IL CUBO VERDE | Pasquale Raffa Architettura

Napoli / Italy / 2013

0
0 Love 106 Visits Published

Il progetto privilegia un approccio interdisciplinare dove alle competenze architettoniche si affiancano la ricerca sociologica e un’analisi dell’investimento corredata da una analisi di marketing. In linea con gli sviluppi più recenti in campo di architettura partecipata, dunque, siamo dell’idea che le qualità architettoniche e progettuali si debbano confrontare sempre con i saperi delle altre discipline col fine di trovare soluzioni che rispecchiano la società e rispettino la città contemporanea che è insieme di spazio materiale, fisico e spazio sociale. Per ciò che concerne il progetto architettonico, la lettura in chiave storica del territorio e l’analisi delle importanti valenze architettoniche e paesaggistiche presenti nell’area, si sono poste come fondamento del percorso progettuale. Il progetto, quindi, è partito da una considerazione molto semplice: Re-interpretare in maniera contemporanea l’architettura locale con la quale si dialoga. L’hotel si inserisce in questo contesto come nuovo simbolo architettonico in un punto strategico per la Mostra, cioè sull’asse Cardinale Massaia che ha come quinta architettonica da un lato il Cubo d’Oro e dall’altro proprio il nuovo hotel sulla nuova Porta Antiniana con accesso da via Terracina. Il cubo sarà ciò che legherà le due architetture, ma reinterpretato in chiave romantica: il CUBO VERDE. Il cubo sarà l’ingresso al nuovo hotel e sarà rivestito di verde, di vegetazione, simbolo di architettura sostenibile e che rispetta la natura, temi vitali per la società contemporanea e del futuro. Nel cubo sarà localizzata la hall/reception dalla quale si potrà raggiungere il bar/ristorante aperto anche al pubblico e alla lobby-living che affaccerà sulla corte interna. Dalla sala centrale con vetrata a doppia altezza si giungerà al ristorante dell’hotel, ai vari servizi e alle due stecche delle camere posizionate ai due estremi e che andranno a circondare la corte centrale adibita a giardino con terrazza e piscina con solarium. I due blocchi camere saranno di due piani ciascuno per un totale di 80 camere da 25mq più balconcino che affaccerà sulla corte. Il giardino interno si configurerà come un eden per il cliente, dove potrà rilassarsi a bordo piscina, passeggiare tra gli alberi e la vegetazione assolutamente di macchia mediterranea. Al lato opposto alla lobby, quindi ad est, sarà posizionata la spa/centro benessere, collegata anche alle due stecche di camere che chiuderà la corte sul lato est. Infine sulla copertura sarà allestita una terrazza per i clienti dell’hotel ed una per i clienti del bar-ristorante aperto al pubblico con accesso diretto da via Terracina.

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il progetto privilegia un approccio interdisciplinare dove alle competenze architettoniche si affiancano la ricerca sociologica e un’analisi dell’investimento corredata da una analisi di marketing. In linea con gli sviluppi più recenti in campo di architettura partecipata, dunque, siamo dell’idea che le qualità architettoniche e progettuali si debbano confrontare sempre con i saperi delle altre discipline col fine di trovare soluzioni che rispecchiano la...

    Project details
    • Year 2013
    • Status Competition works
    • Type Hotel/Resorts
    Archilovers On Instagram