UNA COMUNITA' PER CRESCERE - 1° classificato

Milano – via Ccenni - concorso internazionale di progettazione di housing sociale Milan / Italy / 2009

25
25 Love 10,433 Visits Published
Il progetto nasce dal concetto di comunità e come questa possa essere sviluppata e consolidata anche in un contesto urbanistico monofunzionale e con una presenza limitata di poli aggreganti quale quello dell’ambito di via Cenni. In particolare il progetto si basa su un’idea di mixed development, e sulla considerazione che ad una varietà da un punto di vista tipologico degli alloggi corrisponde una varietà da un punto di vista sociale. Il valore dello spazio pubblico come terreno su cui costruire delle relazioni è alla base della proposta per via Cenni, non solo luogo di identificazione per la comunità che vi abita, ma anche polo di attrazione per il resto delle comunità. Si tratta di uno spazio pubblico verde, metafora della sostenibilità intesa non solo come obiettivo da perseguire, ma anche valore culturale da condividere ed elemento di aggregazione e sviluppo. L’intento specifico della proposta è il rafforzamento dell’identità del luogo, di un luogo posto tra la città e la campagna, compreso tra densità e rarefazione . Il punto di partenza è desunto dalla tradizione, ben rappresentata dalla cascina presente nell’area di via Cenni, così come lo sono le regole compositive di generazione e di articolazione del volume, l’impianto a corte e il tema dell’incastellamento, l’espressione invece è contemporanea. Il sistema costruttivo é a pannelli portanti a strati incrociati, una soluzione preferita sia per motivi di carattere ecologico-ambientale (basse emissioni di CO2 ) sia per le potenzialità tecniche che consentono la realizzazione di edifici multipiano con elevate prestazioni in termini di sicurezza strutturale e comfort abitativo. Il valore della flessibilità proposto nella distribuzione degli spazi interni dell’alloggio e garantito dallo stesso sistema costruttivo, consente una personalizzazione dell’ambiente della casa secondo una modalità partecipata. Le peculiarità dell’involucro portano il soggetto proponente il progetto a realizzare un edificio in classe A in modo da ottenere un risparmio nella conduzione degli edifici. L’intervento edilizio così concepito propone, inoltre, un sistema di generazione dell’energia innovativo: la cogenerazione. Il costo di realizzazione di tale impianto risulta, in valore assoluto, il più elevato, ma l’economicità si ha nella velocità con cui viene ripagato nel tempo l’investimento sostenuto, a causa dei sui bassi costi di gestione.

Capogruppo: Fabrizio Rossi Prodi

Ggruppo di progettazione: Fabrizio Rossi Prodi, Emiliano Romagnoli, Francesca Genise, Gaetano Selleri, Maria De Santis, Vincenzo Inforzato, Marco Zucconi, Simone P. G. Abbado

Consulenti: Davide Canepa, Benedetto Selleri

Collaboratori: Tommaso Vergelli, Tommaso Rafanelli, Giacomo Cretella, Francesco Coleschi, Giovanni Ferrara, Antonino Terrana, Andrea Spinelli
25 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il progetto nasce dal concetto di comunità e come questa possa essere sviluppata e consolidata anche in un contesto urbanistico monofunzionale e con una presenza limitata di poli aggreganti quale quello dell’ambito di via Cenni. In particolare il progetto si basa su un’idea di mixed development, e sulla considerazione che ad una varietà da un punto di vista tipologico degli alloggi corrisponde una varietà da un punto di vista sociale. Il valore dello spazio pubblico come terreno su cui...

    Archilovers On Instagram
    Lovers 25 users