Bonellilab

Riuso di una parte delle ex fabbriche Furga a magazzini, uffici e centro culturale Canneto sull'Oglio / Italy / 2006

0
0 Love 1,243 Visits Published

Una scatola bianca, asettica dove l’arte e il lontano rumore delle macchine per la produzione delle bambole convivono metaforicamente.

A Canneto sull’Oglio in Provincia di Mantova, una parte delle ex fabbriche Furga, ormai dimesse da parecchi anni, è stata acquistata dalla “Bonelli arte contemporanea” per stabilire la principale sede della propria attività imprenditoriale.
I 2000 mq, adibiti a centro culturale, uffici e depositi, costituiscono un laboratorio, fucina di idee e spazio di confronto in continua evoluzione, per i giovani artisti che la galleria rappresenta in campo nazionale ed internazionale.
Quadri, sculture, istallazioni, si mostrano dentro uno spazio bianco, questa era la richiesta del committente, che evidenzia l’opera d’arte nelle sue qualità espressive autentiche; grandi spazi, pareti di notevoli dimensioni, pilastri in cemento intonacati, soffitti con travi in ferro, e pavimenti in cemento grigio, trattati con laconica sobrietà, conferiscono all’ambiente una dimensione di surreale metafisicità in cui l’oggetto d’arte può, al di fuori del tempo e dello spazio, comunicare la sua forza culturale e presenza sociale perenni.
Per valorizzare il luogo, gia fortemente caratterizzato, sono stati necessari alcuni interventi che in modo discreto si adattassero alla struttura industriale esistente.
Infatti l’apertura di porte e finestre nelle pareti esterne, l’adeguamento igienico-sanitario, l’istallazione degli impianti idro-termosanitari ed elettrici, sono stati distribuiti all’interno degli spazi a disposizione ed incastonati nella misura della maglia strutturale partendo dal presupposto di “non visibilità”.
Il concetto parte dalla considerazione che l’opera d’arte in se non ha bisogno di contorni eccezionali e caratterizzanti ma di un ambiente quasi completamente impersonale e decaratterizzato, che renda giustizia al valore reale di un qualsiasi oggetto artistico ed alla sostanza che esso rappresenta ed esprime all’interno della società.
“Bonellilab” è il risultato di un luogo che contiene in modo discreto, nato dalla commistione delle sovrastrutture nascoste con il mantenimento del carattere della fabbrica, dove il concetto del movimento della macchina e del lavoro espresso nelle opere di Marinetti, si fonde con gli edifici-fabbrica descritti nei fantastici e futuribili disegni di Sant’elia.

La porta d’ingresso principale del centro culturale, ricavata dal prolungamento di una finestra esistente di 2,00 m X 2,00 m, e diventata 2,00 m x 3,00 m, su una delle Vie che collega la piazza principale del paese, è disegnata da un unico serramento ad
un’ anta in alluminio satinato e vetro trasparente; la sicurezza è data dalla saracinesca in ferro zincato e dogato con chiusura elettrica regolata dall’esterno che caratterizza l’ingresso quando l’ambiente è chiuso.
Il locale che prelude gli spazi, è una stanza bianca con il pavimento grigio in cemento ed un controsoffitto dove sono stati collocati gli impianti di riscaldamento ed elettrici con dodici faretti orientabili a sezione circolare disposti a due a due.
Il mancato allineamento esistente tra la porta d’ingresso e quella del secondo vestibolo con i servizi igienici, è stato rimediato da una lieve curvatura della linea di collegamento delle luci.
Ricavati nel secondo ingresso, i servizi igienici seguono anch’essi la misura della maglia strutturale; il pavimento sempre in cemento grigio, i sanitari squadrati in ceramica smaltata ed il rivestimento in mosaico bianco e rosso, riprendono la dimensione del lavoro nella fabbrica.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Una scatola bianca, asettica dove l’arte e il lontano rumore delle macchine per la produzione delle bambole convivono metaforicamente.A Canneto sull’Oglio in Provincia di Mantova, una parte delle ex fabbriche Furga, ormai dimesse da parecchi anni, è stata acquistata dalla “Bonelli arte contemporanea” per stabilire la principale sede della propria attività imprenditoriale.I 2000 mq, adibiti a centro culturale, uffici e depositi, costituiscono un laboratorio, fucina di idee e spazio di confronto...

    Project details
    • Year 2006
    • Work started in 2005
    • Work finished in 2006
    • Client Bonelli arte contemporanea
    • Status Completed works
    • Type Multi-purpose Cultural Centres
    Archilovers On Instagram