PROGETTAZIONE DEL RESTAURO E RIUSO DEL BAGLIO-CAMPERIA TONNARA A FAVIGNANA (TP) DA ADIBIRE A STRUTTURA RICETTIVA ED ALBERGHIERA | Elio Caprì

Favignana / Italy / 2013

1
1 Love 1,227 Visits Published

Il manufatto edilizio della Tonnara Vecchia o “Baglio-Camperia” si pone a chiusura dell’abitato verso il mare e a chiusura della cortina edilizia costituita dalla Chiesa S. Antonio di Padova e dal Palazzotto o Casa dell’Amministratore Florio-Caruso a Favignana.


La Vecchia Tonnara è poco distante dal grande stabilimento per la lavorazione del tonno posto all’altra estremità del porto, sul versante opposto. La Vecchia Tonnara o “Baglio-Camperia” è un insieme di manufatti alternati a spazi aperti; un susseguirsi di vuoti e di pieni realizzati in funzione delle attività connesse alla pesca del tonno, al rimessaggio delle barche, alla conservazione delle reti e delle attrezzature.


Planimetricamente il complesso si articola intorno a un vasto baglio interno su cui prospetta il manufatto detto “Camperia”; ortogonalmente al baglio è posizionato il manufatto detto “Trizzana”. La “Camperia” e la “Trizzana” sono collegati da un ulteriore manufatto costituito da tre locali. Da questi ultimi si accede ad un ulteriore vasto spazio interno e ad un ulteriore locale collegato alla Trizzana e parallelo a questi nello sviluppo verso il mare. Il Baglio ha uno sviluppo di ml. 45,10 per ml. 19,50. La Camperia ha uno sviluppo di ml. 53,10 per ml. 14,50 e un’altezza massima di ml. 9,60. La Camperia si caratterizza, all’interno nella parte centrale per la presenza di dieci grandi archi acuti a tutto sesto. La Trizzana ha uno sviluppo di ml. 37,00 per ml. 36,50 ed una altezza esterna massima di ml. 13,20. Tale locale è attualmente destinato per una parte, a rimessaggio delle barche della tonnara.


Il manufatto che collga planimetricamente la Camperia e la Trizzana si presenta con tre locali destinati, ognuno con il proprio vano di accesso dal Baglio e per due di essi anche con il vano di accesso con l’altro spazio aperto retrostante, a deposito di materiale in parte non più utilizzato. Tali locali hanno uno sviluppo di ml. 19,50 per ml. 18,60 ed una altezza massima esterna di ml. 9,40 ed una altezza alla linea di gronda di ml. 5,80. Da questi locali si accede all’altro cortile dove si sviluppa un ulteriore manufatto collegato alla Trizzana e con un originario accesso indipendente al mare. Tale manufatto ha uno sviluppo di ml. 38,20 per ml. 12,30 ed una altezza media del muro di chiusura di ml. 5,80.


L’ampio cortile prospetta da un lato direttamente a mare e dagli altri due lati è perimetrato da un muro di recinzione. Tutti gli ambienti sono illuminati da finestre “a lunetta” e sono tutte collocate in alto, quasi ai due terzi dell’altezza interna netta degli ambienti. Tutti i manufatti sono realizzati in tufo e originariamente, nelle parti degli alzati esterni, risultano trattati con intonaco. Nelle parti interne degli alzati il paramento dei conci di tufo risulta trattato con un sottile strato di velatura con intonaco. Tutti i manufatti presentano tetti a falde inclinate con coperture con coppi siciliani.


Il progetto di restauro e riuso:


 Gli interventi previsti si riferiscono a due ambiti ben precisi. Un primo ambito è quello del restauro conservativo dei manufatti. Un secondo ambito è quello del riuso e della localizzazione di alcune attività oltre quella della tonnara. Il primo ambito prevede il restauro conservativo dei manufatti ripristinando i materiali, le finiture, i paramenti, le opere di dettaglio originari. Il secondo ambito prevede i seguenti interventi. La cortina edilizia dell’ingresso viene restaurata ripristinando le quattro porte di ingresso dei quattro piccoli locali prospicienti Piazza Marina che vengono destinati a punto informazione, biglietteria a servizio del traffico marittimo, biglietteria di ingresso e punto vendita di giornali, riviste, materiale fotografico.


Nel locale Camperia una parte viene destinata ad accogliere delle unità ricettive, in grado di accogliere dei turisti che possono, durante il periodo della tonnara, vivere tutta la giornata accanto ai tonnarioti. Un’altra parte viene destinata a libreria, book-shop e zona espositiva con pannelli mobili; una parte di questa zona espositiva si può prevedere come esposizione fissa di una documentazione storica della storia e dell’attività della tonnara e un’altra parte come zona espositiva a disposizione di mostre temporanee. In questa zona della Camperia sono previste pure delle postazioni multimediali che contengono supporti audiovisivi sulla tonnara di Favignana, sulla storia di Favignana e sulle altre tonnare siciliane. La parte terminale della Camperia è destinata ad accogliere un punto vendita di materiale nautico. Nei tre locali ortogonali alla Camperia, attualmente adibiti a deposito di materiale in parte non più utilizzato, vengono previsti dei banconi vendita di prodotti tipici, di materiale fotografico, di oggettistica di produzione locale, di abbigliamento sportivo. Negli altri due locali si è prevista la collocazione di una caffetteria e di un ristorante che nel periodo estivo possono usufruire dello spazio aperto antistante. Nella Trizzana una parte, come attualmente avviene, rimane destinata al rimessaggio delle barche della tonnara; l’altra parte, attualmente vuota, viene prevista per il rimessaggio di barche private. I piccoli locali che delimitano la Trizzana, lungo i due lati, vengono ripristinati all’uso originario di deposito attrezzature e di materiale.


Vengono ripristinati i servizi igienici preesistenti e viene destinato un locale di questi a servizio igienico per portatoti di handicap. In due locali si è predisposto l’alloggio notturno per dei marinai che possono svolgere le funzioni anche di custodi del complesso. Nel manufatto che si sviluppa parallelo alla Trizzana, attualmente adibito in parte a deposito delle ancore della tonnara, si è previsto la collocazione di alcuni padiglioni che possono ospitare e proteggere i materiali e le attrezzature effettivamente utilizzati per la pesca del tonno. Tutti gli elementi previsti mobili-librerie, unità ricettive, capannoni protettivi sono previsti come elementi distaccati dalle murature limitrofe e rimuovibili in qualsiasi momento senza alcun intervento sulle strutture o sovrastrutture dei manufatti preesistenti. In particolare si è previsto, nell’impostazione metodologica di far risaltare i nuovi elementi inseriti rispetto ai manufatti preesistenti.

1 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il manufatto edilizio della Tonnara Vecchia o “Baglio-Camperia” si pone a chiusura dell’abitato verso il mare e a chiusura della cortina edilizia costituita dalla Chiesa S. Antonio di Padova e dal Palazzotto o Casa dell’Amministratore Florio-Caruso a Favignana. La Vecchia Tonnara è poco distante dal grande stabilimento per la lavorazione del tonno posto all’altra estremità del porto, sul versante opposto. La Vecchia Tonnara o...

    Project details
    • Year 2013
    • Main structure Masonry
    • Client FLORIO TONNARE DI FAVIGNANA E FORMICA S.R.L
    • Status Unrealised proposals
    • Type Waterfront / Factories / River and coastal redevelopment / Recovery/Restoration of Historic Buildings / Restoration of Works of Art / Restoration of façades / Recovery of industrial buildings
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users