NUOVO CENTRO NAUTICO GENOVA LIGURIA

NAUTICAL CENTER Genoa / Italy / 2012

3
3 Love 2,052 Visits Published
NUOVO CIRCOLO NAUTICO PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE COSTIERA LIGURIA DI PONENTE ITALIA PREFAZIONE L’ipotesi di progetto di riqualificazione Centro Nautico sito in Genova Vesima in concessione parzialmente demaniale e ferroviaria ridisegna interamente gli spazi esistenti attraverso una logica unitaria in modo da fornire una chiave di lettura pulita che possa nel contempo non imporsi al paesaggio ma integrarsi con questo attraverso l’uso di materiali naturali quali il legno marino. La progettazione ha avuto inizio da una scrupolosa analisi dell’esistente ovvero un terrapieno di origine antropica parzialmente sito su area demaniale e su area ferroviaria sul quale sono sorte spontaneamente sin dagli anni ’70 le strutture ad uso ricreativo del Centro Nautico. Tali spazi inizialmente utilizzati soprattutto per la pesca sono oggi identificati come delle “emergenze” da risolvere poiché sorti e stabiliti spontaneamente nel corso degli anni senza mai seguire la logica di un progetto unitario. STATO DI FATTO Premessa: tutte le strutture in concessione demaniale e ferroviairia sono site su di un terrapieno che copre una superficie di circa 1700 mq. IL TERRAPIENO Il territorio del Centro Nautico è caratterizzato da un piano sopraelevato la cui altezza rispetto alla sottostante spiaggia varia dai 3 metri. sino ai 4 50 metri Si tratta di un terrapieno artificiale in parte a scarpata fortemente soggetta ad erosione marina verso Ponente ed in parte protetto da un muro in C.A. verso Levante. IL PROGETTO LE NUOVE CABINE GLI SPAZI RISTORO GLI UFFICI IL MAGAZZINO IL DEPOSITO DOCCE E SERVIZI IGIENICI Si prevedono la demolizione di tutte le strutture esistenti e l’inserimento di nuove strutture a uso cabine spazi ristoro ufficio magazzino deposito attrezzeture per la pesca e la nautica docce esterne e servizi igienici. Struttura Tutte le strutture del Centro Nautico sono interamente smontabili. Tutti i nuovi corpi di fabbrica non poggiano piu’ su una gettata di cls ma nel pieno rispetto dell’ ambiente marino esistente protetto sono posti su una pavimentazione completamentte amovibile costituita da quadrotti in cemento pressati ricoperti di ghiaia lavata di fiume. Lo scheletro interno delle nuove strutture smontabili è costituito da un’intelaiatura di traverse e montanti di legno marino Azobé sui quali si avvitano le partizioni esterne in pannelli di compensato marino Okoumè. I tamponamenti orizzontali che formano la copertura delle nuove cabine sono in pannelli di policarbonato alveolare a U protetti dai raggi UV sul lato esterno. Le lastre di tali pannelli sono giuntate a incastro su montanti di sezione quadrata con giunto aperto e la perfetta tenuta del sistema è garantita dai profili perimetrali in alluminio anodizzato naturale e da altri accessori di finitura. Viene garantita una pendenza del 5% della detta copertura per il defluvio delle acque piovane il quale è inoltre agevolato dal telaio superiore che funge anche da canale di gronda e di bocchette di scarico per l’acqua piovana. Le lastre in policarbonato alveolare formanti i tamponamenti orizzontali sono poste a doppio passo in modo da creare una camera d’aria interna con funzione coibentante. Inoltre la copertura sarà schermata per tutta la sua ampiezza da una sovrastruttura in brise-soleil formata da doghe di legno marino i cui aggetti fungono da parasole in modo da creare zone d’ombra lungo il percorso che porta alle cabine essendo quest’ultimo particolarmente assolato nei mesi primaverili ed estivi. La proprietà termoisolante delle suddette lastre in policarbonato è di U=2 34 W m²K. In particolare si tratta di lastre in policarbonato alveolare a doppio innesto dotate di incastro maschio femmina che consente la realizzazione di tamponamenti senza nessun ausilio di giunzione. Tutto ciò ne garantisce la velocità di posa in opera e la possibilità di smontaggio richiesto dalla Regione Liguria per i mesi invernali. Le lastre color