Una barriccaia per Rocca delle Macìe

Da capannone per stoccaggio vini a barriccaia Castellina in Chianti / Italy / 2003

0
0 Love 1,502 Visits Published
La dismissione di un capannone dedicato allo stoccaggio di vino in tini di cemento ha messo a disposizione dell’azienda un nuovo spazio. La necessità di ottimizzare la produzione di “ROCCATO” e “SERGIOVETO” ha suggerito di dedicare il capannone all’affinamento dei due vini barriccati. La progettazione del nuovo impianto è stata seguita dall’architetto Fabio Zingarelli con il suo “Archiquattro Studio Architetti Associati” e con il prezioso contributo di tecnici ed enologi di Rocca delle Macìe. Il progetto ha seguito i due obbiettivi prefissati: immagine e funzionalità. Legno lamellare e acciaio sono stati i materiali utilizzati per una copertura a doppia falda con un taglio sul colmo che offre nelle diverse ore della giornata suggestivi effetti di luce. L’attenzione ai materiali usati e lo studio del loro utilizzo ed assemblaggio ha permesso di regolare gli impianti di climatizzazione a regimi minimi, garantendo una temperatura compresa tra 15° e 17°, ma soprattutto l’umidità intorno al 75%. Temperatura e umidità d’ambiente vengono tenuti sotto controllo da un sistema computerizzato che invia ogni anomalia agli uffici dell’Azienda. La disposizione longitudinale delle barriques rispetto all’asse principale della cantina, offre un’immagine suggestiva ai visitatori che possono apprezzare lo scenario da un ballatoio alla quota delle capriate. Le scelte tecnologiche hanno introdotto un nuovo atteggiamento verso la barrique, rivoluzionando le lavorazioni con un sostanziale risparmio di tempo. Oggi la cantina vede cinque file di barriques montate su un modernissimo sistema metallico che permette di lavorare e sostituire anche la fila più bassa senza dover smontare tutto il castello, la barrique ha possibilità di ruotare di 360° in modo che anche il lavaggio avvenga sul posto, con questo sistema la barrique non si sposta fino al suo naturale esaurimento. Oltre agli ambienti dedicati a contenitori inox per il vino, la struttura è completata da una zona degustazione. Altri accorgimenti interessanti, sono il recupero delle acque piovane dalla copertura del manufatto e l’introduzione di un fitodepuratore per le acque di lavaggio della cantina. Completato il primo stralcio lavori nel 2003, si sta predisponendo in questi mesi la definizione delle sistemazioni esterne e le finiture del portale di accesso e dei prospetti.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La dismissione di un capannone dedicato allo stoccaggio di vino in tini di cemento ha messo a disposizione dell’azienda un nuovo spazio. La necessità di ottimizzare la produzione di “ROCCATO” e “SERGIOVETO” ha suggerito di dedicare il capannone all’affinamento dei due vini barriccati. La progettazione del nuovo impianto è stata seguita dall’architetto Fabio Zingarelli con il suo “Archiquattro Studio Architetti Associati” e con il prezioso contributo di tecnici ed enologi di Rocca delle Macìe....

    Project details
    • Year 2003
    • Work started in 2003
    • Work finished in 2003
    • Client Rocca delle Macìe Spa
    • Status Completed works
    • Type Tourist Facilities / Restaurants / Refurbishment of apartments / Building Recovery and Renewal
    Archilovers On Instagram