Nuovi spazi, tra sosta e movimento

Una porta per l'Architettura di Reggio Calabria Reggio Calabria / Italy / 2005

0
0 Love 1,095 Visits Published
Nella sua totalità l’approccio progettuale mira alla valorizzazione degli spazi antistanti la Facoltà di Architettura.
“Spazi d’interlocuzione” che sono diretti intermediari del verde e dei parcheggi.
Rispondono ad una domanda, in maniera univoca, descrivendo una Porta per l’Architettura e, nello stesso tempo, anticipando una nuova offerta e creando nuovi bisogni, in questo caso di relazione e di confronto.
L’ingresso della “Porta”, da un lato, è caratterizzato dalla presenza di una torre il cui aspetto richiama la torre-scala posta sul lato nord della Facoltà.
Un’”icona”, questa, che, collocata sul lato in cui converge, visivamente, il fronte delle strade antistanti, risulta essere ben visibile dalla superstrada.
La torre comprende al suo interno una postazione di vigilanza, una struttura amorfa, una zolla quasi naturale, che si sviluppa su due livelli.
Dall’altro lato invece, nel definire un ingresso carrabile, con una distanza pari all’altezza della torre, appare una forma cubica che determina l’ingresso pedonale.
Oltrepassato l’elemento cubico, denominatore dimensionale del progetto, nel quale è ben evidente il contrasto tra la struttura e la” pelle”che denota tutto il percorso coperto.
A questo elemento segue una coppia di alberi (ficus) e un muro che, nel seguire la giacitura attuale, separa i due luoghi dei parcheggi.
Il “nastro-pensile” ripiegandosi su se stesso costituisce la continuità che accompagna lo sguardo. Lo spazio antistante, lasciato disponibile, pone situazioni diverse e, a volte, contrastanti che si alternano tra i parcheggi e, la sera, le attività collettive.
Lungo il tragitto, il “nastro-pensile” varia di sezione in sezione. E in maniera più frequente man mano che si avvicina alla facoltà, imprime allo spazio un’azione che si avvolge un’accelerazione prospettica, apparendo al fruitore, come uno spazio dilatato e più lungo del reale.
La parete verticale della pensilina è caratterizzata da tagli verticali e orizzontali; i primi permettono di attraversarla con lo sguardo solo in parte e a tratti, gli altri invece si aprono come delle finestre sullo scenario dello stretto.
Lettura e introspezione globale e, nel contempo, una partitura della città.
Nel punto in cui i percorsi coperti si avvicinano la “piega” si dirama, relazionando l’interruzione del segno.
Il “continuum” appare soltanto nel ritmo dei pilastri, per ritornare sulla continuità indotta, di un contatto che avviene solo tramite le scale.
Le scale risolvono il salto di quota tra un piano di calpestio, della Facoltà, e quello sottostante dei parcheggi del Dipartimento.
Infine, in corrispondenza dell’ingresso principale della Facoltà, il percorso si disunisce, spezzandosi, rettificando e ingrandendo la sua sezione nella dimensione di un “terminal”, quasi trilitico, che definisce la sua spazialità di relazione con l’ingresso attuale.
Il percorso si conclude a qualche metro oltre lo spigolo est della facoltà, ripiegando il nastro-sezione in un aspetto essenziale, inglobando il nuovo accesso, progettato in prossimità dei dipartimenti.
Un’itinerario fatto di geometrie d’astrazione nel passaggio di “Porta” a “Porta”.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Nella sua totalità l’approccio progettuale mira alla valorizzazione degli spazi antistanti la Facoltà di Architettura. “Spazi d’interlocuzione” che sono diretti intermediari del verde e dei parcheggi. Rispondono ad una domanda, in maniera univoca, descrivendo una Porta per l’Architettura e, nello stesso tempo, anticipando una nuova offerta e creando nuovi bisogni, in questo caso di relazione e di confronto.L’ingresso della “Porta”, da un lato, è caratterizzato dalla presenza di una torre il cui...

    Project details
    • Year 2005
    • Client Corso di Laurea in Scienze dell'Architettura, Facoltà di Architettura e Rettorato dell'Università RC
    • Status Competition works
    • Type Urban Furniture
    Archilovers On Instagram