Edificio per civile abitazione, uffici, commercio

Arezzo / Italy / 2004

0
0 Love 914 Visits Published
Lo spostamento delle industrie dal centro cittadino porta di conseguenza alla disponibilità di aree quasi sempre già urbanizzate ed immerse dentro la vita in zone non più adatte per la loro ubicazione in conseguenza ove lo sviluppo della città li ha fatti trovare. Ora sono diventati, urbanisticamente parlando dei corpi estranei, degli elementi non collegati al contesto che la gente sfiora con lo sguardo ma non può penetrare né idealmente, né fisicamente. Sono degli elementi non collegati alla vita pulsante di un organismo vivo, e che non riescono a trasmettere nessuna sensazione che non sia di fastidio e di ripulso. Questa è la situazione della ex fabbrica Gori e Zucchi sorta a sua volta anche essa su le ceneri di un precedente edificio per la produzione di dolciumi la rinomata “fabbrica di dolci di Celestini G.”. Superate quindi le funzioni produttive e quella scolastica come precariamente veniva utilizzata negli ultimi 15 anni, è logico pensare ad un’utilizzazione di carattere più aderente alla vita civile ove essa si trova: cioè la residenza con il commerciale a livello strada ed una piccola parte di direzionale al piano superiore. La scelta del commerciale al piano strada, preceduta da zona pubblica porticata, è una scelta obbligata sia per le ragioni di non vivibilità per la residenza sia per l’adeguamento a tutta la zona che ha il piano terra utilizzato commercialmente. Per marcare anche fisicamente ed ambientalmente la differenziazione tra commerciale e residenziale questo praticamente (a parte gli accessi) vive automaticamente solo su una piazza a circa 5 metri dal suolo. Piazza che si sente però anche da Via V. Veneto perché vi si affaccia tenendo distaccati di un piano i locali per il terziario. Le abitazioni si affacceranno oltre che sulla piazza superiore e arretrati da Via V. Veneto, sulla Via Schiapparelli laterale e poco frequentata, e sulla strada posteriore -Via Cheren, in un ambiente cioè nettamente residenziale escluso dai rumori e dalla polvere del traffico, pur godendone la comodità dei rapidi collegamenti. L’’intervento volumetrico ha mirato particolarmente ad una ricucitura dell’ambiente esistente sui due lati della strada che pur con la differenziazioni di caratteristiche dato le varie epoche di realizzazione, creano delle quinte continue. La parte di porticato su Via Veneto con i pilastri ravvicinati crea un filtro di sosta pedonale alla zona commerciale retrostante pur non interrompendo il senso di edificio a filo strada. L’’elemento orizzontale lungo Via V. Veneto distaccato di un piano dalla piazza e che costituisce la parte direzionale rafforza il senso di continuità della quinta. La piazza del primo piano che si affaccia sotto il portico su Via V. Veneto sarà sistemata a verde con un giardino pensile, quale luogo di sorta. Nel primo piano interrato sono sistemati i parcheggi della zona commerciale con accesso dal cortile posteriore e nel secondo i parcheggi delle abitazioni con rampe di accesso dal cortile laterale di destra in modo che i due insediamenti, pubblico e privato non vengono mai in contatto. Con elaborati a parte viene dimostrata la rispondenza agli standard urbanistici necessari. Per la volumetria proposta si è tenuto conto dell’art.22 (zona B edificata) delle NTA essendo il complesso compreso in quanto previsto nella zona B4-T5. Nella “interpretazione delle norme di attuazione del PRG” – C.C. n°148 del 21/07/1993 – per l’art.22 “zona B” è prevista la possibilità di ricostruire fino alla volumetria esistente prima della demolizione. Dal rilievo eseguito direttamente sul posto risulta che esso assomma a mc. 34.200 entro i quali il progetto presentato si mantiene come risulta dal calcolo dei volumi allegato. La struttura prevista è in c.a. con solai in laterizio armato. Tutta la struttura sarà o rivestita per la parte porticata o intonacata per le altre parti così come lo sono quasi tutti gli edifici circostanti. La copertura dei corpi di abitazione sarà a 2 falde con manto in laterizio, mentre il corpo uffici sarà rivestito. La zona piazza al primo piano sarà lastricata con materiali da esterni nella parte pedonabile e ricoperto con contenitori di diverse altezze per le zona a prato o ad aiuole per alberi. Tutte le altre rifiniture sia edilizie che di impiantistica saranno di ottima marca in commercio e secondo le più moderne caratteristiche.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Lo spostamento delle industrie dal centro cittadino porta di conseguenza alla disponibilità di aree quasi sempre già urbanizzate ed immerse dentro la vita in zone non più adatte per la loro ubicazione in conseguenza ove lo sviluppo della città li ha fatti trovare. Ora sono diventati, urbanisticamente parlando dei corpi estranei, degli elementi non collegati al contesto che la gente sfiora con lo sguardo ma non può penetrare né idealmente, né fisicamente. Sono degli elementi non collegati alla...

    Project details
    • Year 2004
    • Status Completed works
    • Type Apartments / Office Buildings / Shopping Malls
    Archilovers On Instagram