Nuova Biblioteca di Briosco

Lo scrigno Briosco / Italy / 2014

0
0 Love 307 Visits Published

Il progetto di una biblioteca, all'inizio dell'era digitale che caratterizzerà il nostro futuro, pone il tema del rapporto tra la custodia del patrimonio culturale del passato contenuto nel “Libro” e lo sviluppo di nuova cultura diffusa sia attraverso formati multimediali che eventi sociali.


Il progetto si prefigge come scopo l’integrazione degli ambienti propri della biblioteca, intesa come luogo di conservazione e consultazione dei Libri, ad un sistema di spazi pubblici in cui è possibile sia consultare i contenuti multimediali attraverso supporti wireless che organizzare momenti di incontro ed eventi socioculturali.


Il linguaggio architettonico, integrando i volumi dei corpi edilizi a geometrie rigide a spazi aperti e liberamente fruibili, vuole affiancare l'idea di “scrigno” all'idea di luogo pubblico, l'idea di memoria all'idea di socialità.



Sulla facciata dell'ingresso principale è impressa la poesia:



Liber te sé in tutt quel che qui 's po' dì


in nosta lengua e ti anch te se dòtt


in tutt i cos ch'o se contegnen qui


 


Libro, sei libero in tutto ciò che si può dire


nella nostra lingua e sei dotto


in tutte le cose contenute qui


Gian Paolo Lomazzo - Rabisc 1589


 


Il progetto prevede l'articolazione degli spazi interni, configurati artificiosamente come ipogei al fine di poterne utilizzare la copertura come superficie calpestabile, ad un sistema di spazi pubblici articolati su due livelli:



- un piazzale ad uso pubblico alla quota inferiore
- un parco terrazzato alla quota superiore


All’angolo Ovest del lotto, in corrispondenza dell’attuale ingresso all’area, si apre un piazzale pavimentato in blocchi di pietra posati a secco, della superficie di 500 mq. Questo viene destinato come luogo di ritrovo in virtù dell’ottima visibilità che se ne ha dalle gradonate e dai livelli superiori dell’intervento.


Lungo tutto il lato est dell’area si sviluppa il parco che, in continuità altimetrica con la copertura calpestabile della biblioteca, averà un’estensione piana di c.ca 2000 mq.


L’edificio della Biblioteca sarà quindi configurato come un corpo longitudinale con orientamento Sud-Ovest / Nord-Est con pavimentazione poco al di sopra della quota del piazzale e con copertura a terrazzo alla quota di c.ca + 5.00 m, a livello del parco.


Il parco e la piazza saranno collegati da due percorsi contrapposti, tali da creare un camminamento ad anello. Sul lato Sud dell’area si prevede una scalinata, lungo lo sviluppo della quale si è scelto di creare un piccolo spiazzo di raccordo con l’accesso secondario alla baita degli alpini, dove verrà impresso nella pavimentazione il logo degli Alpini, mentre sul lato Nord-Ovest si crea un ampio percorso in rampa che ingloba l’attuale marciapiede.


A coronamento della terrazza in copertura alla biblioteca si propone la realizzazione di una pensilina praticabile che ha la duplice funzione sia di tettoia a protezione delle sedute del parco, sia di terrazza/belvedere. Da questa posizione si potrà ammirare l’intero arco alpino verso occidente. La pensilina avrà anche la funzione di proteggere dai raggi solari diretti la sala di lettura sottostante.


Si prevede l’accesso alla biblioteca dalla piazza attraverso un corpo cubico ruotato di 30° rispetto all’asse principale di sviluppo del corpo edilizio al fine di aumentarne la visibilità e la fruibilità.


Sull’atrio di ingresso si affaccia il banco reception, sul retro del quale sono dislocati i locali adibiti a deposito per il personale ed ufficio dotato di un piccolo spazio aperto, separato dall’area pubblica tramite un frangisole in legno.


Sull’atrio di accesso si affaccia l’area dedicata ai bambini: questa area è stata pensata in questa posizione per assicurarsi che sia facilmente sorvegliabile sia dalla reception che dal piazzale. Si trova inoltre in una posizione che può essere facilmente separata dagli altri spazi della biblioteca che prevedono un maggiore grado di silenziosità.
Dall’ingresso si accede alla sala polifunzionale configurata come uno spazio a pianta quadrata, rivestito su tre lati da librerie ed illuminato da due fonti: da un lucernario sul plafone, che diventa seduta a livello della terrazza e da una vetrata sul fronte Ovest con una panca integrata su tutta la lunghezza, schermata da un frangisole in legno.


In successione alla sala polifunzionale si trova la sala lettura: uno spazio anch’esso a base quadrata, isolato acusticamente da vetri, dove è possibile dedicarsi alla lettura in uno spazio luminoso e riservato. La sala è illuminata da sia da due vetrate sulle pareti Nord-Ovest e Nord-Est con delle mensole integrate su tutta la lunghezza adibite a banco lettura, sia da un lucernario a plafone, schermato dai raggi diretti del sole dalla pensilina posta sulla terrazza. La vetrata sulla parete Nord-Est riceve luce da un cavedio ricavato dalla rotazione di 30° del corpo edilizio adibito a servizi.


Il corpo edilizio posto a nord, ospita al suo interno 3 locali di servizio:
- servizi igienici
- locale CED
- l’archivio fisico

0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il progetto di una biblioteca, all'inizio dell'era digitale che caratterizzerà il nostro futuro, pone il tema del rapporto tra la custodia del patrimonio culturale del passato contenuto nel “Libro” e lo sviluppo di nuova cultura diffusa sia attraverso formati multimediali che eventi sociali. Il progetto si prefigge come scopo l’integrazione degli ambienti propri della biblioteca, intesa come luogo di conservazione e consultazione dei Libri, ad un sistema di spazi...

    Project details
    • Year 2014
    • Main structure Mixed structure
    • Client Comune di Briosco
    • Cost € 1.000.000
    • Status Competition works
    • Type Libraries / Leisure Centres / Private clubs/recreation centres
    Archilovers On Instagram