Riqualificazione della piazza di Farra di Soligo (TV) 3° premio

3° PREMIO Farra di Soligo / Italy / 2005

0
0 Love 1,622 Visits Published
RELAZIONI URBANE, LA PIAZZA E LA CITTA'

L'area su cui sorgerà la nuova piazza urbana del Comune di Farra di Soligo è strategica per la riqualificazione del centro cittadino. Delimitata a sud da via Dei Patrioti, strada provinciale e principale attraversamento del territorio comunale, a nord dalla ex Chiesa di S.Stefano e ricompresa dalla viabilità pubblica ad est e ovest è destinata a definire una nuova centralità per il paese.
La creazione della nuova piazza pubblica avverrà mediante una migliore canalizzazione e moderazione del traffico e una riqualificazione degli spazi pedonali e a verde pubblico.

Premesse fondamentali della proposta progettuale sono di carattere urbanistico/viabilistico:
1- Realizzazione di una tangenziale che, lambendo il centro cittadino a sud possa liberare il centro dall'attuale mole di traffico veicolare e permetta di declassare la provinciale rendendolala usufruibile da un traffico locale .
2- Rialzamento della carreggiata (mantenendo il calibro stradale di 7m) su via dei Patrioti per la moderazione del traffico; questo consente la continuità pedonale tra la piazza vera e propria e l'area a sud dove si affacciano le attività commerciali. L'area del rialzamento carreggiata verrà rinforzata con un massetto a doppia rete elettrosaldata.
3- Trasferimento dei parcheggi in fregio alla via dei Patrioti attraverso la realizzazione di un nuovo parcheggio a nord, adiacente alla ex chiesa di S. Stefano. Viene portato il numero degli stalli a 34 con conseguente trasferimento della pesa pubblica in altra sede.
In aggiunta saranno realizzati n. 8 stalli per la sosta temporanea sul lato ovest del nuovo sagrato, lungo via Del Giardino;
n.4 parcheggi nell'area a ridosso dell'attuale sede del forno pubblico.
La pavimentazione di tutte le aree destinate alla sosta dei veicoli sarà realizzata in lastrine di porfido grigio a correre (cm15/25).
4- Riconferma del doppio senso di marcia lungo via del Giardino e via Cal Nova.
5- Viene mantenuta l'attuale fermata del bus, riposizionata nell'area antistante la nuova fontana e dotata di panche per l'attesa.

Nelle scelte compositive la piazza disegna limiti e vuoti entro cui costruisce relazioni a scala urbana; si pone verso la città, a servizio di recuperate connessioni distributive e vuole diventare un punto di riferimento simbolico per gli abitanti di oggi e di domani.
Una pianta molto chiara anche a scala più alta, forme semplici e riconoscibili.
La piazza è concepita come una piattaforma dove si è attori e spettatori dei vari processi comunicativi in atto.

1-La pavimentazione degli spazi antistanti gli edifici di carattere pubblico e collettivo è realizzata in pietra calcarea in leggero rilevato, ricercando il contrasto con la restante pavimentazione realizzata in cubetti di porfido grigio del Trentino.

2-L'attuale assenza di un sagrato ha portato al ripensamento e al disegno di uno spazio con dimensioni proporzionate all'imponente facciata della chiesa parrocchiale; si configura in tal modo un'ampia area a disposizione anche per manifestazioni ed eventi.

3-Il progetto proposto prende spunto da modi diversi di vivere lo spazio pubblico diversificando le soluzioni adottate. La sosta, localizzata tra il sagrato e il Municipio, è potenziata dal disegno dell'arredo urbano che tende ad incrementare la socialità e la vivibilità del luogo attraverso l'inserimento di sedute lungo un allineamento che percorre parte della piazza in senso longitudinale con origine dalla giacitura di via Cal della Madonna. Le sedute sono realizzate in blocchi di cls, rivestite in pietra calcarea. La fontana, dalla forma allungata è disposta linearmente, parallela alla via dei Patrioti e definisce il limite tra la strada e la zona di sosta.
La fontana è costituita da un doppio muro rivestito in pietra che contiene un sottile corso d'acqua rettilineo; questo canale origina da una vasca quadrata rivestita in acciaio cor-ten posta sulla testata est del manufatto, scorre all'altezza di un metro e conduce l'acqua fino a farla cadere in un bacino alla base, bordato da un cordolo in granito grigio. Il lato rivolto verso la piazza è caratterizzato da una serie di sei nicchie rettangolari sul fondo delle quali si forma un velo d'acqua che sgorga da feritoie orizzontali e cade nella vasca sottostante.
La fontana costituisce inoltre un elemento che consente di mitigare acusticamente il rumore del traffico urbano e offre frescura nella stagione estiva.

4-Il percorso laterale adiacente al lato ovest del Municipio favorisce l'accesso ai servizi amministrativi e al centro anziani.
Gli ingressi e il prospetto dell'archivio comunale sono schermati da quinte in lamelle di legno (iroko) in modo da consentire la crescita di rampicanti e verde urbano.

