Colleverde

Rome / Italy / 2010

0
0 Love 220 Visits Published

“Un omaggio al luogo che mi ospita da anni. Uno skyline modificabile e mutante fatto di semplici “casette”, che giocano con la luce e con lo spazio. Facce, falde, finiture e materiali cangianti che fanno della luce e dell’ombra due elementi viventi. Un gioco che trova nella base, nella linea di terra, l’elemento ordinatore.
Vuoti e pieni, interstizi a cui è possibile dare senso e funzione, e volumi che esprimono materia e densità.” Carlo Martino

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    “Un omaggio al luogo che mi ospita da anni. Uno skyline modificabile e mutante fatto di semplici “casette”, che giocano con la luce e con lo spazio. Facce, falde, finiture e materiali cangianti che fanno della luce e dell’ombra due elementi viventi. Un gioco che trova nella base, nella linea di terra, l’elemento ordinatore.Vuoti e pieni, interstizi a cui è possibile dare senso e funzione, e volumi che esprimono materia e densità.” Carlo Martino

    Project details
    • Year 2010
    • Work finished in 2010
    • Status Completed works
    Archilovers On Instagram