Design with Nature | MCA - Mario Cucinella Architects

Milan / Italy / 2022

2
2 Love 840 Visits Published

A che punto è il progetto rispetto alla sostenibilità? È possibile accelerare la venuta di una nuova era dell’abitare (in città e in casa)? Quali gli strumenti e i materiali concreti e attuali a disposizione del design? Questi sono solo alcuni dei quesiti a cui la 60a edizione del Salone del Mobile.Milano vuole rispondere attraverso la mostra-installazione “Design with Nature”, curata dall’architetto Mario Cucinella e ospitata nel padiglione 15 di S.Project.


Conscio che la sfida ambientale necessita di un cambio radicale di visione, di una nuova educazione all’ambiente e della presa di coscienza che il cambiamento è già, oggi, attuabile, il Salone ha coinvolto Mario Cucinella per ragionare insieme sul tema della trasformazione dei modi di abitare la terra e sul ruolo dell’architetto e del designer, quali prefiguratori degli ambienti futuri, nel tentativo di (ri)costituire il difficile equilibrio tra territorio, città e paesaggio. Così “Design with Nature” ragiona sui temi dell’economia circolare e del riuso, partendo dall’idea che la città è la possibile “riserva” del futuro, dove trovare gran parte delle materie prime utili alla costruzione.


La transizione ecologica, la casa come primo tassello urbano e la città come miniera sono i tre temi di cui si fa portatrice l’installazione attraverso una grande superficie che diventa paesaggio, ma anche spazio per dialogare, rifugio per condividere, leggere, riflettere, lavorare. Due grandi tavoli, 68X22m su 1.400 mq, raccontano i materiali della transizione ecologica e della città e rappresentano uno spazio intorno al quale riunirsi perché, dopo gli eventi degli ultimi anni, abbiamo riscoperto il valore della socialità, che deve trovare un nuovo equilibrio con quanto ci circonda (in termini di spazio e di risorse a disposizione).


Da qui, la visione di “Design with Nature” come di un ecosistema che l’architetto fondatore e direttore artistico di Mario Cucinella Architects racconta così: “Un grande spazio attento al design e all’ambiente, dedicato alla nuova socialità. Un’installazione in cui il termine “ecosistema” è fondamentale e con cui vogliamo raccontare come la visione del futuro dovrà essere ecosistemica e saper collegare conoscenze, competenze e tecnologie in una nuova generazione di materie e di design. Il “sapere ecosistemico”, se così possiamo chiamarlo, avrà lo scopo finale di far migliorare la vita attraverso un ritrovato rispetto della natura. Design with Nature vuole dar vita a una narrazione capace di rivolgersi a un pubblico ampio innescando uno spunto di riflessione. Oggi più che mai siamo consapevoli dell’influenza delle nostre scelte quotidiane sul futuro.”


L’allestimento dell’elemento naturale e vegetale dà vita a una sinuosa e rigogliosa criniera “verde” a rappresentare l’importanza di ritrovare una nuova, fondamentale e vitale amicizia con la natura.


Così come tutto ciò che fa parte della natura si trasforma, ha più funzioni e più vite, ugualmente accade per le parti che compongono “Design with Nature”: un puzzle di forme e funzioni che, terminato il Salone del Mobile, vivranno di nuova vita e avranno nuove destinazioni – una piccola biblioteca per una scuola, un’aula didattica, una seduta per uno spazio pubblico, un tavolo per un laboratorio. I materiali di questo allestimento derivano da filiere naturali – a dimostrazione che la transizione ecologica è già in atto e che le aziende possono essere protagoniste di questo cambiamento – o da scarti trasformati e riusati. Di questi ultimi le città sono ricche, vere e proprie riserve di risorse e di materiali recuperabili attraverso processi circolari.


Il progetto mostra, allora, come gli scarti vegetali, animali e quelli generati dall’essere umano – agricolo, industriale e urbano che sia – vengano, già oggi, trasformati in “altro”, in nuove materie prime che danno una seconda e terza vita al materiale generato. Si passa così dalle bottigliette di plastica, dagli sfridi di lavorazione di calzature e arredi, dalle tende da sole alla creazione di nuovi tessuti per il mondo della moda e del tessile; dal caffè ai rivestimenti per pavimenti; dalla buccia della frutta alla pelle; dal micelio ai pannelli isolanti – solo per citare alcuni esempi di nuovi materiali in esposizione.


“Design with Nature” dimostra, così, che possiamo immaginare un altro modo di costruire e realizzare prodotti in complicità con la natura, senza continuare a consumare materie prime ma attivando percorsi ecologici virtuosi.


Una serie di totem descrive ai visitatori i materiali naturali, e non, studiati da MCA con il supporto scientifico della professoressa Ingrid Paoletti del Politecnico di Milano. Attraverso testi e grafici che ne indicano l’origine, le fasi di trasformazione e di lavorazione, l’utilizzo e il prodotto finito, viene raccontata la nuova vita del materiale. Le realizzazioni grafiche a opera di Accurat ripropongono il tema della sostenibilità mentre il video mapping a cura di Zeranta presenterà al pubblico “la città come miniera”.


Per Mario Cucinella, la sostenibilità è anche un elemento centrale del percorso didattico: per questo, domenica 12 giugno, presso l’Arena del SaloneSatellite (Pad. 3) si svolgerà la presentazione dei progetti di fine anno degli studenti di SOS – School of Sustainability, master fondato dall’architetto nel 2015. L’incontro sarà aperto al pubblico e avrà come protagonisti oltre all’architetto Cucinella, Aldo Colonetti come direttore scientifico e gli studenti.

2 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    A che punto è il progetto rispetto alla sostenibilità? È possibile accelerare la venuta di una nuova era dell’abitare (in città e in casa)? Quali gli strumenti e i materiali concreti e attuali a disposizione del design? Questi sono solo alcuni dei quesiti a cui la 60a edizione del Salone del Mobile.Milano vuole rispondere attraverso la mostra-installazione “Design with Nature”, curata dall’architetto Mario Cucinella e ospitata nel padiglione 15 di S.Project. Conscio...

    Project details
    • Year 2022
    • Work finished in 2022
    • Status Completed works
    • Type Exhibition Design
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users