Concorso di Idee per il collegamento tra i litorali nord e sud del centro storico.

Trapani / Italy / 2010

2
2 Love 2,021 Visits Published
La proposta per la riqualificazione architettonica e viaria dei percorsi che collegano i litorali nord e Sud del centro Storico della città di Trapani, è elabora traendo spunto dalle sollecitazioni culturali che la stessa città provoca. La città è interpretata come sistema composto da elementi trasversali ben radicati nel tessuto socio-culturale.
L’area oggetto del presente concorso, di particolare pregio paesaggistico, merita un’attenta riqualificazione architettonica ed una mirata individuazione di percorsi di valorizzazione storico-architettonica, al fine di rendere l’istmo della città attrattore economico. L’intervento mira a stimolare l’intero tessuto urbano in oggetto, attraverso delle “suggestioni” culturali, SINAPSI URBANE.
Dall’analisi compiuta su tale area, si evince che la tipicità che connota il contesto urbano, (architettonicamente e socialmente) è una degli aspetti più affascinanti e che i dati relativi alla sua conformazione sono ben relazionati con alcuni aspetti culturali: il processo progettuale prende spunto quindi proprio dal substrato culturale per definirne strategie progettuali, relative alla definizione di percorsi tematici, che riattivino e caratterizzino il centro storico.
Sono 5 i temi sui quali si catalizza l’attenzione del sistema trasversale, letti nel loro senso più ampio, come sinonimi di ambiti culturali, radicati nel territorio:
1. la ”lirica”
2. la “vela “
3. il “corallo”
4. il “sale”
5. “Zichichi”
1. Individuazione del percorso tematico legato agli eventi, lirica, per sollecitare la riflessione sulla storica attività di intrattenimento , in memoria di Giuseppe Di Stefano; sono previsti lungo l’intero percorso, punti di comunicazione degli eventi, spazi di inserimento di musicisti, totem luminosi che segnalino ambientazioni di spettacoli, che sollecitino i fruitori dello spazio urbano a respirare cultura musicale, palcoscenici itineranti che definiscano quinte urbane, rappresentazioni digitali di opere “dislocate”.
2. Individuazione del percorso tematico legato allo sport, vela, tratto dal connubio della città con il vento, e la visibilità internazionale che la città ha avuto durante le regate per l’International match cup. La sollecitazione prende spunto da ciò che potrebbe essere legato esclusivamente al mare, ma lo trasporta poi nella città storica: schermi di proiezione di regate in atto, manifestazioni di cultura dei venti, di attività legate alle giornate ecologiche già in svolgimento, spazi dove poter noleggiare biciclette, skate, percorsi di cultura del benessere, indicazione di strutture sportive prossime al centro storico, legame con sistemi di Park and ride, connessioni visive tramite getti di acqua, illuminate con sistemi a RGB, tra la Torre di Ligny con Bastione Conca, ed il Lazzaretto con il molo sud.
3. Individuazione del percorso tematico riferito all’attività dell’artigianato, corallo, che storicamente caratterizza la città; di pregevole rilevanza è stata la lavorazione del corallo in cui si e' espressa l'arte degli artigiani locali espertissimi nelle tecniche tradizionali; puntando sulla presenza di attori appartenenti al contesto socio-culturale si vuole sollecitare l’intera attività artigianale letta nella sua tipicità: il percorso è infatti articolato dalla presenza di banchi espositivi di vendita di prodotti di pregio come cesti intrecciati, ricami, lavorazione del tufo, tappeti ericini, ceramica, lavorazioni in ferro battuto, lavorazioni del corallo. Attività di divulgazione delle tecniche tradizionali nei diversi campi di applicazione dell’artigainato. L’obiettivo è attrarre visitatori, sottolineando la vocazione turistica della città e innescando procedimenti di coinvolgimento e consenso, al fine di facilitare le relazioni tra gli attori e i fruitori, in accordo con le direttive provenienti dal Piano Strategico della Città.
4. Individuazione del percorso tematico legato alla gastronomia, sale, che trova radici nella cultura siciliana di un’affermata scuola gastronomica, ricca di legami con il mare, il sale, il mediterraneo, che esplicita il legame con il centro storico della città di Trapani, attraverso spazi come la Piazza Mercato del Pesce, L’arco dei pescatori, …………….. le diverse botteghe che tipizzano una dimensione prettamente urbana, attenta alla relazione con il cittadino, anche’essi attrattori economici di flussi turistici.
Gli interventi lungo il percorso del “sale”, hanno l’obiettivo di sollecitare il fruitore nella scoperta dell’antico centro storico, nella movimentazione durante le diverse ore del giorno, con mostre culinarie, incontri di tutela di prodotti tipici, cultura dell’alimentazione, cultura del pesce, proiezioni di tematiche legate alla storia del sale, produzione del sale in riferimento alle vicine saline. L’elaborazione del tema gastronomico ha anch’esso elevate potenzialità di attrazione di flussi economici, turistici e culturali oltre che ad attivare gli attori appartenenti al tessuto urbano. Da tale percorso si potrebbero verificare sinergie con i locali gastronomici presenti nell’area.
5. L’individuazione del percorso legato alla scienza, chiamato “ Zichichi”, in onore dello scienziato a cui la città ha dato i natali, è promosso per la necessità di inserire un cammino mirato alla divulgazione scientifica ,all’innovazione, alle nuove tecnologie, all’informatizzazione, alla scoperta e memoria di produzioni locali.
Ci si sofferma sull’idea che dietro i precedenti temi, affrontati lungo i percorsi, si nasconda la scienza, che può spiegare, raccontare le motivazioni di una così prolifera cultura. Il tema del sale, i venti, il corallo e la vela, sono spiegati dal professore divulgatore di scienza a cui la città ha dato i natali, nel loro senso più ampio.
Si immaginano percorsi ricchi di riflessioni scientifiche, pannelli espositori, totem informativi, punti informazione, postazioni internet, spazi fruibili dalle scolaresche, spazi per meeting ed incontri culturali.

