Concorso internazionale di progettazione. Tre punti di ristoro per tre musei napoletani.

Museo di Capodimonte. Naples / Italy / 2005

1
1 Love 1,500 Visits Published
Considerazioni preliminari.
La posizione geografica della collina di Capodimonte nel panorama napoletano, le dimensioni del suo parco e la valenza storico-monumentale del complesso sono elementi sufficienti per comprendere la valenza culturale ed economica del progetto in concorso.
Il valore intrinseco di questo patrimonio rappresenta di per sé un fattore rilevante del progetto, considerando anche l’oggettiva difficoltà di incrementarne il livello già ragguardevole.
Il tema architettonico, al di là delle esigenze strettamente connesse alla vita del museo, ed agli aspetti economico-commerciali, comunque rilevanti, è nella valorizzazione d’uso; una valorizzazione, funzionale, ma anche percettiva: una fruizione differente, sebbene di una porzione limitata dell’edificio e del parco, e, presumibilmente, solo temporanea, è una delle qualità che si intende perseguire.
La mutabilità e la temporaneità, se rapportata alla storia, che ha reso la costruzione un “monumento” , attribuisce all’intervento il carattere dell’effimero e ne diviene componente imprescindibile, conferendogli l’accezione di allestimento. Generalizzando ed allargando il campo, si può dire che conservazione e valorizzazione vanno intese come recupero del patrimonio culturale, sociale ed economico che il costruito rappresenta. Patrimonio che la nuova direzione e gestione sta ulteriormente valorizzando con la ridefinizione di un suo ruolo culturale a livello internazionale con un diverso rapporto con le realtà territoriali, urbane e di grande scala.
Se si considera la rapidità con cui cambiano le condizioni contestuali di riferimento, anche dal punto di vista economico-imprenditoriale, il fattore temporale risulta fondamentale; infatti, contrariamente a quanto avveniva, ad esempio, all’epoca della costruzione della Reggia, le trasformazioni sociali, l’impiego del tempo libero, le modalità dello svago variano con grande rapidità.
Ne consegue che le attività di questo tipo devono avere la capacità di adattarsi, di seguire, talvolta di anticipare, le “mode”, rispondendo ad una domanda differenziata, la cui articolazione strutturale è anch’essa una variabile suscettibile di modificazioni.
Obiettivi.
Il progetto persegue le seguenti finalità:
• soddisfare l’esigenza del ristoro degli utenti della struttura (museo e parco);
• determinare le condizioni per lo sviluppo di attività economiche di tipo imprenditoriale;
• incrementare il valore della struttura con l’insediamento di nuove attività (cultura e svago).
Tradotto in termini architettonici, l’obiettivo del progetto è la realizzazione di un sistema di spazi “continui” variamente utilizzabili, nei modi e nel tempo.
Ne consegue che i requisiti funzionali che il progetto persegue, sono la flessibilità nel tempo, giornaliera e stagionale, ed al mutare delle esigenze, anche di ordine economico-gestionale.
Progetto.
Il progetto prende origine da una attenta lettura della preesistenza, nonché dall’analisi puntuale delle istanze funzionali, per mettere a sistema le esigenze di tipo conservativo, nel più ampio significato del termine, ed i relativi vincoli inderogabili, con gli aspetti modulari-formali derivanti dalle attività che si intendono insediare.
Vuole essere un progetto “aperto”, in continua “evoluzione”, capace di interagire con gli organi di gestione della struttura. Esso si compone di tre parti distinte che formano un unicum spaziale e funzionale: l’interno, il porticato, l’esterno.
Sotto il profilo funzionale, in sintesi, le parti diventano due: servizi di caffetteria e tavola fredda, servizi di ristorazione. Le due funzioni sono autonome ed integrabili.
Opzione sostenibile.
È stato assunto un atteggiamento progettuale meramente strumentale alla valutazione della fattibilità tecnica ed economica ed alla descrizione dello “spirito” dell’intervento. L’assenza di una componente fondamentale, quale il confronto diretto con la committenza e con il soggetto gestore, nonché di una conoscenza più approfondita dei vincoli, condizione, questa, insita nella progettazione di livello preliminare, non consente infatti, di operare delle scelte definitive.
Il progetto, pertanto, si struttura su alcune invarianti ben rintracciabili nelle sue descrizioni grafiche e narrative; rappresenta, cioè, un processo, suscettibile di modificazioni anche sostanziali, sulle parti che lo stesso individua come variabili.
Ciò è ancor più vero se uno dei criteri guida che lo informano è improntato sulla flessibilità, intesa come “disponibilità” della struttura ad accogliere, con il minor impegno possibile, nuove attività o diverse modalità di fruizione, possibilità non remota, come argomentato nell’introduzione.
Il progetto quindi descrive, allo stato attuale delle conoscenze, una opzione sostenibile.
Il rispetto e la conservazione del complesso monumentale sono condizioni imprescindibili per la valorizzazione che tali obiettivi sottendono. Per questo, tutte le scelte progettuali, compositive e tecniche, operano una distinzione netta, inequivocabile, tra contenitore e contenuto: il contesto storico-momumentale, infatti, ha imposto al progetto che ogni nuovo “segno”, ogni manufatto da realizzare, sia distinguibile dalla preesistenza.
1 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Considerazioni preliminari.La posizione geografica della collina di Capodimonte nel panorama napoletano, le dimensioni del suo parco e la valenza storico-monumentale del complesso sono elementi sufficienti per comprendere la valenza culturale ed economica del progetto in concorso. Il valore intrinseco di questo patrimonio rappresenta di per sé un fattore rilevante del progetto, considerando anche l’oggettiva difficoltà di incrementarne il livello già ragguardevole.Il tema architettonico, al di...

    Project details
    • Year 2005
    • Client Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Napoletano.
    • Status Competition works
    • Type Museums / Bars/Cafés / Restaurants
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users