CASA D

@FURLAN&PIERINI ARCHITETTI Sacile / Italy / 2009

0
0 Love 855 Visits Published
Il lotto faceva parte un tempo del parco di una vicina casa costruita agli inizi del '900. Parcellizzato negli anni '50, è occupato da una barchessa coeva alla villa padronale e da una casa unifamiliare risalente ai primi anni '60, di cui è stata prevista la demolizione. La via su cui si affaccia il parco è caratterizzata, come tutto il territorio immediatamente esterno al centro storico di Sacile, dalla presenza di numerose ville realizzati tra la fine dell'800 e i primi decenni del '900, prevalentemente in stile floreale. La lettura del luogo diventa dunque stimolo e riferimento per l'impostazione progettuale del nuovo edificio: l'impianto della casa è un'interpretazione moderna della villa classica; la città e il paesaggio sono parte integrante del progetto. La casa si sviluppa attorno a un ampio vano illuminato dall'alto che occupa tutta l'altezza della costruzione nel quale è collocato il vano scale. Il piano terra ospita la zona giorno. Nella zona notte, al piano primo, le stanze sono strutturate come "isole" indipendenti, distribuite da corridoi che si trasformano in punti privilegiati di osservazione del parco; un ballatoio divide le stanze dei genitori da quelle dei figli. Al piano interrato gli ambienti si affacciano su un cavedio a doppia altezza. Il terreno è stato modificato a formare uno scivolo naturale che, degradando verso il cavedio, porta luce e aria ai locali che si trovano a questo livello. L'edificio è interamente rivestito in pietra d'Istria con finitura sabbiata. L'edificio dall'esterno si presenta compatto, ermetico; internamente, invece, è aperto, domestico. Gli ambienti sono allo stesso tempo in relazione tra di loro e con il parco, attraverso le doppie altezze, le grandi aperture interne che ritmano le stanze, gli ampi serramenti scorrevoli e gli svuotamenti che definiscono i portici. In particolare, al primo piano, la profondità del muro in corrispondenza delle aperture ne enfatizza il carattere di riquadri aperti sul paesaggio che circonda l'abitazione. La relazione con il paesaggio naturale è sottolineata dall'uso dell'acciaio Corten per i serramenti esterni, per i pannelli di rivestimento della autorimessa e per il nuovo ingresso all'abitazione, il cui colore scuro gioca per affinità con la natura e per contrasto con il bianco candore della pietra. La luce riverbera sui materiali naturali in infinite tonalità, ora violente, ora sfumate, che cambiano con il trascorrere delle ore del giorno e il mutare delle stagioni.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il lotto faceva parte un tempo del parco di una vicina casa costruita agli inizi del '900. Parcellizzato negli anni '50, è occupato da una barchessa coeva alla villa padronale e da una casa unifamiliare risalente ai primi anni '60, di cui è stata prevista la demolizione. La via su cui si affaccia il parco è caratterizzata, come tutto il territorio immediatamente esterno al centro storico di Sacile, dalla presenza di numerose ville realizzati tra la fine dell'800 e i primi decenni del '900,...

    Project details
    • Year 2009
    • Work started in 2006
    • Work finished in 2009
    • Status Completed works
    • Type Single-family residence
    Archilovers On Instagram