Sistemazione e riqualificazione assi viari: Via Padre Mario da Calascio, Piazza della Vittoria, Via di Mezzo la Terra | Mario Antonio Lamiranda

Calascio / Italy / 2018

0
0 Love 649 Visits Published

Calascio, un paese dal spore fortemente medievale a ridosso della catena del Gran Sasso e l’altopiano di Campo Imperatore si presenta come un fiabesco intreccio di vie, dove si affacciano case e torri a due o più piani, il tutto rigorosamente in pietra, e piazze dove sorgono case patrizie e chiese, testimonianza di un fervente passato.


Il quadro strategico che presiede al presente progetto fa riferimento ad uno strumento di programmazione e pianificazione prodotto dall’Amministrazione Comunale. La proposta di progetto per la riqualificazione di Piazza della Vittoria, Via di Mezzo la Terra e di Via Padre Mario da Calascio è un approccio disciplinare che privilegia il riordino della città consolidata ed il recupero di un elevato standard di qualità urbana ed ecologico-ambientale. Si fa ricorso a un modello rinnovato di città, intesa come luogo della coesione sociale; ripartendo dal recupero degli spazi aperti, dalla valorizzazione della sua struttura antica e dalla restituzione dei luoghi urbani alla pedonalità.


Il presente intervento si propone come linea-guida per i successivi ed eventuali interventi di riqualificazione che interesseranno in futuro le strade del centro abitato di Calascio.


Dal punto di vista architettonico, l’alternanza dei materiali impiegati (granito e porfido), con la presenza di fughe longitudinali e trasversali, mira a riprendere, proseguendo lungo la pavimentazione le tracce lasciate dagli edifici circostanti e dalle strade limitrofe: ricorsi in granito bianco ne rappresentano infatti la loro prosecuzione. In tal modo si tenta di instaurare una mimesi con il tessuto urbano circostante.


Analogamente, la colorazione rossastra del profido tende a rinforzare cromaticamente tale mimesi, integrando così il nuovo intervento con tutto l’intorno urbano, ed in particolar modo sia con le colorazioni dei tetti delle case , che con la colorazione degli intonaci degli edifici limitrofi, e più in generale con la colorazione di tutti i fabbricati del centro storico.


Le scelte che hanno suggerito l’impiego di materiali quali il porfido ed il granito sono rintracciabili nella relazione tra le caratteristiche intrinseche degli stessi materiali e le caratteristiche climatiche dell’ambiente dove verranno posati in opera: il Comune di Calascio, collocato a circa 1400 metri slm, risente di un clima molto rigido durante il periodo invernale. Non di rado infatti si verificano abbondanti nevicate, e durante tutto l’inverno la temperatura scende spesso sotto lo zero. I continui cicli di gelo e disgelo influiscono negativamente sui materiali da costruzione, soprattutto in relazione a pavimentazioni esterne. Appare dunque evidente la necessità fare ricorso a materiali le cui caratteristiche siano tali da garantire la resistenza ad un clima così rigido; ed entrambi i materiali scelti rispondono a pieno alle particolari esigenze richieste per questo intervento.

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Calascio, un paese dal spore fortemente medievale a ridosso della catena del Gran Sasso e l’altopiano di Campo Imperatore si presenta come un fiabesco intreccio di vie, dove si affacciano case e torri a due o più piani, il tutto rigorosamente in pietra, e piazze dove sorgono case patrizie e chiese, testimonianza di un fervente passato. Il quadro strategico che presiede al presente progetto fa riferimento ad uno strumento di programmazione e pianificazione prodotto...

    Project details
    • Year 2018
    • Client Comune di Calascio
    • Cost 90.000,00
    • Status Current works
    • Type Public Squares / Urban Furniture / Urban Renewal / Monuments
    Archilovers On Instagram