Concorso di idee per la riqualificazione di Piazza Municipio ad Amalfi (Sa)

Progetto: arch. M. Minari, arch. P. Mighetto, arch. A. Aires, dr. agr. F. Piva, arch. D. Raffaelli Amalfi / Italy / 2015

0
0 Love 41 Visits Published

Progetto: arch. M. Minari, arch. P. Mighetto, arch. A. Aires, dr. agr. F. Piva, arch. D. Raffaelli


Lo spazio definito dagli edifici pubblici e privati che vi si affacciano merita una riqualificazione cherenda protagonisti i cittadini e i turisti, e non le automobili.
Affacciarsi sulla Costiera Amalfitana, tra il meraviglioso Duomo e la collina coltivata a terrazzamenti rende questo luogo un posto magico dove sedersi, riposarsi, guardare il paesaggio, sentirne i profumi e godere dei colori. Uno spazio molto vario e particolare, aree pubbliche che si inseguono e si insinuano nel tessuto urbano e che meritano una riqualificazione puntuale e personalizzata per i diversi angoli e scorci della piazza e della piazzetta. Piazza che diventa luogo di passaggio tra chi arriva dal parcheggio lungo la strada, percorrendo la galleria Luna Rossa e diretto al Duomo attraverso il supportico Sant’Andrea.
CENTRO DI AGGREGAZIONE Rendere viva e vivace la Piazza significa offrire spazio di
sosta, di chiacchiere e di aggregazione agli abitanti e ai turisti. Un arredo urbano solido, resistente e colorato, che racconta la storia di Amalfi nei rivestimenti policromi, e che ospita le persone rendendole partecipi dello spazio pubblico, per ritrovarsi e sedersi accanto agli altri per parlare o in tranquillità per ammirare i paesaggi che ci circondano. E poi lo spazio del palco da usare come una grande panchina o come il luogo degli spettacoli e delle feste di piazza.
IL VERDE L’attuale area verde, con l’eliminazione degli esemplari di palme che ornavano gli
angoli della piazza ha perso la sua immagine più caratteristica. Il verde previsto vuole concentrare in poche aree una superficie verde più ampia ma compatta e disposta in modo che le persone ne possano godere al massimo, sedendosi sotto gli aranci, affacciandosi direttamente sul verde e godendone i profumi, i colori e l’ombra. In questo modo sarà più facile la manutenzione e al contempo gli alberi saranno protetti nella loro crescita dal passaggio diretto delle persone e dei veicoli autorizzati. La scelta è di non riproporre esemplari di palma Phoenix, non volendo sottoporre l’Amministrazione a costi continui per i trattamenti preventivi nei confronti del terribile parassita punteruolo rosso, come pure per evitare prodotti tossici in prossimità di luoghi molto frequentati. L’arancio amaro (Citrus x aurantium), noto tra gli agrumi per la sua rusticità e la resistenza alle avversità, spesso utilizzato come porta-innesto di altri agrumi, è l’albero che porterà ombra e refrigerio nelle aree più soleggiate durante la stagione
estiva, allieterà con il profumo delle sue fioriture la primavera e con i colori dei suoi frutti le miti
giornate invernali. 

0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Progetto: arch. M. Minari, arch. P. Mighetto, arch. A. Aires, dr. agr. F. Piva, arch. D. Raffaelli Lo spazio definito dagli edifici pubblici e privati che vi si affacciano merita una riqualificazione cherenda protagonisti i cittadini e i turisti, e non le automobili.Affacciarsi sulla Costiera Amalfitana, tra il meraviglioso Duomo e la collina coltivata a terrazzamenti rende questo luogo un posto magico dove sedersi, riposarsi, guardare il paesaggio, sentirne i profumi e godere dei...

    Project details
    • Year 2015
    • Client Comune di Amalfi (Sa)
    • Status Competition works
    • Type Public Squares / Urban Furniture
    Archilovers On Instagram