opalino lasciano passare la luce per un valore di 55% ±2. Pareti I tamponamenti verticali esterni sul lato di maggior lunghezzae le porte sono realizzate in legno marino Okoumè sui quali sono avvitate parzialmente doghe di legno marino. I pannelli sono tenuti in guida da profili in acciaio di adeguato spessore fungenti da coronamento superiore ed inferiore e sono connessi l’un l’altro per mezzo di incastri maschio-femmina appositamente sigillati a tenuta di agenti atmosferici esterni. La proprietà termosisolante delle suddette lastre è di U=1 80 W m²K. Le lastre color opalino lasciano passare la luce La struttura è interamente smontabile e rimontabile per la stagione successiva. La sistemazione interna dei pannelli è stata studiata per garantire la velocità di assemblaggio e di disassemblaggio. Ogni struttura è scomponibile in moduli separati. Viene creata inoltre un’unica struttura a uso servizio igienici e docce scoperte. Il nuovo corpo di fabbrica viene affiancato al lato orientale del magazzino intermante rifasciatocon doghe di legno in modo da creare un’unica soluzione di continuità. I RICOVERI ATTREZZI I nuovi ricoveri attrezzi sono composti da una struttura di tamponamento esterno costituita da pannelli di compensato marino Okoumè mentre lo scheletro interno in montanti e travers in legno marino azobé. La vista del mare viene risulta così essere completamente sgombra mentre le strutture leggere in panelli di Okoumè marino danno unitarietà e riordinano lo spazio esistente. Il progetto prevede l’installazione di un nucleo di servizi igienici composto un w.c. a norma disabili docce esterne lavabi. Il nuovo locale servizi igienici comprende un locale w.c. a norma disabili dotato di lavamani ad accensione automatica e non-manuale un locale aperto schermato solo sul lato superiore da brise-soleil in legno dogato avente piattaforma in quadrotti in cemento pressati ricoperti di ghiaia lavata di fiume.cls comprensivo di due scarichi per le suddette docce esterne. Alcune considerazioni sui legni da impiegarsi Il progetto prevede in gran parte la costruzione delle strutture del circolo nautico attraverso l’utilizzo di travi montanti e traverse doghe e pannelli di tamponamento di legno marino. Le essenze preferite sono legni africani Okoumè e Azobè poiché il legno è un materiale naturale che più facilmente riesce a integrarsi in un paesaggio marino protetto e in particolare le due essenze sopraccitate sono resistenti alle intemperie e al salino essendo poco porosi e funghifaghi duri e resistenti all’acqua. AZOBÈ In particolare il legno azobè è una latifoglia di alto fusto che nasce nelle regioni equatoriali e prevalentemente in Costa D’Avorio – Camerun – Guinea – Gabon e Nigeria. La denominazione scientifica dell’Azobè è Lophira Alata / Lophira Procera. L’Azobè si caratterizza dallo stretto (parte esterna del tronco) roseo o bruniccio e dal durame (parte interna del tronco) rosso brunito. Di tessitura forte e di fibratura spesso intrecciata che ne caratterizza e ne evidenzia la robustezza. L’Azobè in particolare per le sue caratteristiche fisiche e meccaniche presenta il vantaggio di non necessitare di alcuna manutenzione dopo la sua posa in opera essendo inattaccabile da agenti chimici e atmosferici e non temendo gli urti e il gelo; è spesso usato in strutture esposte alle intemperie e sottoposte a sollecitazioni elevate. Le caratteristiche dell’Azobè di resistenza meccanica sono molto elevate; il durame è di lunga conservazione anche in ambienti umidi la resistenza alle teredini è elevata. L’Azobè è un legno praticamente immarcescibile di lunghissima durata resistente ad urti con grande prova di elasticità e di potenza meccanica resistente agli attacchi xilofagi e tra questi specialmente le termiti ed i tarli nonchè la teredo navalis. Da ciò risulta pertanto che l’Azobè è indicato per qualsiasi opera esterna sia in terreno umido e secco che in acqua anche salata. Le sue proprietà di resistenza sono notevolissime facciamo seguire le più importanti comparate con quelle del Rovere: AZOBÈ ROVERE MODULO DI