I 5 percorsi definiscono in tal modo una rete di connessioni, attivata dai cittadini e diversi fruitori, in una SINAPSI URBANA, un sistema di contatti urbani, flussi economici e attrattori culturali, che si manifestano lungo i percorsi culminando negli invasi .
La sinapsi urbana si estende su tutta l’area di progetto sollecitata delle mille interazioni e suggestioni con il territorio trapanese, le saline, Erice, le Egadi, il vento; gli obiettivi di armonizzazione del rione San Pietro si estendono su tutta l’area di progetto, poiché, l’intervento progettuale è mirato alla riqualificazione architettonica dell’interno tessuto urbano ottenuta dando attente prescrizioni sul recupero, riconversione di immobili di particolare pregio, ripristino delle sedi stradali e progettazione illuminotecnica.
La progettazione della luce infatti presenta tre tipologie:
- la prima mirata a sottolineare i percorsi ( sistema di incasso a pavimento segni luminosi sui percorsi, illuminazione di vasche di acqua);
- La seconda ha carattere funzionale ed avviene su pali ad altezza 4,5 m, dotati di sistema cut-off a norma con le prescrizioni in materia di inquinamento luminoso, cioè adoperare apparecchi di illuminazione che una volta installati non emettano luce sopra un piano orizzontale passante per il centro della lampada;
- la terza di carattere architetturale, mirata a sottolineare le valenze architettonico - artistiche dei singoli immobili di pregio lungo i percorsi, quinte urbane; affinché questo avvenga sono necessari piani di luce che sappiano sottolineare le singole situazioni, patrimoni artistici, creando atmosfere suggestive capaci di donare emozioni e creare sicurezza;
Lo spazio pubblico è in tal modo recuperato dalla luce, la cui qualità influisce direttamente sulla sicurezza dei cittadini. Un’ illuminazione notturna delle aree pubbliche che sia in grado di evitare zone d’ombra pericolose diviene obiettivo di progetto.
Altro dato importante è l’attenzione alle politiche di risparmio energetico in un’ottica di impatto ambientale e di contenimento dei costi: ottiche e apparecchiature evolute in grado di assolvere meglio alle necessità illuminotecniche, aumentando l’interdistanza tra un elemento e l’altro, riducendo il numero degli apparecchi totali utilizzati. Infatti l’inquinamento luminoso, spreco dell’energia erogata dai singoli corpi illuminanti è contenibile adottando semplici regole di regia luminosa che utilizzino apparecchi con ottiche concentrate ed asimmetriche, schermi frangisole e lenti frasnel.
Il progetto quindi non individua un’unica direttrice di connessione tra i due litorali, ma una molteplicità di percorsi connessi tra loro culminanti in un unico punto, Villa Margherita, elemento di ingresso alla città antica, assolvendo al ruolo storico rivestito prima dell’Unità d’Italia. Nella stessa villa, luogo centrale di lettura della varietà trapanese, hanno inizio percorsi sollecitati dalla presenza di un capiente teatro all’aperto, di una tipica vegetazione sicula, e resti di epoca antica.

La sinapsi urbana sfocia nell’accogliente Piazza Mercato, dove i percorsi tematici, rispettano la storicità del luogo, ma si trasformano in contemporaneità, immagini digitali proiettate all’interno del porticato;
La regia potrà decidere di scegliere nelle ore diurne immagini legate allo sport, competizioni in atto, prodotti eventualmente venduti in sede di mercato nelle ore serali invece spettacoli dal vivo e proiezioni musicali e danza.
2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La proposta per la riqualificazione architettonica e viaria dei percorsi che collegano i litorali nord e Sud del centro Storico della città di Trapani, è elabora traendo spunto dalle sollecitazioni culturali che la stessa città provoca. La città è interpretata come sistema composto da elementi trasversali ben radicati nel tessuto socio-culturale. L’area oggetto del presente concorso, di particolare pregio paesaggistico, merita un’attenta riqualificazione architettonica ed una mirata...

    Project details
    • Year 2010
    • Client comune di trapani
    • Status Competition works
    • Type Public Squares / Waterfront / Urban Furniture / Monuments
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users