CULLA - Obliqua

Concorso "Per cullare un'idea" Trento / Italy / 2011

1
1 Love 1,028 Visits Published
L’idea Progettare una culla non è certo cosa facile, ricorrono rievocazioni dell’infanzia ed il progetto si trasforma in un progetto emotivo in cui le emozioni legate alla sfera affettiva non possono venir omesse. Il processo ideativo del modello prende spunto dallo studio attento delle culle storiche trentine, delle loro forme, dei loro manifesti valori religiosi e di quelli protettivi intrinseci, attraverso una riproposizione essenziale degli elementi costitutivi. La forma del prodotto culla è sintesi di uno sviluppo geometrico reminiscente le linee comuni delle sue precedenti storiche e di richiamo all’immagine di protezione, vista come percorso dal grembo materno alla culla. La struttura in rovere massello raffigura l’utero protettivo della culla a richiamo di quello materno, ma con forma stilizzata e rigida a difesa del pargolo calato in una nuova condizione: lo scontro con il mondo. In passato,a difesa dei natanti, venivano eseguiti sulle culle trentine decori di carattere religioso, intagliati o dipinti ed a memoria di questa usanza si è studiata una texture che deriva dal rosone floreale e si è riportata con bassorilievo sul fianco della culla come fosse una fascia (a ricordo del tipico archetto da culla in frassino). Tutti gli elementi visibili costitutivi delle culla sono obliqui rispetto alla superficie: da qui deriva il nome stesso della culla. La forma e i materiali Le due strutture ad “U schiacciata” in rovere massello trattato con vernice trasparente opaca all’acqua atossica, di forma identica ma dimensionalmente differenti, configurano la testa e il piede della culla e la forma arcuata a contatto con il pavimento permette il tipico movimento a dondolo. Le “U” sono chiuse e collegate da otto pannelli lamellari in abete trentino sbiancato con tinta naturale e vernice opaca all’acqua che mette in risalto i pori e le vene, così come il piano a sostegno del materasso che presenta tagli sfalsati a disegno per permettere l’aerazione dei tessuti. I due pannelli inferiori posti sui fianchi si aprono come fossero due ali, permettendo di sfruttare il vano inferiore per riporre coperte od oggetti per il bimbo; l’apertura è facilitata da un foro passante nella parte inferiore ricavato all’interno della texture di decoro mentre è stato realizzato un medesimo foro nella parte superiore per facilitare il movimento del dondolo. Un’ulteriore asola è stata ricavata centralmente sul pannello superiore della testata per rendere agevole la movimentazione. La selezione delle essenze lignee è effettuata con cura così come la realizzazione del prodotto costruito da falegnameria artigianale mediante l’ausilio di strumenti manuali e meccanici di elevata precisione, Il montaggio è realizzato senza l'utilizzo di ferramenta ad eccezione delle cerniere delle ante a ribalta mentre l'assemblaggio è realizzazato con incastri o con spine e collanti atossici. Dimensioni: L. 1130 x P. 576 x H. 980 mm
1 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    L’idea Progettare una culla non è certo cosa facile, ricorrono rievocazioni dell’infanzia ed il progetto si trasforma in un progetto emotivo in cui le emozioni legate alla sfera affettiva non possono venir omesse. Il processo ideativo del modello prende spunto dallo studio attento delle culle storiche trentine, delle loro forme, dei loro manifesti valori religiosi e di quelli protettivi intrinseci, attraverso una riproposizione essenziale degli elementi costitutivi. La forma del prodotto...

    Project details
    • Year 2011
    • Work started in 2010
    • Work finished in 2011
    • Status Completed works
    • Type Custom Furniture / Exhibitions /Installations
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users