Concorso di idee per Piazza Federico di Svevia Ortigia - Siracusa

Riqualificazione e arredo urbano Piazza Federico di Svevia Syracuse / Italy / 2007

0
0 Love 1,766 Visits Published
Premessa_

La piazza come elemento appositamente progettato è un concetto recente nella storia dell’urbanistica.D’altro canto, il concetto di piazza ha subito modifiche tanto nel significato funzionale quanto in quello spaziale.
Una piazza non è più soltanto uno slargo delimitato da edifici, ma con tale denominazione si intendono ormai realtà meno definite: per esempio, la piazza come “ luogo ”.
Inoltre molte piazze sono oggi prive di una destinazione specifica e si caratterizzano semplicemente come spazi di incontro ricreativo e di recupero urbanistico, di zone trascurate e degradate.
Scelte Progettuali_
L’ idea progettuale parte da uno studio sul modulo abitativo, per poi riproporsi come maglia urbana, adattandosi nello spazio delimitato dagli edifici storici esistenti. Mantenendo la geometria, gli allineamenti e le perpendicolarità, lo spazio è stato ridisegnato. La piazza si riappropria della sua funzione, salotto di incontro, e scambio culturale, luogo di conversazione e area di svago, dove studenti, turisti e cittadini possono recarsi liberamente e rivivere questo luogo attualmente dimenticato e limitato ad una disordinata area di sosta.
Notevole attenzione si è posta per la viabilità locale, che non viene modificata, fatta eccezione per l’area di sosta, che viene prevista solamente lungo il fianco dell’ex Caserma Abela riservandola ai soli residenti dell’area oggetto di studio.
La piazza Federico di Svevia, non presenta vaste zone d’ombra, la si vuole appositamente libera per permettere nell’area dinnanzi l’ex Caserma di ospitare mostre, incontri culturali, spettacoli all’aperto, magari dando la possibilità a giovani artisti e studenti di creare delle istallazioni temporanee ed utilizzare questo spazio come luogo di crescita culturale.
Originale è la fontana – bussola, posta nel baricentro della piazza, indicante il nord, e può essere utilizzata anche come orologio solare, ma occorrerebbe uno studio più approfondito.


I Materiali_
I materiali pensati per l’intervento sono stati scelti dopo un’osservazione degli spazi, degli edifici, dei colori e della luce, che rendono unica l’isola di Ortigia.
Dopo una passeggiata per il centro storico si è deciso di utilizzare per il disegno della maglia orizzontale, la pietra bianca calcarea, che racchiude un ciottolato fino annegato nel calcestruzzo. Per quanto riguarda la zona carrabile questa è realizzata con basolato in pietra lavica nera, mentre il percorso verso il castello è realizzato in monostrato vulcanico di colore giallo.
L’illuminazione è pensata con segnapassi verso l’alto, per dare risalto ai prospetti che guardano la nuova piazza, fatta eccezione per via G.Abela che porta al lungomare di Ortigia dove si trovano una serie di lampioni che illuminano l’area pedonale e quella carrabile.
L’arredo urbano è semplice e poco invasivo. Troviamo sedute in pietra calcarea bianca, fioriere, cestini e dissuasori di sosta che delimitano l’area pedonale; particolare è la fontana-bussola per la sua forma e per il suo rivestimento in marmo.
Le uniche piantumazioni pensate sono le palme (o ulivi), che delimitano parte della piazza prima dell’attraversamento carrabile, purtroppo inevitabile per la circolazione urbana locale.
Si è pensato di integrare la segnaletica turistica e attrezzare al meglio l’area di fermata del bus navetta elettrico.
Filosofia del Progetto_
I colori chiari e delicati sono frutto di scelte dettate dalla luce che colpisce la pietra e dai riflessi che rendono unico questo luogo.
Lungo il percorso verso il Castello Maniace, il pedone che sta attraversando un luogo di storia e di cultura, non ha più la sensazione di passare attraverso un’area di parcheggio disordinata, ma di leggere un percorso che in un certo senso lo prepara ai colori e alle tracce che troverà all’interno del castello.
La bussola, situata nel baricentro della piazza, estremità dell’isola, indica il nord, come guida dei marinai diventa elemento architettonico, fontana, (orologio solare) per questa “città di mare”.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Premessa_La piazza come elemento appositamente progettato è un concetto recente nella storia dell’urbanistica.D’altro canto, il concetto di piazza ha subito modifiche tanto nel significato funzionale quanto in quello spaziale.Una piazza non è più soltanto uno slargo delimitato da edifici, ma con tale denominazione si intendono ormai realtà meno definite: per esempio, la piazza come “ luogo ”.Inoltre molte piazze sono oggi prive di una destinazione specifica e si caratterizzano semplicemente...

    Project details
    • Year 2007
    • Client Concorso indetto dal Rotary Club-Siracusa
    • Status Competition works
    • Type Public Squares
    Archilovers On Instagram