ELASTICITA’ Kg/cmq 240.000 115.000 RESISTENZA A FLESSIONE Kg/cmq 2460 950 RESISTENZA A COMPRESSIONE Kg/cmq 1090 540 DUREZZA (SCALA BRINELL) Kg/cmq 13 6 Il peso specifico per merce fresca è di circa 1300 Kg per metro cubo. OKOUMÈ Aucoumea klaineiana. Appartiene alla famiglia delle Burseraceae. NOMI ALL’ORIGINE. Angouma combo combo (Gabon); Cambogala ozonga (Africa occidentale). AREALE DI CRESCITA. Si trova in Africa tropicale occidentale e particolarmente nel Gabon nella Guinea Spagnola nel Camerun e nel Congo. La denominazione comune inglese di questo legname è gaboon derivata dal nome della Repubblica africana occidentale Gabon; in molti paesi è noto come Okoumè. La sola specie che produce il gaboon/okumè è un grande albero alto fino a 40 metri che si trova soltanto in Gabon nella Guinea equatoriale e nel Congo ma dove si trova è molto abbondante e si esporta più gaboon/okumè di qualsiasi altro legno africano. Inviato nell’Europa continentale in gran parte sotto forma di tronchi il gaboon/okumè è uno dei principali legnami impiegato dall’industria del compensato. CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE. Il gaboon/okumè è un legno rosa pallido con una tessitura abbastanza fine e senza un carattere particolare. A volte è figurato ma più generalmente ha una grana diritta. Alburno e durarne sono nettamente differenziati. L’alburno è stretto di colore grigiastro mentre il durarne si presenta con tonalità rosa salmone più o meno scuro. Le zone di accrescimento sono poco visibili. Il coefficiente di ritiro può essere considerato irrilevante. ESSICCAZIONE. Si essicca bene e senza problemi sia all’aria sia in forno. PESO SPECIFICO. Al 15% di umidità ha un peso specifico variante tra i 400 e i 500 Kg/m3. Il compensato utlizzato è a struttura omogenea (unica essenza) omologato e certificato CE con incollaggio fenolico. L’essenza Okoumè ha un ottimo rapporto peso/caratteristiche meccaniche e resistenza all’umidità. L’ incollaggio usato per le strutture in questione è di tipo fenolico (resistente all’ebollizione quindi ideale per usi esterne) vengono effettuati secondo le norme EN 314 Classe 3 – UNI 6478/69 M100 ed internazionali (B.S. 1088 – DIN AW100/ A 100). Il progetto prevede di utilizzare questa essenza soprattutto per i tamponamenti esterni di tutte le strutture smontabili Il legno è stato trattato con idonea verniciatura trasparente impregnante stesa manualmente su ogni superficie interna ed esterna. Traverse e montanti componenti lo scheletro portante delle strutture sono state realizzate mediante travi montnti e travcerse in legno Azobé. The possibility of redevelopment of the Nautical Club in Genoa Vesima-Arenzano site licensed and partially railway and state-owned redesigns the existing spaces through a single logic in order to provide a clean key which at the same time does not impose itself to the landscape but it integrates with it mostly through the use of natural materials such as marine wood and forms that follow the natural environment. The design began with an intense analysis of the existing spaces that is a man-made embankment partially sited in a state area. These spaces were originally used since the ‘70s for facilities for recreational use. These spaces initially mainly used for fishing are now identified as “emergencies” to solve since they emerged and established spontaneously over the years and they never followed the logic of a single and unitary project. THE PROJECT : Introduction: All the structures cover an area of about 1700 square meters that is 18299.24 square feet. THE EMBANKMENT The territory of the Nautical Club is characterized by an elevated plane whose height over the underlying beach varies from 3 meters up to 4.50 meters. It is an artificial embankment that is strongly subject to marine erosion towards west and partially protected by a cement wall in its eastern part. THE NEW CABINS THE DINING AREAS OFFICE WAREHOUSE STORAGE SHOWERS AND TOILETS The project provides the demolition of all existing structures and the introduction of new facilities as cabins