Einaudi_libri per ragazzi

Milan / Italy / 2018

10
10 Love 1,353 Visits Published

L’allestimento di questa mostra è come il gioco delle scatole cinesi. La collana viene esposta tra le opere della collezione Boschi Di Stefano, e i libri, a loro volta, racchiudono testi e illustrazioni che vedono insieme narratori e artisti dare vita alla più grande rivoluzione editoriale nella letteratura per ragazzi.


Il punto di inizio del pensiero progettuale è stato come raccontare questa complessità, lasciando identità e autonomia alle collezioni, come farle dialogare tra loro nel moltiplicarsi degli intrecci semantici, in un luogo visivamente iperbolico e di contro così compresso negli spazi.


È nata così una piccola architettura di libri, quasi una città metafisica in miniatura, dove le strade e le case sono le immagini di quelle copertine indimenticabili e iconiche e i rumori di sottofondo sono le parole di Calvino, Rodari, Lodi ecc. sullo sfondo di un orizzonte fitto di Sironi, De Chirico, Fontana, Manzoni.


Un approccio apparentemente anti-museale e forse irriverente, ma che trova continuità con lo spirito di Bruno Munari, regista della collana, che vedeva il libro come un tutt’uno tra forma, scrittura e immagini.


Per restare nel gioco ma contemporaneamente proteggere i volumi è stato usato un rimando alla memoria infantile. La disposizione ha una composizione geometrica rigorosa e modulare come quella dei castelli di carte, che se li tocchi… cadono! E le leggere bacchette in metallo sui perimetri dei piani espositivi, in equilibrio precario, ricordano le aste dello Shanghai in cui vince chi si muove con ferma delicatezza.

10 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’allestimento di questa mostra è come il gioco delle scatole cinesi. La collana viene esposta tra le opere della collezione Boschi Di Stefano, e i libri, a loro volta, racchiudono testi e illustrazioni che vedono insieme narratori e artisti dare vita alla più grande rivoluzione editoriale nella letteratura per ragazzi. Il punto di inizio del pensiero progettuale è stato come raccontare questa complessità, lasciando identità e autonomia alle collezioni,...

    Project details
    • Year 2018
    • Client comune di milano, casa museo boschi di stefano
    • Status Temporary works
    • Type Exhibitions /Installations
    Archilovers On Instagram
    Lovers 10 users