Casa HH

Realizzazione di un abitazione ad energia zero Macchie / Italy / 2017

0
0 Love 379 Visits Published

Collocata nel cuore dell’Umbria a ridosso del borgo di Macchie in provincia di Terni ed all’interno di una zona dal carattere fortemente agricolo, l’abitazione nasce da un percorso di ricerca professionale che trova forte eco nella sensibilità ai temi del committente.


L’obiettivo, fin da subito condiviso, era quello di realizzare un edificio con un’impronta ecologica molto bassa.


Visto questo punto di partenza si è delineata da subito la possibilità di realizzare un intervento dimensionato anche sul fabbisogno energetico delle case limitrofe e che quindi contribuisse a ridurre il livello di consumi di energia, soprattutto elettrica, dell’intera piccola comunità adiacente.


Il committente ha evidenziato da subito due questioni importanti:


1.       La casa avrebbe dovuto essere progettata per ospitare una persona affetta dal morbo di alzheimer, in fase avanzata;


2.       Nella progettazione della casa si sarebbe dovuto tener conto di particolari necessità relative al sistema di illuminazione dovute a un problema di vista del committente


a.       L’illuminazione naturale schermata da specifici tessuti naturali;


b.       L’illuminazione artificiale sempre riflessa e mai;


Partendo da questi punti, fin da subito, si è pensato ad un edificio a pianta longitudinale piuttosto marcata, (rapporto 1:4) coperto da un tetto unico a doppia falda inclinata.


Inoltre si è delineata da subito la volontà di realizzare un edificio quasi “adagiato” sul terreno, cioè senza sostanziali modifiche dell’assetto geo morfologico dei luoghi.


L’edificio mono orientato sud e l’impianto longitudinale molto semplice hanno permesso di ridurre al minimo i ponti termici e di avere la giusta esposizione del tetto per la collocazione degli impianti solari.


Per far fronte alle questioni legate alla presenza di una persona affetta dal morbo di alzheimer è stata realizzata una pianta composta da due unità immobiliari:


l’abitazione principale e una piccola dependance che si attesta sul lato ovest del corpo longitudinale, divisa dalla principale da una veranda, uno spazio filtro, aperto coperto, che funziona sia da divisione tra le due unità che da collegamento del soggiorno verso lo spazio esterno.


L’edificio è stato costruito su una piattaforma di fondazione posata su 25 pali di profondità 6/8 mt totalmente scollegata dal terreno, sia per evitare lo spostamento di grossi volumi di terra che per isolare nel miglior modo possibile il solaio dal terreno, sia per la risalita capillare di umidità che per evitare i ponti termici.  


Le partizioni verticali sono realizzate in muratura portante con sistema Toppetti TRIS con trasmittanza termica certificata 0,260 W/m²°K.


Il tetto di copertura è una struttura latero cementizia ed ha un isolamento termico in lastre di poliuterano espanso spessore di 15 cm.


Dal punto di vista impiantistico l’edificio è dotato di un sistema combinato per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria.


L’acqua calda viene prodotta nei mesi invernali tramite la combustione (legna) in un termo camino aria/acqua collocato in posizione baricentrica rispetto all’appartamento, l’acqua calda così prodotta viene stoccata in un serbatoio di accumulo dalla quale viene usata per il riscaldamento dell’intera abitazione tramite un sistema di riscaldamento a pavimento (bassa temperatura).


In combinato a questo sistema, la produzione di acqua calda sanitaria durante i mesi estivi e le mezze stagioni è garantita da numero 2 pannelli solari termici collocati sulla falda sud, l’acqua calda così prodotta è anch’essa convogliata nel serbatoio di accumulo.


Il fabbisogno di energia elettrica è garantito da un impianto fotovoltaico ad isola 6 KWp installato in aderenza alla falda e con la stessa inclinazione, dimensionato sul fabbisogno energetico anche delle abitazioni adiacenti per garantire l’autonomia elettrica dell’intero piccolo borgo.


Un sistema di raccolta e stoccaggio dell’acqua piovana permette il suo recupero e il riutilizzo nell’abitazione per le cassette di scarico e per usi irrigui.

0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Collocata nel cuore dell’Umbria a ridosso del borgo di Macchie in provincia di Terni ed all’interno di una zona dal carattere fortemente agricolo, l’abitazione nasce da un percorso di ricerca professionale che trova forte eco nella sensibilità ai temi del committente. L’obiettivo, fin da subito condiviso, era quello di realizzare un edificio con un’impronta ecologica molto bassa. Visto questo punto di partenza si è delineata da subito la...

    Project details
    • Year 2017
    • Work started in 2015
    • Work finished in 2017
    • Main structure Masonry
    • Cost 180'000
    • Status Completed works
    • Type Single-family residence / Country houses/cottages / Lofts/Penthouses
    Archilovers On Instagram