dining areas offices warehouses storage equipment showers and toilets. THE NEW STRUCTURES All the facilities of the Nautical Club are fully removable. All new buildings are not based on reinforced concrete foundations but in full compliance with existing natural sandy environment they support on a totally removable structure made out of wooden beams screwed up on removable cement plinths. Also The internal skeleton of the new removable structures is constituted by a framework of beams and uprights of marine wood Azobé on which the external panels of marine plywood Okoume. partitions are screwed up. The roof of the new structures will be in multi-wall polycarbonate panels that are U-UV protected on the outside. The sheets of these panels are joined by interlocking squared section pillars with open joint and the perfect tightness of the system is guaranteed by the outer profiles in natural anodised aluminum.. Will be guaranteed a gradient of 5% of said cover for the drainage of rainwater. Polycarbonate sheets forming the horizontal infills are put together double-step to create an inner tube with insulating function. In addition the hedge it is screened for its entire width by a brise-soleil superstructure that consists of wooden marine slats whose projections act as a sunshade to create shadows along the path leading to the cabins. The insulating properties of these polycarbonate sheets is U = 2.34 W m² K. The opal color plates let in the light for a value of 55 ± 2%. Walls The cladding on the exterior are made of marine plywood okoume on which are screwed on a steel structure . On both sides of the lower rear-end collisions vertical external panels are made of polycarbonate opal color. In particular in the case of slabs of polycarbonate with two clutches equipped with male female interlocking that allows the realization of rear-end collisions without any aid of junction. All this guarantees the speed of laying and the possibility of disassembly required by the State during the winter months. The panels are held in guide thank to steel profiles acting as crown at the top and the bottom and are connected one to another by male-female joints specially sealed against atmospheric agents. The insulating properties of these plates is of U = 1.80 W m² K. The opal color plates let in the light The structure can be completely disassembled and reassembled for the next season. The internal arrangement of the panels has been studied to ensure the speed of assembly and disassembly. Each structure is broken down into separate modules. It was also also created a structure to use service toilets and showers and a warehouse. MARINE EQUIPMENT STORAGE The new marine equipment storage are composed of a structure whose internal framework is made out of azobe beams protected by panels of marine plywood Okoume The sea view is completely clear while the lightweight panels in Okoume marine unify and rearrange the existing space. The project involves the installation of a core of toilets outdoor showers sinks external showers. ect. Some Thoughts about the wood used in the project: The porject provided wood as the main material since it is natural and which can more easily be integrated into a natural landscape. The two wood essences are African woods such as okoume plywood and Azobè wood. The wood has been treated with a suitable transparent impregnating varnish that was spread manually on every surface inside and outside. Uprights and crossbars components of the skeleton of the structures were made using wooden beams Azobé. In particular the two above-mentioned species are resistant to weather and salt since these kinds of woods are not porous water resistant and hardly get attacked by mushrooms. AZOBE In particular the hardwood Azobè trees come from equatorial regions mainly in Ivory Coast – Cameroon – Guinea – Gabon and Nigeria. The scientific name is dell’Azobè Lophira Alata / Lophira Procera. The Azobè is characterized by narrow (outer part of the trunk) pinkish or brownish and the heartwood (the inner part of the