PRIMORAMO | 120 grammi :: laboratorio di architettura

Venice / Italy / 2015

0
0 Love 644 Visits Published

Project location: VEGA – Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia. Venezia Porto Marghera
Completion Year: 2015


PRIMORAMO was born during the universal exhibition EXPO2015, held in Venice in the nearby of VEGA, like a urban renewal project and cultural appropriation of the spaces in Porto Marghera, by developing functions which are alternative and complementary to those of the industrial port and the park.
VEGA has therefore focused on a new quality of the connection spaces, trying to confute the theory of busy streets, crowded by the wild car parking and the long anonymous distribution corridors. PRIMORAMO has worked on these spaces use and connection, making them human-like and generating a short-circuit able to start a new generation that could match culture with the environment. The action has persisted in the physical and emotional dimension of the environment, never really lived by workers and visitors. At the bottom of the project there’s the idea that, without any events and contents, without any care, any transformation is unluckily useless.
PRIMORAMO has worked a lot both on spaces and on the program of events and cultural projects, being divided in three main parts: an indoor exhibition section in the pavilion VEGA, an above-grounded square, equipped to held cultural events, a boulevard which reduces the new interesting places with the flows of access and the workers and visitors’ itineraries. The project particularly focuses on this long promenade equipped with furniture and is designed with geometrical shapes which erase the idea of parking road, like almost a scale tattoo.


[IT]
PRIMORAMO rappresenta il primo germoglio del masterplan “Green Tree Strategy” sviluppato con lo studio LAND Srl. Il progetto nasce in occasione dell’evento universale EXPO2015, ospitato a Venezia nelle vicinanze di VEGA, come intervento di rigenerazione urbana e di appropriazione culturale degli spazi di Porto Marghera, sviluppando funzioni alternative e complementari a quelle del porto industriale e del parco scientifico.
Porto Marghera è una realtà ricca di potenzialità sopite, ma non solo: si nascondono infatti al suo interno dei veri e propri gioielli, un interessantissimo tessuto sociale, associazionistico e di imprese culturali che non si manifestano minimamente sulla qualità degli spazi di relazione che esse attraversano ogni giorno. PRIMORAMO riflette su questo e sfrutta l’occasione presentatasi con EXPO2015 e il padiglione AQUAE Venezia 2015 per provare a migliorare, o forse a costruire una qualità urbana per questi luoghi.
VEGA ha coraggiosamente puntato così su una nuova qualità degli spazi di relazione cercando di scardinare una teoria di strade affollate dal parcheggio selvaggio – nonostante l’ottima accessibilità con i mezzi pubblici – e i lunghi ed anonimi corridoi di distribuzione. PRIMORAMO ha lavorato su questi spazi, sulla loro fruibilità e connessione, umanizzandoli e innescando un cortocircuito in grado di attivare una sorta di rigenerazione dal basso che mettesse in relazione il mondo della cultura e delle associazioni culturali con l’ambiente del PST. L’intervento ha insistito molto sulla dimensione fisica ed emotiva dei luoghi, mai veramente vissuti da lavoratori e visitatori. Alla base del progetto c’è la considerazione che senza eventi e contenuti, senza cura, qualsiasi trasformazione è purtroppo vana. Un paesaggio antropizzato come quello di VEGA è prima di tutto un paesaggio sociale fatto di persone e relazioni da supportare e e sostenere con soluzioni spaziali accoglienti e inclusive.
PRIMORAMO ha lavorato tanto sugli spazi quanto sul programma di eventi ed attività culturali, articolandosi in tre elementi principali: una sezione espositiva indoor ospitata all’interno degli spazi del padiglione Pegaso-Antares (il programma del progetto comprendeva le mostre “Across Chinese Cities Beijing”, “Mu.r.i. – Museo diffuso regionale dell’ingegneria” e “L’acqua brucia – Mostra di pittura materica sull’elemento acqua in continuità con AQUAE Venezia 2015”), una piazza sopraelevata attrezzata ad accogliere eventi culturali (organizzati da SPAZIO AEREO, DONOTFRIDAY e altri), un boulevard che ricuce i nuovi punti di interesse con i flussi di accesso e i percorsi dei lavoratori e dei visitatori e lavora a bassissimo costo sulla percezione degli spazi. In particolare il progetto si è concentrato su questa lunga passeggiata – 400 metri di boulevard – che è stata attrezzata a verde, arredo e disegnata con geometrie in grado di cancellare l’idea di strada parcheggio, quasi un tatuaggio a scala urbana, visibile anche dagli aerei che atterrano al Marco Polo.

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Project location: VEGA – Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia. Venezia Porto MargheraCompletion Year: 2015 PRIMORAMO was born during the universal exhibition EXPO2015, held in Venice in the nearby of VEGA, like a urban renewal project and cultural appropriation of the spaces in Porto Marghera, by developing functions which are alternative and complementary to those of the industrial port and the park.VEGA has therefore focused on a new quality of the connection spaces, trying to...

    Project details
    • Year 2015
    • Work finished in 2015
    • Client VEGA - Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia scarl
    • Status Completed works
    • Type Urban Furniture / Adaptive reuse of industrial sites / Exhibitions /Installations
    Archilovers On Instagram