concorso di idee per la realizzazione di una residenza per anziani autosufficienti nel Comune di Castelleone (Cr)

Castelleone / Italy / 2011

0
0 Love 1,210 Visits Published
Il principio fondatore della proposta di progetto è la rivisitazione storica. Se l’architettura, o meglio l’edilizia, degli ultimi decenni ha contribuito a deturpare città e paesaggi, l’unico strumento che abbiamo per migliorare la qualità e la vivibilità dello spazio sta proprio nell’architettura, dunque le “azioni progettuali” per le nuove realizzazioni in edilizia devono essere soluzioni che aspirano ad essere vissute perché “vivibili”. Castelleone è un piccolo comune in provincia di Cremona ed ha una storia molto antica: testimonianza di questo sono i caratteri architettonici del centro storico, attraversato da via Roma con i suoi portici e in cui si erge il simbolo della città, la Torre Isso, ultimo segno del periodo in cui è stata fondata Castelleone. Analizzando la richiesta del bando e la posizione del lotto in relazione all’impianto urbanistico di Castelleone, si può notare come La residenza per anziani sorgerà appena fuori dal centro storico, nella prima periferia a sud-ovest della città. L’intento quindi è quello di ricreare un “nuovo piccolo centro” che possa avere la stessa valenza stilistica e simbolica dei segni del passato e, nel contempo, di poter usufruire di uno spazio che possa far vivere socialmente la periferia. La residenza per anziani non sarà solo un luogo dove risiedere, ma sarà il luogo degli incontri, dei racconti, del fare e del creare, senza età; ma soprattutto un luogo dove poter tramandare le tradizioni. Per mantenere i caratteri storici e tipologici coerenti con l’ambiente e il territorio abbiamo svolto una ricerca volta ad individuare presenze architettoniche di un certo rilievo che ci dessero degli spunti per approntare la progettazione nel nostro lotto. L’Architettura classica, in questo senso, dà delle emozioni di un certo tipo, legate al nostro background; al contrario talvolta, guardando le parti di un edificio moderno, si vedono dei semplici parallelepipedi, ma, osservando l’insieme, c’è comunque qualcosa che tocca, che va oltre. Si possono mettere insieme forme di qualunque tipo e l’insieme può dare un risultato o meno: non contano le loro parti, ma solo l’insieme che le singole parti compongono, ed è così per gli insiemi di forme come anche per i pensieri. Le forme hanno una vita autonoma che si realizza nella ricerca artistica. Non ci sono regole o canoni per produrre bellezza, si può solo ottenerla nella pratica dell’ ideazione. Quindi bisogna sperimentare. Cosa? Il senso della qualità, magari andando a recuperare delle modalità nel passato per unirle a quelle più moderne. Il principio generatore quindi è stato quello di proporre, in forma oggettiva e precisa, al di là di ogni codifica ed etichettatura ideologica, l’integrazione tra costruzioni affascinanti per i loro rimandi storici e costruzioni moderne, senza tralasciare lo studio delle tecniche costruttive più all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e soprattutto sostenibile. Nel progetto della Residenza per anziani sono stati perseguiti due obiettivi principali: la volontà di creare un luogo di incontro, di lavoro e di vita, unita alla ricerca tecnologica per creare una struttura a basso impatto ambientale e il più possibile autonoma dal punto di vista energetico. La Torre Isso, i Portici e il Voltone sono stati i tratti ispiratori del progetto sia a livello stilistico che a livello funzionale. All’interno del nostro progetto, la Torre (Edificio 1) è il centro di riferimento del lotto dove risiede la Fondazione Opere Pie Riunite, mentre l’edificio destinato alle attività ricreative (Edificio 3) è il luogo, come lo erano i portici, dell’incontro, dello scambio culturale e del piacere di incontrarsi; allo stesso modo la corte del Ginkgo, che ne fa parte, è l’ingresso che accoglie il fruitore così come il Voltone era l’ingresso storico della città.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il principio fondatore della proposta di progetto è la rivisitazione storica. Se l’architettura, o meglio l’edilizia, degli ultimi decenni ha contribuito a deturpare città e paesaggi, l’unico strumento che abbiamo per migliorare la qualità e la vivibilità dello spazio sta proprio nell’architettura, dunque le “azioni progettuali” per le nuove realizzazioni in edilizia devono essere soluzioni che aspirano ad essere vissute perché “vivibili”. Castelleone è un piccolo comune in provincia di...

    Project details
    • Year 2011
    • Status Competition works
    • Type multi-purpose civic centres / Apartments / Modular/Prefabricated housing
    Archilovers On Instagram