trunk) red burnished. Weaving strong and often interlocked grain that characterizes and highlights the robustness. The Azobè in particular for its physical and mechanical characteristics has the advantage of not requiring any maintenance after its installation being resistant to chemical and atmospheric agents it does not fear impacts and frost that is why it is is often used in structures that are exposed to the athmosferic agents and subjected to high stress. The dell’Azobè mechanical resistance characteristics are very high; the heartwood is of long shelf life even in humid environments its resistance to shipworms is high. The Azobè is a wood practically incorruptible long-lasting resistant to shock with great test of elasticity and mechanical power resistant to attack xylophagous and among these especially termites and borers as well as the teredo navalis. It follows therefore that the Azobè is for any external work both in wet and dry land and in the water even salt water. Its strength properties are remarkable we follow the most important compared with those of Oak: AZOBE OAK MODULUS OF ELASTICITY ‘Kg / cm 240 000 115 000 BENDING Kg / cm ² 2460 950 COMPRESSION STRENGTH Kg / cm ² 1090 540 HARDNESS (SCALE BRINELL) Kg / cm 13 6 The specific weight for fresh goods is approximately 1300 Kg per cubic meter. Okoume Aucoumea klaineiana. It belongs to the family of Burseraceae. NAME ORIGIN. Angouma combo combo (Gabon); Cambogala ozonga (West Africa). GROWTH AREA. It is found in tropical West Africa and particularly in Gabon in Spanish Guinea Cameroon and Congo. The English common name of this timber is gaboon derived from the name of the Republic of West Africa Gabon and in many countries is known as Okoumè. The only species that produces gaboon / okoume is a large tree up to 40 meters which is only found in Gabon Equatorial Guinea and Congo but where it is very abundant and exports more gaboon / okoume any other African wood. Posted in continental largely in the form of logs the gaboon / okoume is one of the main timber used by the plywood. TECHNICAL FEATURES. The gaboon / okoume wood is pale pink with a texture rather fine and without a particular character. Sometimes it figuratively but more generally has a straight grain. Sapwood and durarne are clearly differentiated. The sapwood is narrow grayish in color while the durarne shows shades of pink salmon more or less dark. The zones of growth are poorly visible. The coefficient of shrinkage can be considered insignificant. DRYING. It dries well and without problems to both air and in the oven. SPECIFIC GRAVITY. At 15% moisture has a specific weight varying between 400 and 500 Kg/m3. The plywood utlizzato is a homogeneous structure (one essence) approved and CE certificate with phenolic adhesive. The essence Okoumè has an excellent weight / mechanical properties and resistance to moisture. The ‘glue used for these structures is phenol type (resistant to boiling making it ideal for outdoor use) will be carried out in accordance with EN 314 class 3 – UNI 6478/69 M100 and international standards (BS 1088 – DIN AW
3 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    NUOVO CIRCOLO NAUTICO PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE COSTIERA LIGURIA DI PONENTE ITALIA PREFAZIONE L’ipotesi di progetto di riqualificazione Centro Nautico sito in Genova Vesima in concessione parzialmente demaniale e ferroviaria ridisegna interamente gli spazi esistenti attraverso una logica unitaria in modo da fornire una chiave di lettura pulita che possa nel contempo non imporsi al paesaggio ma integrarsi con questo attraverso l’uso di materiali naturali quali il legno marino. La...

    Project details
    • Year 2012
    • Work started in 2011
    • Work finished in 2012
    • Main structure Mixed structure
    • Status Completed works
    • Type Parks, Public Gardens / Waterfront / Landscape/territorial planning / Sports Centres / Beach Facilities / Leisure Centres / River and coastal redevelopment
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users