5-Il percorso conduce nello spazio aperto pertinente alle attività della pro-loco.
Lo spazio è studiato in modo tale da essere flessibile e potersi diversamente configurare a seconda degli eventi da ospitare. Il principio proposto è quello di una struttura semplice, facilmente trasformabile a seconda delle diverse necessità.
E' qui e sul nuovo sagrato che potranno essere collocate strutture temporanee e mobili per lo svolgimento delle sagre e delle manifestazioni fornendo un ambito facilmente fruibile.

Per ottenere questo risultato il progetto propone elementi di arredo urbano fissi, inseriti nel disegno della piazza, quali lampioni e sedute, pensati per offrire servizi ed attrezzature aggiuntive.
Le aree di connessione tra i diversi fatti urbani saranno interamente realizzate in cubetti di porfido grigio del Trentino posati su sabbia e cemento con sottostante massetto in calcestruzzo rinforzato da una rete elettrosaldata.
Dette aree sono caratterizzate da piani inclinati a bassa pendenza per lo scolo delle acque meteoriche attraverso caditoie posizionate sulla linea dei cordoli in granito, di colorazione più chiara.

6-Il percorso continua e porta, attraverso una rampa nel verde gradonata fino alla quota del nuovo giardino urbano che risalta i volumi dell'ex chiesa di S. Stefano. La chiesa è ora appoggiata su un vassoio verde che potrà essere adornato con specie arbustive e tapezzanti presenti nel luogo.
Il muro a nord viene schermato dalla piantumazione di Cipressi e Allori.
Le pavimentazioni intorno alla ex chiesa saranno realizzate in ghiaia di fiume bordate da cordoli in granito grigio.
L'abside della chiesa parrocchiale e l'area tra le due chiese, verrà illuminata nelle ore notturne da proiettori posti alla base.

7-Il tema del verde è assunto come oggetto di riqualificazione e non inteso come riempimento di spazi interstiziali. Assume la valenza di un elemento che modifica la percezione del contesto e diventa fortemente identitario e quindi pienamente riconoscibile nella trama della città.
E' prevista la creazione di due aiuole per il gioco e la sosta di ampie dimensioni con un aumento della superficie totale a verde, parzialmente rialzate rispetto alla quota stradale e dei percorsi pedonali (h. media cm 50 con pendenza esterno-interno), in modo da creare un effetto di protezione rispetto ai passaggi veicolari (a sud davanti al bar) e pedonali (nella piazza).
E' inoltre prevista, nelle aiuole, la fornitura e posa di specie arbustive tapezzanti tipo Cotoneaster Horizontalis (Cotognastro), e da fiore tipo Hydrangea macrophilla Blue wave e Vibuenum rhytidophillum (Viburno bianco) .

Il tratto di strada rialzato (via dei Patrioti) si riconfigura come viale alberato mediante la piantuamzione di "tilia cordata".

Allo scopo di creare zone d'ombra in corrispondenza delle sedute verranno piantumate alberature del tipo "Prunus Subhirtella autumnalis".
Le essenze arboree su via del Giardino vengono mantenute.

8-E' previsto il rifacimento e il potenziamento dell'illuminazione pubblica;
La realizzazione della illuminazione pubblica con caratteristiche adeguate agli spazi pedonali avverrà mediante:
Pali acciaio inox satinato, altezza 5m con doppio fascio luminoso: una luce bassa radente orientata verso l'area di sosta e le sedute e l'altra in sommità ad illuminare il sagrato.
Per l'illumiazione stradale:
Pali in acciaio inox satinato, altezza 8m con due vele a doppio proeittore dotato di illumiazione diretta e indiretta
Per arredo urbano:
Lampade da incasso sia a terra che a parete con sorgente schermata ad alta pressione

9-E' inoltre presa in considerazione la rimozione del capannone attuale sede della pro-loco e la ricollocazione delle attività connesse all'interno degli spazi attualmente occupati dall'officina.
La ristrutturazione del vecchio edificio prevede:
-mantenimento della sagoma e del sedime dei corpi di fabbrica di rilevanza storica (presenza nei catasti)
-consolidamento della struttura portante esistente
-rifacimento della struttura lignea del tetto e del pacchetto di copertura
-tamponamenti esterni in laterizio intonacato con interposti serramenti in legno
-rivestimento decorativo esterno fino ad h. 270cm con lamelle di legno iroko
-la struttura potrà accogliere attività strettamente connesse allo svolgimento delle manifestazioni ricorrenti proposte dalle associazioni locali (cucina, servizi igienici, ricovero materiali e attrezzature)
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    RELAZIONI URBANE, LA PIAZZA E LA CITTA' L'area su cui sorgerà la nuova piazza urbana del Comune di Farra di Soligo è strategica per la riqualificazione del centro cittadino. Delimitata a sud da via Dei Patrioti, strada provinciale e principale attraversamento del territorio comunale, a nord dalla ex Chiesa di S.Stefano e ricompresa dalla viabilità pubblica ad est e ovest è destinata a definire una nuova centralità per il paese. La creazione della nuova piazza pubblica avverrà mediante una...

    Project details
    • Year 2005
    • Client Comune di Farra di Soligo
    • Status Competition works
    • Type Public Squares
    Archilovers On Instagram