissimo rapporto tra uomo e natura e le possibilità offerte dal sistema ambientale agli scenari possibili di vita collettiva. Dunque il carattere del Piazzale Rocce Rosse viene lasciato immutato, andando a creargli un vero “ingresso” urbano, ma intervenendo in maniera leggera tramite il posizionamento di padiglioni removibili in legno e acciaio, che essendo di grande versatilità, permettono la creazione di diversi scenari a seconda dell’evento che andrà ad essere organizzato nel Piazzale. La dotazione di acqua calda sanitaria avviene mediante un impianto solare costituito da collettori sottovuoto, particolarmente adatti al funzionamento in ambienti marini. L’installazione in orizzontale sulle coperture degli edifici a servizio degli stabilimenti balneari, limita al massimo l’impatto visivo. Con l’innovativo sistema d’innesto non sono necessari attrezzi per il montaggio.
3 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Gli intenti principali del progetto sono: mettere in relazione il bastione con il restrostante Capo Bellavista e con l’area delle Rocce Rosse; riqualificare come spazio pubblico l’area portuale attorno alla stazione; conferire all’area delle Rocce Rosse un valore identitario di spazio pubblico fondamentale per l’agglomerato urbano. Questi vengono attuati principalmente decentrando il baricentro di progetto sull’area di ingresso alla piazza/parco delle Rocce Rosse. Il progetto urbano può dunque...

    Project details
    • Year 2011
    • Main structure Mixed structure
    • Client Comune di Tortolì
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Waterfront / Urban Furniture / Railway Stations / Port Areas / Restoration of old town centres / Multi-purpose Cultural Centres / Pavilions / Beach Facilities / Bars/Cafés / Urban Renewal / River and coastal redevelopment / Passenger Terminals / Cycle Paths
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users